Il Comune di Bosco Chiesanuova offre ai residenti un indirizzo PEC

No comments

Grazie ad una convenzione sottoscritta tra il Comune di Bosco Chiesanuova, Anutel e Aruba, l’Amministrazione del comune del veronese ha messo a disposizione dei cittadini l’utilizzo gratuito per un anno di una casella di PEC con un gigabyte di spazio a disposizione.

Il Comune, infatti, ha predisposto ottocento caselle di posta elettronica certificata attivabili gratuitamente per il primo anno da parte dei cittadini maggiorenni di Bosco Chiesanuova che siano titolari di rapporti con gli uffici e i servizi del Comune e che non siano già proprietari di un indirizzo PEC.

Ciascun indirizzo ha 1 Gb di spazio disponibile e verrà impiegato dagli uffici del Comune per l’invio di tutti gli atti che interessano coloro che decideranno di attivarla fra cui tributi e ogni ulteriore comunicazione inerente i servizi comunali in genere.

Evidente il risparmio per il cittadino e per l’Ente: grazie a questa innovazione vi è un sostanziale azzeramento delle raccomandate cartacee e un sensibile abbattimento dei costi tanto per l’Amministrazione quanto per gli utenti.

Dopo il primo anno le condizioni di fornitura sono soggette a cambiamento e sarà il richiedente a decidere cosa fare: la disponibilità delle PEC è vincolata all’ordine cronologico di ricezione delle richieste da presentate tramite compilazione del modulo di richiesta scaricabile dal sito del Comune e poi inviato via mail all’indirizzo infopecgratuitacittadini@comune.boscochiesanuova.vr.it.

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Bosco Chiesanuova.

Smart NationIl Comune di Bosco Chiesanuova offre ai residenti un indirizzo PEC
Vai all'articolo

Il Comune di Selargius attiva gratuitamente la PEC ai residenti dell’agro

No comments

Il Comune di Selargius continua il proprio percorso di trasformazione digitale e propone un’innovazione utile a tutti i cittadini residenti.

Dopo l’ingresso del Comune in ANPR, l’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente, l’Amministrazione ha voluto promuovere un nuovo servizio grazie alla convenzione fra Aruba Pec e Anutel, l’associazione nazionale degli uffici tributi degli enti locali: tutti i residenti potranno infatti richiedere gratuitamente l’attivazione gratuita di una casella di posta elettronica certificata.

La casella PEC è infatti una componente essenziale per poter concludere da remoto diverse pratiche online che richiedano una notifica certa da recapitare al domicilio del cittadino che, grazie alla casella di posta elettronica certificata, può essere eletto digitalmente indicando proprio la PEC: in questo modo si persegue la totale dematerializzazione e digitalizzazione dei procedimenti.

Il Comune ha a disposizione circa un migliaio di caselle di posta elettronica certificata pronte ad essere attivate e destinate primariamente agli abitanti delle campagne selargine: in futuro il Comune intende estendere il servizio anche al centro abitato.

Le caselle PEC attivate rimarranno attive, in modo del tutto gratuito per il cittadino, finché il titolare sarà residente nel territorio comunale o resterà contribuente, salvo sua disdetta.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Selargius.

Smart NationIl Comune di Selargius attiva gratuitamente la PEC ai residenti dell’agro
Vai all'articolo

Il Comune di Limbiate rende gratuito il domicilio digitale ai residenti

No comments

Il Comune di Limbiate ha lanciato negli scorsi giorni una piattaforma online che consente di richiedere gratuitamente un indirizzo di posta elettronica certificata, conosciuta come PEC, e di eleggerla come proprio domicilio digitale.

Si tratta di una sostanziale innovazione, accessibile a tutti i cittadini residenti nel Comune, tramite cui l’Amministrazione vuole favorire la diffusione della modalità di comunicazione digitale con il cittadino tramite un canale semplice e tempestivo nato appositamente per evitare le problematiche e i costi delle notifiche cartacee.

Il domicilio digitale è un luogo virtuale che, di fatto, sostituisce il domicilio fisico per tutte le notifiche, atti o avvisi che potrebbero arrivare al cittadino da parte della Pubblica Amministrazione: l’elezione del domicilio digitale avviene attualmente tramite la comunicazione di un indirizzo PEC.

Comunicazioni come multe, cartelle esattoriali, avvisi di giacenza o atti giudiziari diventano quindi sostanzialmente immediati e perfettamente a norma: in questo modo il Comune di Limbiate, con l’adozione di questo strumento, andrebbe ad abbattere i costi della postalizzazione e della lavorazione delle comunicazioni in formato cartaceo con un conseguente risparmio per la cittadinanza.

La piattaforma del Comune di Limbiate che permette di registrare un indirizzo PEC gratuito è realizzata in appoggio all’infrastruttura tecnica di Aruba che fornisce il servizio.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Limbiate.

Smart NationIl Comune di Limbiate rende gratuito il domicilio digitale ai residenti
Vai all'articolo