Penny Market introduce nei punti vendita i servizi di ATM virtuale e pagamento digitale

No comments

Penny Market attiva nei propri punti vendita due servizi estremamente interessanti per la clientela ma anche per le persone che si trovano in prossimità di uno dei punti vendita della catena di distribuzione alimentare.

Da oggi infatti, tramite la piattaforma Viacash e grazie all’accordo con le banche aderenti, è possibile depositare e ritirare contanti dal proprio conto direttamente attraverso l’app di mobile banking del proprio smartphone: le banche partner dell’iniziativa sono Hype, bunq e N26.

Tramite l’adesione della rete di punti vendita Penny Market, la copertura territoriale in Italia è salita vertiginosamente: i punti vendita abilitati sono ora 588.

Questo si traduce in una notevole semplificazione per effettuare pagamenti digitali da parte del consumatore ma anche consentire una più rapida diffusione degli strumenti elettronici di gestione del denaro.

Fra i vantaggi vi è sicuramente un potenziamento dell’esperienza d’acquisto dei consumatori e l’opportunità di incentivare ulteriormente l’adozione dello smartphone come strumento principe per i pagamenti evoluti anche grazie a campagne promozionali.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa.

Smart NationPenny Market introduce nei punti vendita i servizi di ATM virtuale e pagamento digitale
Vai all'articolo

PartenoPay, il Comune di Napoli lancia la propria piattaforma per i pagamenti

No comments

I cittadini di Napoli e dei Comuni della città metropolitana hanno un nuovo strumento per effettuare i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione locale.

Con pochi semplici clic i contribuenti potranno quindi versare online i pagamenti delle tasse sui rifiuti, dell’IMU, delle mense scolastiche e delle multe comminate in città.

PartenoPay è un sistema flessibile, semplice, sicuro e trasparente: utilizzandolo i cittadini non saranno più costretti a recarsi fisicamente negli uffici per le operazioni di pagamento ma potranno usare i propri dispositivi elettronici come smartphone e tablet.

Il vantaggio però non è solo per i contribuenti: anche la macchina amministrativa comunale potrà beneficiare dei risparmi di tempi e costi derivati dalla gestione digitale dei servizi normalmente gestiti in modalità tradizionale.

Ciò è possibile anche grazie all’appartenenza della piattaforma tecnologica POTESs utilizzata dal Comune di Napoli per gestire i propri processi amministrativi complessi e perfettamente compatibile con le linee guida fornite da AgID anche grazie all’integrazione con il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID).

Smart NationPartenoPay, il Comune di Napoli lancia la propria piattaforma per i pagamenti
Vai all'articolo

A Trapani arriva il pagamento digitale della sosta

No comments

Trapani passa al digitale per l’utilizzo e la gestione delle strisce blu: tutti i cittadini che vogliono parcheggiare in città sono quindi chiamati ad utilizzare il proprio smartphone, attraverso alcune applicazioni disponibili, per regolare la propria sosta.

Da domani tramite le app Easy Park e Drop Ticket i cittadini del Comune di Trapani possono dire addio al tagliando cartaceo della sosta utilizzando a piacimento una delle applicazioni disponibili che riconoscono una piccola commissione in base al software scelto: i vantaggi sono evidenti, in primi il fatto di poter pagare i minuti reali o di prolungare la sosta con apposite funzionalità.

Rimane comunque possibile ricorrere alla solita modalità tradizionale che si basa su ticket cartaceo.

Il provvedimento fa il paio con una riduzione delle tariffe di parcheggio e l’introduzione del tariffario sociale a 10 centesimi/ora nonché l’introduzione dell’abbonamento mensile a 5 euro e infine il ripristino della sosta gratuita sulle strisce blu per i disabili muniti di Cude, ossia il contrassegno dedicato.

Il passaggio al digitale ovviamente renderà più semplici i controlli da parte della Polizia Municipale che, tramite smartphone, potrà a sua volta verificare in tempo reale la regolarità della posizione del cittadino.

Smart NationA Trapani arriva il pagamento digitale della sosta
Vai all'articolo

PagoPA arriva in Sardegna

No comments

Il servizio PagoPA, l’infrastruttura tecnologica per effettuare pagamenti verso la Pubblica Amministrazione, sbarca in Sardegna grazie alla Direzione generale degli Affari generali: da domani 16 settembre i cittadini potranno effettuare pagamenti elettronici verso gli Enti aderenti.

