Colt e Open Fiber siglano un accordo per sostenere la connettività delle aziende italiane

No comments

Open Fiber e Colt Technology Services, multinazionale leader nelle soluzioni di connettività a banda ultra larga per aziende, hanno sottoscritto un accordo che permette a Colt di utilizzare la presenza della rete di Open Fiber per rendere più capillare la propria copertura.

In questo modo Colt potrà supportare meglio e con maggiore efficacia le imprese italiane espandendo così il proprio network che già oggi oltre 29.000 edifici e 900 data center nel mondo.

La nuova collaborazione faciliterà enormemente il collegamento tra sedi e filiali aziendali supportando le strategie di globalizzazione delle aziende italiane.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Open Fiber.

smartnationColt e Open Fiber siglano un accordo per sostenere la connettività delle aziende italiane
Vai all'articolo

A Schio arriva la fibra ottica di Open Fiber

No comments

Sono in corso i lavori di cablaggio del Comune di Schio tramite la posa della nuova infrastruttura in fibra ottica che punta a collegare 14mila unità immobiliari alla rete di Open Fiber.

Grazie ad un investimento di circa 5 milioni di euro, cittadini e imprese ma anche gli Enti della PA potranno beneficiare della rete veloce in modalità FTTH (Fiber To The Home) e sfruttare i servizi digitali che necessitano di larghezze di banda importanti come lo streaming, la didattica a distanza, lo smart working ma anche i servizi evoluti tipici di una smart city.

La nuova rete avrà una lunghezza complessiva di circa 180 chilometri ed è in completamento per fasi progressive, la prima delle quali entro l’anno con inclusione di buona parte del centro e del quartiere di Santa Croce e SS. Trinità.

Circa l’80% dei lavori prevede il riuso di strutture esistenti fra cui cavidotti e reti sotterranee o aeree con predilezione, nel caso di nuovi scavi, di modalità innovative e a basso impatto ambientale.

Le prime attivazioni effettive con fibra commercializzata saranno operative entro fine mese.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa.

Smart NationA Schio arriva la fibra ottica di Open Fiber
Vai all'articolo

Il Comune di Monopoli sigla l’accordo con Open Fiber per la nuova rete in fibra ottica

No comments

Il Comune di Monopoli sigla la convenzione con Open Fiber per avviare il cablaggio di 18mila unità immobiliari tramite una rete di telecomunicazioni interamente in fibra ottica che verrà realizzata nei prossimi 18 mesi.

Si tratta di un traguardo importante per uno dei più attivi porti dell’Adriatico che beneficerà enormemente di un’infrastruttura all’avanguardia in grado di garantire a cittadini e imprese un accesso al web ad altissima velocità grazie alle performance assicurate dalla rete in fibra ottica in modalità FTTH (Fiber To The Home) che raggiunge la velocità di 1 Gigabit al secondo.

L’avvio dei cantieri rispetterà la sostenibilità riducendo il più possibile l’impatto degli scavi riutilizzando, ove possibile, infrastrutture esistenti: su un totale dei 91 chilometri di rete previsti, ben 62 chilometri sono costituiti da impianti interrati o aerei già presenti sul territorio urbano.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di Open Fiber.

smartnationIl Comune di Monopoli sigla l’accordo con Open Fiber per la nuova rete in fibra ottica
Vai all'articolo

Cuneo, la fibra ottica di Open Fiber connette le prime unità immobiliari

No comments

Circa 4500 case e uffici dei quartieri Gramsci e Cuneo Nuova dispongono dell’accesso alla nuova infrastruttura in fibra ottica di Open Fiber: il Capoluogo della Granda può così vantare la connessione fino a 1 Gigabit per secondo grazie all’ultimazione del cablaggio delle prime aree della città.

Complessivamente il progetto prevede che siano connesse 21mila unità immobiliari con un investimento diretto superiore ai 7 milioni di euro e venga quindi potenziato dalla banda ultra larga l’importante polo agroalimentare e industriale nazionale che ha in Cuneo il proprio epicentro.

