Al via Cesena Comics & Stories, il festival del fumetto è online

No comments

Il Cesena Comics & Stories, il festival del fumetto e della narrativa dedicati ai bambini e ai ragazzi, festeggia il suo decimo anno di attività dando il via ad una nuova edizione completamente online a causa dell’emergenza sanitaria.

Battezzata 9 e ½ in quella che risulta essere una particolarissima edizione take away, il nuovo appuntamento di Cesena Comis & Stories parte oggi e si prolungherà fino al 15 novembre alternando laboratori online, letture e incontri virtuali con disegnatori, webinar e formazione per ragazzi e insegnanti.

Lo scopo della manifestazione è quello di costruire un ambiente diffuso in grado di mantenere una rete di relazioni all’interno della comunità di disegnatori, scrittori e autori.

In questa edizione è stata introdotta anche una web radio che trasmette una raccolta di podcast di contenuti differenti: dalle letture di classici dedicati all’infanzia fino alle recensioni relative alle graphic novel imperdibili.

La gestione delle attività della manifestazione è affidata ad un gruppo di volontari che cura anche l’organizzazione di alcuni eventi in presenza secondo i protocolli previsti.

Smart NationAl via Cesena Comics & Stories, il festival del fumetto è online
Vai all'articolo

Il terzo rapporto Auditel-Censis evidenzia le lacune nella digitalizzazione delle famiglie italiane

No comments

Con la presentazione del terzo rapporto Auditel-Censis si assiste ad una fotografia piuttosto particolare della nuova normalità digitale delle famiglie italiane: durante l’ultimo periodo, a causa dell’epidemia da COVID-19, i dispositivi tecnologici hanno assunto un’importanza rilevante nella vita quotidiana.

Secondo gli ultimi dati però, quasi tre milioni e mezzo di famiglie italiane non dispongono di collegamento ad internet e quindi sono impossibilitate a svolgere qualsiasi tipo di attività da remoto.

L’analisi Auditel-Censis pone l’accento sugli squilibri socio-economici che determinano il grado di carente digitalizzazione delle famiglie italiane ma che, a loro volta, innescano dinamiche per cui l’assenza di adeguati strumenti tecnologici limita le possibilità formative e occupazionali delle persone coinvolte.

Il collegamento ad internet è disponibile nell’85,9% delle case italiane, media fra il 98,1% di quelle di livello socio-economico elevato e il 59,5% di quelle di chi ha un livello socio-economico basso. 

Sono invece quasi 6 milioni le famiglie che si collegano al web solamente utilizzando uno smartphone e che quindi non possono beneficiare dei vantaggi della banda ultra larga garantita da connessioni in fibra ottica.

Smart NationIl terzo rapporto Auditel-Censis evidenzia le lacune nella digitalizzazione delle famiglie italiane
Vai all'articolo

SPID, online la nuova procedura semplificata di riconoscimento

No comments

Si chiama audio-video ed è la nuova modalità di riconoscimento per ottenere l’identità digitale SPID che consente di richiedere e attivare le credenziali senza recarsi fisicamente presso uno sportello per il riconoscimento de visu.

La nuova procedura rappresenta una semplificazione del precedente processo anche perché non richiede la presenza di un operatore come invece avveniva per il riconoscimento da remoto tramite webcam.

E’ sufficiente registrarsi sul sito del gestore di identità prescelto fra quelli disponibili dopo aver verificato che abbia attivato questa nuova metodologia.

Tramite il proprio smartphone è sufficiente realizzare un video in cui mostra il suo documento di riconoscimento italiano in corso di validità e la tessera sanitaria o, in alternativa, il tesserino del codice fiscale: per scongiurare il furto di identità è stato progettato un sistema di controllo tramite codice OTP inviato tramite sms.

In aggiunta un ulteriore elemento di controllo è rappresentato da un bonifico bancario di pochi centesimi da effettuare tramite un conto corrente intestato alla persona che ha richiesto il rilascio dell’identità digitale.

L’operatore dell’identity provider scelto verificherà nel giro di pochi giorni le informazioni e provvederà al rilascio dell’identità digitale.

Rimangono valide le altre metodologie per l’ottenimento di SPID: di persona presso gli uffici dei gestori di identità digitale, via webcam con operatore messo a disposizione dal provider o tramite CIE e l’identificazione attraverso le app dei gestori.