Il servizio PagoPA è previsto dal Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD) ed è accessibile online tramite l’apposito sito regionale: esso risulta già integrato con il servizio di autenticazione SPID e con altre modalità di autenticazione quali la Carta Nazionale dei Servizi (tessera sanitaria), con lo Sportello unico dei servizi della Regione Sardegna e con il sevizio Digital Buras.

In maniera semplice, standardizzata ed affidabile tutti coloro che devono versare tributi, tasse, utenze, rette, quote associative, bolli e qualsiasi altro tipo di pagamento saranno in grado di procedere senza alcuna difficoltà e totalmente online.

Gli Enti coinvolti sono diversi e progressivamente riguarderanno tutti i Comuni della Regione Sardegna; il servizio sarà poi esteso ad altri soggetti, come aziende a partecipazione pubblica, scuole, università e comparto della sanità.

Lo scopo è quello di rendere la Sardegna una regione davvero digitale e sempre più vicina al cittadino.

Gli Enti coinvolti immediatamente da domani sono trentacinque e per la maggior parte Comuni quali Banari, Baradili, Barumini, Cargeghe, Dorgali, Elmas, Escalaplano, Galtelli, Guspini, Marrubiu, Olbia, Padria, San Basilio, Sant’Andrea Frius, Segariu, Senis, Serrenti, Siamaggiore, Siapiccia, Siddi, Sini, Siris, Suelli, Tempio Pausania, Tissi, Tramatza, Turri, Uras, Usellus, Villanovaforru, Zeddiani, poi Consiglio regionale, Ersu Cagliari e Laore.

Smart NationPagoPA arriva in Sardegna
Vai all'articolo

Borgofuturo, a Ripe San Ginesio sono protagonisti i pagamenti cashless

No comments

Borgofuturo, la manifestazione dedicata alla sostenibilità giunta ormai alla sua sesta edizione, introduce un primato per il Comune che la ospita: Ripe San Genisio infatti diventa il primo borgo di tutta Italia completamente cashless.

Per l’occasione, grazie all’intervento di SumUp, il piccolo Comune di 800 abitanti si trova ad avere completamente automatizzati i sistemi di pagamento di tutti i propri servizi.

Tramite i lettori di carte SumUp Air, i bar, i negozi di artigianato e gli stand enogastronomici di Ripe San Ginesio sono in grado di offrire ai visitatori la possibilità di pagare con carte contactless e chip&pin o direttamente con lo smartphone, tramite Apple Pay o Google Pay.

L’iniziativa, che risponde ad un’espressa vocazione ambientale, si inserisce nel piano di tutela e conservazione dell’ambiente che vede la raccolta differenziata ad una copertura del 75%, la presenza di un impianto fotovoltaico che produce più della metà del fabbisogno di energia elettrica delle utenze comunali, scuola comunale ad alta efficienza energetica e solare termico che produce acqua calda per la palestra e per l’asilo nido.

L’interesse per la tutela dell’ambiente ha fatto si che durante la manifestazione di Borgofuturo vengano sserviti cibi a km 0, utilizzate solo stoviglie biodegradabili e sia attivato un servizio di carpooling.

Gli spettacoli sono a basso impatto ambientale e i giochi per bambini sono stati realizzati con materiale di riciclo e di recupero; in più le transazioni cashless permetteranno di abbattere l’impatto ambientale di ogni transazione che è pari a 4,6 g di Co2 equivalenti (Co2e).

smartnationBorgofuturo, a Ripe San Ginesio sono protagonisti i pagamenti cashless
Vai all'articolo

Banca Popolare di Sondrio introduce i bonifici istantanei

No comments

Banca Popolare di Sondrio cavalca l’innovazione e presenta il nuovo servizio di instant payments dedicato alla clientela privata e business.

Tramite la piattaforma digitale EasyWay di SIA infatti, connessa direttamente al sistema pan-europeo per i pagamenti istantanei RT1 di EBA Clearing, i correntisti della Banca possono eseguire bonifici istantanei in meno di 10 secondi fino ad un tetto di 15mila euro.

I bonifici istantanei sono possibili grazie alla piattaforma digitale EasyWay di SIA

L’innovativo servizio, attivo 24/7, aderisce alle specifiche SEPA Instant Credit Transfer di EPC: la piattaforma digitale EasyWay di SIA agisce come hub per facilitare l’integrazione da parte delle banche che decidono di integrare il nuovo sistema.

L’intera filiera di pagamento è coperta dal sistema digitale, dalla disposizione all’elaborazione delle transazioni.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa congiunto.

Smart NationBanca Popolare di Sondrio introduce i bonifici istantanei
Vai all'articolo