Il Comune di Desio aderisce al nodo eIDAS italiano

No comments

Il Comune di Desio avvicina i cittadini dell’Unione Europea all’Amministrazione consentendo loro di accedere ai servizi online forniti dallo sportello telematico SpazioCOMUNE tramite le identità digitali erogate dai loro Paesi originari.

SPID è infatti una delle soluzioni che l’Italia ha messo in cantiera per dotare i cittadini italiani di un’identità digitale: fa parte delle eID, ossia delle identità digitali europee, che consentono ai nostri cittadini di potersi identificare anche all’Estero se supportate dai canali dei Paesi in cui si intende effettuare l’identificazione.

Allo stesso modo i cittadini europei, laddove venga effettuata l’apposita procedura di convalida, possono effettuare il riconoscimento anche in Italia con l’identità digitale del loro Paese, omologa rispetto a SPID.

Il Comune di Desio ha quindi finalizzato il percorso che consente di connettersi al nodo eIDAS italiano permettendo quindi ai cittadini europei in possesso di identità digitali nazionali riconosciute in ambito eIDAS di accedere ai servizi delle Pubbliche amministrazioni italiane e, in particolare, a quelli erogati al Comune di Desio.

Tramite il pulsante “Login with eIDAS” i cittadini comunitari possono, per esempio, effettuare iscrizioni ai concorsi o effettuare i pagamenti delle multe e delle tasse universitarie.

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Desio.

Smart NationIl Comune di Desio aderisce al nodo eIDAS italiano
Vai all'articolo

ANAC e ACN insieme per la protezione del patrimonio informativo dei contratti pubblici

No comments

ANAC e ACN hanno sottoscritto a Roma un protocollo d’intesa per proteggere il patrimonio informativo della Banca dati nazionale dei contratti pubblici istituita presso l’ANAC collaborando nel campo dell’anticorruzione, della trasparenza e degli appalti.

Dal momento che la cybersicurezza diverrà nei prossimi anni progressivamente sempre più importante con il moltiplicarsi degli attacchi informatici e della criminalità informatica in generale, appare chiaro che un eventuale attacco diretto alla banca dati di ANAC potrebbe compromettere l’affidamento di appalti da parte delle varie stazioni appaltanti italiane.

Ciò diventa ancora più importante in concomitanza con la disponibilità dei fondi del PNRR per cui è previsto il potenziamento della banca dati di ANAC, il rafforzamento della sicurezza cibernetica e soprattutto la migrazione dei dati in cloud per completare la piena digitalizzazione della Pubblica Amministrazione.

Maggiori informazioni nel comunicato di ANAC.

Smart NationANAC e ACN insieme per la protezione del patrimonio informativo dei contratti pubblici
Vai all'articolo

ANAC lancia il Fascicolo Virtuale dell’Operatore Economico

No comments

Tutto è pronto per il lancio del Fascicolo Virtuale dell’Operatore Economico (FVOE) che ANAC, l’Autorità Nazionale Anticorruzione, si appresta a lanciare nelle prossime ore e che consentirà alle stazioni appaltanti, attraverso una semplice interfaccia web, di verificare i requisiti di partecipazione agli appalti pubblici da parte delle imprese.

Per poter partecipare alle gare d’appalto infatti, a partire da circa metà novembre, sarà obbligatorio il ricorso al FVOE che soppianta il sistema Avcpass precedentemente utilizzato: avevamo già parlato dell’istituzione del FVOE in tempi non sospetti.

La nuova piattaforma non si ferma alla fase di aggiudicazione delle gare ma viene estesa alla fase di esecuzione e al mantenimento dei requisiti degli aggiudicatari e dei subappaltatori con l’istituzione dell’Elenco degli operatori economici già verificati in modo da semplificare e velocizzare le procedure di aggiudicazione.

Il Fascicolo Virtuale dell’Operatore Economico contiene tutti i dati per la partecipazione alle gare per cui è obbligatoria la verifica attraverso i sistemi di ANAC sulla sussistenza o meno di motivi di esclusione in base al Codice dei Contratti.

Maggiori dettagli nel comunicato di ANAC.

Smart NationANAC lancia il Fascicolo Virtuale dell’Operatore Economico
Vai all'articolo

Al via la Piattaforma Digitale Nazionale Dati

No comments

La Piattaforma Digitale Nazionale Dati (PDND) è stata lanciata dal MITD, il Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Transizione Digitale, per consentire lo scambio di informazioni tra gli enti e la Pubblica Amministrazione nonché per l’interoperabilità dei sistemi informativi e delle basi dati pubbliche.

Questa piattaforma, prevista espressamente dal PNRR, vuole dare applicazione al principio del once-only, ossia l’inserimento delle informazioni solo una volta: questo principio evidenzia come cittadini e aziende non debbano più fornire dati che la PA già possiede.