La rete in fibra ottica di Open Fiber è in modalità FTTH (Fiber To The Home) e si sviluppa per circa 115 chilometri su tutto il territorio comunale.

Tale rete consente di abilitare servizi tipici delle smart city, potenziare la connettività domestica e business, incrementare le potenzialità dello smart working oltre ad agevolare studenti e docenti nella didattica a distanza senza interruzioni.

Le aziende che hanno avviato la commercializzazione dei servizi su fibra ultraveloce di Open Fiber in città sono: Fibra.City, Media Communications, Melita, Sky, Tiscali, Vodafone e WINDTRE.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di Open Fiber.

Smart NationCuneo, la fibra ottica di Open Fiber connette le prime unità immobiliari
Vai all'articolo

Online il nuovo sito dedicato al piano BUL

No comments

Il piano BUL è un programma ambizioso, avviato nel 2015, ideato per pianificare e semplificare il processo di ammodernamento dell’infrastruttura di rete italiana in modo da consentire a cittadini e imprese di poter finalmente accedere ad Internet ad alta velocità anche nelle aree più remote del Paese.

Per poter consentire questo difficile processo di evoluzione, Infratel Italia ha indetto tre bandi di gara che sono stati aggiudicati a Open Fiber, azienda che ha preso in carico l’effettiva esecuzione della posa della nuova infrastruttura di rete veloce impegnandosi soprattutto nel coprire le aree bianche ossia le zone a fallimento di mercato da sempre evitate per evidenti mancanze di profittabilità degli interventi di collegamento.

La rete realizzata da Open Fiber nelle aree bianche, interamente FTTH, è di proprietà dello Stato ma resterà in concessione alla società appaltante per 20 anni: entro il 2025 si punta a coprire tutte le unità immobiliari con almeno 100Mbps elevata a 1Gbps per scuole ed edifici pubblici.

In considerazione della progressività della copertura e dei tempi necessari per realizzare l’infrastruttura, ha debuttato il nuovo sito del piano BUL che consente di offrire ai cittadini le stesse informazioni in tempo reale sullo stato di avanzamento dei lavori e sull’avanzamento del progetto fornite dalla concessionaria Open Fiber a Infratel.

La nuova piattaforma nasce all’insegna della massima trasparenza fornendo, nella misura più granulare possibile, i dati della connettività a banda larga e ultralarga disponibile o pianificata per qualunque numero civico d’Italia.

Smart NationOnline il nuovo sito dedicato al piano BUL
Vai all'articolo

A Cosenza inizia la commercializzazione della fibra ottica di Open Fiber

No comments

La fibra ottica di Open Fiber ha ormai collegato Cosenza che può vantare oltre 8mila unità immobiliari pronte a navigare sulla rete grazie all’infrastruttura veloce in fibra ottica FTTH: la rivoluzione tecnologica bruzia parte da questo primo lotto di edifici interconnessi ad una velocità di connessione fino a 1 Gigabit per secondo.

Dopo aver raggiunto la città, come anticipato in precedenza, Open Fiber ha dato il via alla commercializzazione dei servizi in fibra ultraveloce sulle rive del Crati per il primo lotto di edifici a cui seguiranno i lavori per collegare oltre 39mila unità tra case, negozi e uffici.

Le zone già raggiunte dal servizio di connettività a banda ultralarga sono quelle ricomprese tra Piazza Europa, Via Nicola Serra, Via Alberto Serra, Via Pasquale Rossi, Via Simonetta, Corso Luigi Fera, una porzione di Viale della Repubblica e Via Panebianco, Via Caloprese, Via Misasi e Via delle Medaglie d’oro.