Maggiori dettagli nel comunicato del Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione.

Smart NationSPID, online la nuova procedura semplificata di riconoscimento
Vai all'articolo

TIM sostiene l’Università degli Studi di Padova nello sviluppo della didattica digitale

No comments

TIM e l’Università degli Studi di Padova hanno raggiunto un accordo che consente alla compagnia telefonica di contribuire allo sviluppo della didattica digitale dell’Ateneo patavino tramite un’iniziale fornitura di 48 mila SIM e altrettanti modem LTE da destinare agli studenti.

Lo scopo è quello di semplificare la fruizione delle lezioni a distanza tramite la piattaforma di e-learning che l’Università degli Studi di Padova intende usare per semplificare l’accesso ai contenuti formativi da remoto.

Si tratta di un primo intervento che snellisce il ricorso all’e-learning come metodologia formativa che gli studenti potranno privilegiare ritirando SIM e modem presso i punti vendita TIM dedicati alla consegna oppure eleggendo un indirizzo per riceverle comodamente a casa.

L’attivazione della strumentazione messa a disposizione da TIM avviene tramite il portale dell’Università degli Studi di Padova che ne cura anche la prenotazione presso i punti vendita o in alternativa la consegna a domicilio tramite corriere.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa sul sito di TIM.

Smart NationTIM sostiene l’Università degli Studi di Padova nello sviluppo della didattica digitale
Vai all'articolo

Partecipazione, Regione Marche coinvolge online i cittadini nella definizione della strategia regionale

No comments

Regione Marche ha lanciato una procedura online per coinvolgere i cittadini nella strategia regionale all’insegna della partecipazione condivisa: lo scopo è quelo di sviluppare un confronto costruttivo evidenziando al contempo le buone pratiche di sostenibilità territoriali.

Tramite un questionario online i marchigiani potranno orientare gli incontri previsti già a settembre relativi alle consultazioni territoriali su cinque priorità individuate, ossia: prevenire e ridurre i rischi di catastrofi, affrontare i cambiamenti climatici, tutelare la biodiversità, dignità di vita per ogni persona, promuovere la ricerca industriale e l’innovazione verso soluzioni sostenibili (efficienza energetica, riduzione delle emissioni, recupero e riutilizzo dei sottoprodotti, sviluppo produzioni biocompatibili).

La programmazione sui cui è chiamata ad esprimersi la cittadinanza, onde orientare obiettivi e priorità, è sostenuta con la programmazione dei fondi europei 2021-2027: il questionario online rappresenta il primo percorso di ricognizione sui temi e argomenti di maggiore interesse rilevati dai cittadini che poi verranno approfonditi tramite un forum rivolto ai cittadini e alle associazioni di volontariato nonché giornate di partecipazione per gli stakeholder.

Smart NationPartecipazione, Regione Marche coinvolge online i cittadini nella definizione della strategia regionale
Vai all'articolo

Dove lo butto, la piattaforma digitale di Nestlé dedicata alla raccolta differenziata

No comments

Dove lo butto? Questa domanda non sarà più un problema per quanto riguarda i rifiuti: Nestlé ha infatti lanciato una nuova piattaforma digitale dedicata alla raccolta differenziata chiamandola proprio in questo modo.

L’obiettivo è quello di informare e aiutare i consumatori nel corretto smaltimento dei rifiuti a prescindere dal luogo in cui si trovino.

In Italia infatti le regole per la raccolta differenziata variano tra un territorio e l’altro per le divergenze operative fra le Amministrazioni coinvolte: nel contempo anche gli utenti spesso non sono in grado di determinare correttamente il materiale con cui sono composti i prodotti.

Nelle intenzioni la piattaforma promossa da Nestlé, raggiungibile sul sito dovelobutto.nestle.it, permette agli utenti di scaricare gratuitamente sul proprio smartphone uno strumento in grado di effettuare la scansione del codice a barre del prodotto da buttare e riconoscerne la composizione indicando il corretto iter di smaltimento in funzione del Comune in cui ci si trova.

L’applicazione facilita il compito grazie alla geolocalizzazione ma è anche possibile effettuare ricerche manuali tramite parole chiave per individuare il prodotto e le informazioni sul territorio in cui smaltire il rifiuto.