Attualmente infatti è ancora diffusa la necessità di ripresentare i medesimi documenti a diversi Enti o, nella peggiore delle ipotesi, a diversi uffici del medesimo Ente: un’inefficienza totale considerando che dovrebbe essere onere delle Pubbliche Amministrazioni occuparsi dello scambio delle informazioni senza gravare sulla popolazione.

Contestualmente alla presentazione della piattaforma, è stato pubblicato il primo avviso per i Comuni interessati con un primo stanziamento di 110 milioni di euro per i Comuni che vogliono pubblicare nel catalogo della PDND le API necessarie all’integrazione dei dati.

La domanda di adesione alla piattaforma deve essere presentata entro il 17 febbraio 2023.

Maggiori informazioni nel comunicato del MITD.

Smart NationAl via la Piattaforma Digitale Nazionale Dati
Vai all'articolo

Il Comune di Trani lancia il nuovo sito istituzionale

No comments

Il Comune di Trani ha lanciato il nuovo sito istituzionale: una nuova interfaccia grafica e un’innovativa architettura dei contenuti, in armonia con le specifiche definite nelle linee guida di design per i servizi web della Pubblica Amministrazione.

La nuova piattaforma, frutto della collaborazione con OpenContent e il Team per la Trasformazione Digitale, consente di ripensare completamente il rapporto con il cittadino ponendolo al centro dei servizi digitali erogati dall’Ente in modo da rispondere ai bisogni informativi dell’utenza con percorsi pensati per le varie tipologie di utilizzatori come privati e imprese.

Con un importante lavoro di redazione per lo spostamento e la revisione dei contenuti le informazioni sono state rese più fruibili e comprensibili: l’attenzione maggiore è verso i servizi online che il Comune di Trani offre ai propri cittadini con una stesura puntale delle schede dei servizi che verrà progressivamente portato avanti fino alla piena copertura dei servizi offerti.

L’attività di riorganizzazione va di pari passi con la riorganizzazione interna degli uffici comunali.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Trani.

Smart NationIl Comune di Trani lancia il nuovo sito istituzionale
Vai all'articolo

FacilitiaMO, il Comune di Modena lancia un percorso formativo per facilitatori digitali

No comments

Il Comune di Modena ha lanciato ufficialmente FacilitiaMO, un percorso di formazione destinato a facilitatori digitali che, tramite un ciclo di seminari gratuiti, potranno quindi approfondire tematiche legate ai servizi digitali pubblici e quindi premurarsi di diffonderle.

Le competenze acquisite tramite il percorso formativo mirano a semplificare il rapporto con i servizi informatici della Pubblica Amministrazione e in particolare del Comune di Modena: fra gli argomenti affrontanti vi è lo SPID e la sua attivazione, l’utilizzo dell’identità digitale, la registrazione di una PEC e come questa sia utile, l’installazione e l’uso dell’app IO, cos’è e come si utilizza il Fascicolo Sanitario Elettronico, quali sono i servizi digitali erogati dal Comune di Modena e molto altro.

Fra gli argomenti trasversali affrontati vi sono poi i diritti e doveri online e i rischi per la privacy e la propria identità durante l’utilizzo delle risorse disponibili in rete.

Il percorso di rivolge espressamente a coloro che, tramite la propria conoscenza, vogliono aiutare amici, colleghi e chiunque abbia necessità di impiegare i servizi digitali della Pubblica Amministrazione.

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato che certifica la capacità divulgativa del partecipante in termini di facilitazione digitale

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Modena.

Smart NationFacilitiaMO, il Comune di Modena lancia un percorso formativo per facilitatori digitali
Vai all'articolo

Il Comune di Aosta lancia il nuovo sistema informatico

No comments

Il Comune di Aosta ha rivoluzionato il sistema informatico avviando una profonda trasformazione digitale: la nuova piattaforma tecnologica permetterà gradualmente all’Amministrazione di gestire più efficacemente tutti i processi dell’Ente.

Il primo passo di questa transizione digitale avviene con le procedure correlate alla refezione scolastica: da oggi 1.500 utenti potranno iscrivere i propri figli alla refezione scolastica direttamente online tramite un’identità digitale come SPID o la CNS.

Non è più necessario allegare l’ISEE, di cui dovranno essere riportati solo gli estremi, ed è possibile indicare eventuali esigenze individuali in ambito dietetico anche qualora fossero temporanee: i pagamenti sono effettuabili tramite il sistema PagoPA.

Il nuovo sistema porta vantaggi sostanziali grazie alla creazione di banche dati univoche e interoperabili con l’estensione alla gestione di tutti i servizi comunali: è in corso di realizzazione la migrazione di tutti gli attuali cinque sistemi informativi, tra cui Anagrafe e Protocollo, in un’unica piattaforma.