L’infrastruttura di rete in modalità FTTH prevede circa 650km di cavi in fibra ottica ultraveloce che consente di sviluppare connettività e servizi digitali: proprio questi rappresentano le leve principali della produttività per consentire al territorio di crescere ed estendere le opportunità per la popolazione con servizi come l’Internet of Things, l’e-health, il cloud computing, lo streaming online di contenuti in HD e molto altro fra cui i servizi digitali evoluti tipicamente adottabili dalle smart city come per esempio il controllo elettronico degli accessi, il monitoraggio ambientale o la gestione intelligente dell’illuminazione pubblica.

La commercializzazione dei servizi passa attraverso gli operatori al dettaglio fra cui: Fibra City, Tiscali, Vodafone e Wind Tre.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa.

Smart NationA Cosenza inizia la commercializzazione della fibra ottica di Open Fiber
Vai all'articolo

La fibra ottica di Open Fiber raggiunge il Comune di La Spezia

No comments

Il Comune di La Spezia fruisce dell’alta velocità della connessione infrastrutturale garantita da Open Fiber attraverso la modalità FTTH (Fiber To The Home).

La città, che rappresenta un importante polo industriale del Mediterraneo in quanto sede di uno dei più importanti Arsenali militari marittimi d’Italia ed è il secondo centro urbano della Liguria, accelera e garantisce il cablaggio delle prime 11mila case ora sono servite dalla fibra ottica fino a 1 Gigabit al secondo commercializzata dagli operatori Vodafone, Wind Tre, Tiscali e Withu su rete di Open Fiber.

La fibra ultraveloce è presente nei quartieri Migliarina e Canaletto mentre si attende l’estensione della banda ultra larga per le quasi 36mila unità immobiliari già incluse nel piano di sviluppo.

Attraverso una rete di circa 21mila chilometri di fibra ottica e grazie ad un investimento complessivo pari a oltre 13 milioni di euro Open Fiber vuole rilanciare la competività del Paese e consentire la nascita e crescita dei servizi che necessitano delle alte velocità di banda.

Fra questi l’IoT, il cloud computing, lo streaming di contenuti audio/video ad alta definizione ma anche i servizi della PA come la mobilità sostenibile, il controllo elettronico degli accessi, il monitoraggio ambientale, la gestione dell’illuminazione pubblica e della videosorveglianza oltre sostenere il turismo digitale.

Smart NationLa fibra ottica di Open Fiber raggiunge il Comune di La Spezia
Vai all'articolo

In Italia cresce la diffusione di connettività veloce

No comments

Secondo i dati Agcom raccolti con lo strumento Misura Internet Mobile, l’Italia sta attraversando un periodo molto felice per quanto concerne la diffusione della banda larga e della connettività veloce.

Nell’ultimo anno, e in particolare tra aprile e agosto, i rilevamenti in 40 città hanno registrato miglioramenti significativi nelle velocità verificate oltre alla metà delle suddette rispetto all’anno precedente con un aumento medio della velocità di upload di circa 20Mbps e di download di circa 31Mbps.

Si tratta di miglioramenti che si collocano in un +10-12%: fra le città più virtuose nel miglioramento dei dati tecnici relativi alla velocità di connessione spicca Bologna seguita da Bari e Torino che una delle città in Italia più reattive nella corsa all’implementazione della rete 5G.

Significativo anche il risultato di Roma che, seppure in termini assoluti non registri velocità di picco da primatista in classifica, ottiene una menzione speciale per il miglioramento percentuale rispetto all’anno passato con un incremento del 27% per il download e il 17% per l’upload.

Meno bene va a Milano che, pur mantenendo prestazioni allineate in termini assoluti, non si schioda da un +3% rispetto alle velocità ottenute nello scorso anno.

Il miglioramento delle condizioni di connettività è gioco di squadra

I miglioramenti delle condizioni di connettività è dovuto alla collaborazione infrastrutturale fra aziende come TIM e Open Fiber che cercano di colmare il gap rispetto ai Paese europei del Centro e Nord Europa anche se la bassa richiesta di attivazioni di nuove utenze conferma un livello di alfabetizzazione informatica piuttosto basso.

Smart NationIn Italia cresce la diffusione di connettività veloce
Vai all'articolo