Gli utenti possono migliorare il prodotto grazie a suggerimenti inviati direttamente all’indirizzo e-mail dovelobutto@it.nestle.com.

Smart NationDove lo butto, la piattaforma digitale di Nestlé dedicata alla raccolta differenziata
Vai all'articolo

Aumenta la fruizione delle piattaforme digitali di streaming e delle biblioteche online

No comments

Boom di accessi alle piattaforme digitali di streaming e alle biblioteche online: contenuti video, audio e libri digitali sono stati letteralmente presi da assalto da parte degli utenti nell’ultimo periodo.

Il motivo è sicuramente riconducibile all’epidemia COVID-19 che ha determinato il distanziamento sociale e il conseguente aumento della richiesta di contenuti digitali molto marcato.

Dal 17 marzo Netflix in Italia ha riportato un aumento globale di accessi pari al 332%: tra le altre realtà che hanno subito un’impennata ci sono la neonata Disney Plus con un incremento del 290% e la piattaforma Prime Video di Amazon con un aumento del 266%.

L’incremento della domanda ha costretto i colossi dello streaming a ridurre la qualità dei video trasmessi per non penalizzare le infrastrutture di telecomunicazioni a causa dell’impegno di banda originariamente allocata per lo streaming in alta qualità delle informazioni.

Questo fatto basta a rendere il quadro dell’intensa fruizione delle informazioni che non è immune da generare un impatto negativo sull’ambiente: tutti i contenuti condivisi elettronicamente infatti sono archiviati su server attivi e raffreddati con un conseguente elevato consumo di elettricità.

Medesima valutazione anche per la fruizione dei libri online tramite il sistema bibliotecario MLOL (Media Library On Line) e le varie piattaforme bibliotecarie territoriali.

In Emilia-Romagna, per esempio, il sistema bibliotecario Emilb e Biblioteche Romagna registrano un aumento pari al triplo delle consultazioni e dei prestiti rispetto allo stesso mese del 2019 (+291,27 % Emilb e + 246% Biblioteche Romagna) ma anche un notevole salto in avanti rispetto al mese precedente.

Le statistiche riportano il successo dell’utilità dell’accesso gratuito alle risorse culturali disponibili in rete, un trend in crescita valorizzato durante la pandemia che si spera non venga a ridursi.

Smart NationAumenta la fruizione delle piattaforme digitali di streaming e delle biblioteche online
Vai all'articolo

Fattore J, online l’iniziativa per lo sviluppo nei giovani dell’empatia verso le persone affette da malattie

No comments

Per sostenere le persone affette da malattie è partita una nuova iniziativa di Fondazione Mondo Digitale in collaborazione con Janssen Italia, divisione farmaceutica del gruppo Johnson & Johnson.

Si chiama Fattore J e consiste in una campagna di sensibilizzazione online tramite video pillole educative ed eventi di formazione nelle scuole di alcune regioni italianeLazio, Lombardia, Piemonte, Sicilia, Emilia Romagna e Veneto.

L’iniziativa punta a coinvolgere circa 100.000 studenti delle scuole superiori che verranno guidati ad una corretta comprensione scientifica dei modi per prevenire e affrontare alcune patologie da parte di esperti che prepareranno i ragazzi non solo sui risvolti delle malattie relative a differenti aree terapeutiche ma anche alla dimensione umana nell’affrontare tali contesti sviluppando intelligenza emotiva e maggiore consapevolezza.

Il primo appuntamento è calendarizzato per il 23 aprile con un ciclo di webinar animati da Progetto Itaca onlus, una fondazione che promuove programmi di supporto a persone affette da disturbi della salute mentale e ai loro familiari.

I giovani, in collegamento tramite una classe virtuale diffusa nelle regioni coinvolte, potranno partecipare a distanza agli appuntamenti formativi.

Tra gli aderenti al progetto vi sono: l’Associazione Italiana contro Leucemie, Linfomi e Mieloma (Ail), l’Associazione Ipertensione Polmonare Italiana Onlus (Aipi), l’Associazione Malati Reumatici del Piemonte (Amar), l’Associazione Nazionale per le Malattie Infiammatorie Croniche dell’Intestino (Amici Onlus), l’Associazione Nazionale Amici per la Pelle (Anap Onlus), l’Associazione Psoriasici Italiani Amici della Fondazione Corazza (Apiafco), il Network Persone Sieropositive (Nps Italia Onlus) e ovviamente Progetto Itaca Onlus.