Maggiori informazioni sul sito del Comune di Aosta.

Smart NationIl Comune di Aosta lancia il nuovo sistema informatico
Vai all'articolo

Civis Fossano, disponibile l’app del Comune di Fossano

No comments

Si chiama Civis Fossano ed è la nuova applicazione per smartphone e tablet, sia iOS che Android, creata per rendere disponibili online in modo semplice e veloce tutte le informazioni relative al Comune di Fossano con la possibilità di inviare segnalazioni su eventuali disservizi come per esempio illuminazione pubblica non funzionante o problematiche al manto stradale.

L’app, che sostituisce la precedente Comuni-Chiamo, presenta alcune aree tematiche fra cui le notizie del Comune, gli eventi programmati e altri servizi di pubblica utilità fra cui l’invio delle segnalazioni per cui è però necessario registrarsi.

Civis Fossano si candida come un canale alternativo, facilmente utilizzabile, per accedere ai servizi digitali del Comune che sono stati ampiamente rivisti nel corso del tempo: l’app è completamente integrata con il sito e lo sportello digitale del cittadino, il portale dei tributi nonché gli sportelli per l’edilizia e per le attività produttive.

Maggiori informazioni sul sito del Comune di Fossano.

Smart NationCivis Fossano, disponibile l’app del Comune di Fossano
Vai all'articolo

inPA, il portale nazionale del reclutamento offre nuove funzioni

No comments

Il portale inPA, nato in via sperimentale ad agosto dell’anno scorso come abbiamo già descritto, si è ulteriormente evoluto: lanciato come unica porta di ingresso digitale per accedere ai concorsi delle amministrazioni pubbliche e alle procedure di mobilità, il portale inPA aggiunge ora nuove funzioni con la possibilità, da parte delle amministrazioni centrali e delle autorità indipendenti, di pubblicare online i propri bandi di concorso per le assunzioni a tempo indeterminato e determinato.

Il portale inPA è a tutti gli effetti un enorme semplificazione per la ricerca di risorse umane da parte della PA e di opportunità di lavoro da parte dei già dipendenti pubblici o di coloro che sono interessati a diventarlo.

I candidati che vorranno partecipare alle selezioni dovranno abituarsi a questo nuovo sistema che diventerà obbligatorio dal 1° novembre: il ricorso al portale inPA sarà esteso alle Regioni italiane ed Enti locali previa apposito decreto.

Attualmente il portale inPA sfrutta una banca dati di circa 6 milioni di profili grazie anche ai protocolli d’intesa siglati con gli Ordini e le associazioni di professionisti.

Per utilizzare il portale è sufficiente disporre di un’identità digitale, SPID o CIE, mentre le informazioni e chiarimenti sono forniti nella nota circolare n. 1/2022 del Dipartimento della Funzione pubblica.

Maggiori informazioni nel comunicato del Dipartimento della Funzione Pubblica.

Smart NationinPA, il portale nazionale del reclutamento offre nuove funzioni
Vai all'articolo

Trentino Digitale accelera la digitalizzazione del territorio

No comments

Trentino Digitale, la società di sistema pubblica che ha in gestione dalla Provincia il Sistema informativo elettronico provinciale (Sinet) e che è incaricata di accelerare il processo di digitalizzazione dei servizi pubblici erogati dai Comuni, sta accelerando il processo di digitalizzazione del territorio trentino.

Nell’ultimo anno, anche a seguito del rafforzamento della collaborazione con il Consorzio dei Comuni Trentini con la sottoscrizione del contratto di rete per la digitalizzazione e l’innovazione degli enti locali, Trentino Digitale ha svolto diverse attività tra cui il completamento della progettazione esecutiva per collegare 9 rifugi in quota con la banda larga e altri quattro tramite tecnologia satellitare.

Non solo, sono stati avviati anche lavori per la migrazione dei dati dai data center verso piattaforme idonee alla prossima migrazione dei dati in cloud.

Lo sforzo di tutte le politiche e attività svolte da Trentino Digitale è verso la costituzione di un territorio intelligente abilitato dalla tecnologia in modo che cittadini e imprese possano beneficiare, in modo diffuso, della rivoluzione digitale innescata negli ultimi anni e fortemente accelerata con la pandemia.

Tra le attività in corso di attuazione vi è inoltre la realizzazione di un wallet che consenta di qualificare digitalmente il cittadino, di attivare i servizi digitali gestiti dal sistema pubblico del territorio trentino garantendone e certificandone la validità a livello di processo e a livello documentale.

Un’apposita serie di cruscotti permetteranno di monitorare lo stato di erogazione e di soddisfazione della cittadinanza.

Maggiori dettagli nel comunicato della società.

Smart NationTrentino Digitale accelera la digitalizzazione del territorio
Vai all'articolo