Smart NationFattore J, online l’iniziativa per lo sviluppo nei giovani dell’empatia verso le persone affette da malattie
Vai all'articolo

La Camera di Commercio di Catanzaro attiva la prenotazione online per il rilascio della firma digitale

No comments

La Camera di Commercio di Catanzaro introduce un nuovo sistema di prenotazione online per pianificare gli appuntamenti relativi al rilascio dei dispositivi di firma digitale: collegandosi al sito ufficiale della Camera di Commercio è infatti possibile, tramite una semplice interfaccia accessibile facilmente da qualsiasi dispositivo, prenotare il giorno e l’ora esatti in cui recarsi allo sportello dedicato e ottenere il proprio dispositivo di firma digitale.

Dalla pagina dedicata è sufficiente selezionare la sede di rilascio e la data e ora dell’appuntamento compilando il modulo con i propri dati: la piattaforma consente inoltre di gestire la propria prenotazione modificandola o cancellandola in base alle proprie esigenze.

La firma digitale è uno strumento indispensabile per consentire la partecipazione di privati e aziende a bandi e concorsi o per la sottoscrizione telematica di documenti e atti verso la Pubblica Amministrazione.

L’obiettivo della Camera di Commercio di Catanzaro è quello di ridurre significativamente i tempi di attesa e le code allo sportello ottimizzando l’efficienza dei propri uffici e azzerando le difficoltà logistiche che potrebbero coinvolgere gli utenti che devono presentare domande e bandi.

Chiunque avrà bisogno della firma digitale non dovrà fare più la fila ma potrà programmare il passaggio a questa nuova tecnologia senza traumi ma soprattutto contribuendo all’ottimizzazione delle risorse degli uffici camerali.

Gli appuntamenti presso la sede camerale di Catanzaro in via Menniti Ippolito sono prenotabili nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:30 e nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 15:00 alle ore 17:00; gli appuntamenti presso la sede distaccata di Lamezia Terme in via Perugini sono prenotabili nei giorni di lunedì dalle 9:00 alle 12:30 e giovedì dalle 15:00 alle 17:00.

Smart NationLa Camera di Commercio di Catanzaro attiva la prenotazione online per il rilascio della firma digitale
Vai all'articolo

In aumento gli italiani che trascorrono il proprio tempo online

No comments

L’Italia vanta quasi 50 milioni di accessi ad internet su base giornaliera di cui 45 milioni da dispositivi mobile come smartphone e tablet: questo è uno dei dati che emergono dalla nona edizione della ricerca “Digital 2020“, l’analisi realizzata da We Are Social in collaborazione con Hootsuite.

Non solo, gli utenti italiani trascorrono in media 6 ore al giorno di cui, in media, 1 ora e 57 minuti vengono impiegati per l’utilizzo di social network.

Internet è il luogo primario dove reperire informazioni ma uno dei motivi principali per cui le persone si collegano è l’intrattenimento: il 92% degli utenti guarda contenuti video, il 34% vlog, il 57% ascolta musica in streaming, il 39% web radio e il 23% podcast.

Fra i campi applicativi in emersione c’è l’uso dei servizi controllati con la voce, tipicamente gli assistenti vocali: il 35% degli utenti ne utilizza almeno uno.

Anche i dispositivi indossabili riscuotono un significativo successo: il 15% degli utenti possiede uno smartwatch o un altro wearable triplicando così i numeri che risalgono all’anno scorso.

Il 94% degli italiani ha uno smartphone che viene impiegato soprattutto app di messaggistica (92%), per l’intrattenimento e la fruizione di contenuti video (73%) quindi per l’ascolto di musica (52%) e per lo shopping (68%) e il gaming (43%).

Circa le piattaforme utilizzate, la più frequentata è YouTube seguita dalle app appartenenti alla famiglia di Facebook anche se è in rapido aumento TikTok, la piattaforma social che globalmente ha con 800 milioni di utenti attivi al mese di cui 300milioni fuori dalla Cina.

Smart NationIn aumento gli italiani che trascorrono il proprio tempo online
Vai all'articolo