Aosta Digitale, online l’app per scoprire Aosta grazie alla tecnologia

No comments

Si chiama Aosta Digitale ed è l’app lanciata per esplorare il territorio di Aosta grazie alla realtà aumentata e alla realtà virtuale tramite un percorso di gamification che permette all’utilizzatore di scoprire i siti più importanti della città ma sfruttabile anche da coloro che non sono ad Aosta.

L’applicazione, disponibile per iOS e Android, fa parte del progetto “Aosta Digitale, l’innovazione per la storia”, promosso dagli assessorati dello sviluppo economico e della cultura del Comune di Aosta.

Tramite la mappatura georeferenziata del territorio aostano, all’interno dell’app sono indicati 26 luoghi di interessi che si possono raggiungere seguendo un itinerario tematico o personalizzato: non appena l’utente si trova in prossimità dei punti di interesse, l’app allerta il fruitore tramite una notifica sonora e una successiva indicazione di contenuti informativi relativi al monumento.

Inoltre, l’app consente di visitare, da remoto, alcuni luoghi come il Teatro romano, il Criptoportico forense e la Basilica di San Lorenzo grazie alla realtà aumentata.

Grazie all’impiego della realtà virtuale è poi possibile, fruendo di appositi visori, tornare virtualmente indietro nel tempo rivivendo la storia dell’area megalitica fornendo approfondimenti scientifici e potenziando la percezione sensoriale: tra le opzioni disponibili vi è l’esplorazione dei pozzi rituali neolitici, dei menhir e delle stele antropomorfe potendo anche visitare la tomba dolmenica collocata al centro del sito archeologico.

Maggiori dettagli nel comunicato del Dipartimento Soprintendenza per i beni e le attività culturali di Aosta.

Smart NationAosta Digitale, online l’app per scoprire Aosta grazie alla tecnologia
Vai all'articolo

Easy Hospital, Regione Emilia-Romagna sperimenta l’app per facilitare il rapporto tra utenti e ospedali

No comments

Regione Emilia-Romagna ha presentato Easy Hospital, l’app dedicata al Policlinico di Sant’Orsola che permette ai cittadini di fruire più facilmente dei servizi della cittadella universitaria composta da uno spazio di oltre 1 Km con 32 padiglioni di cui 23 dedicati a attività di assistenza e ricerca e 80 Unità Operative.

L’app, coerentemente con lo sviluppo dell’Agenda Digitale romagnola, è in fase di sperimentazione: mostra una ricerca libera che permette di accedere a una mappa, localizzare il pronto soccorso nonché i reparti e gli spazi destinati al parcheggio.

Inoltre, il cittadino che ha prenotato una prestazione tramite il CUP dell’ospedale riceverà un sms di conferma contenete un link che permetterà di visualizzare sulla mappa la posizione dell’ambulatorio dove effettuare la prestazione nonché il percorso più veloce per raggiungerlo.

Il percorso guidato viene calcolato tramite gps e tecnologia bluetooth.

L’applicazione provvede poi a segnalare la dislocazione delle casse automatiche, qualora la prestazione non risulti ancora saldata, per poi assegnare il numero di accesso progressivo alla sala d’attesa e ultimando quello che è, a tutti gli effetti, un percorso di accettazione virtuale.

Easy Hospital è disponibile gratuitamente negli store per smartphone iOS e Android ed è un progetto che verrà esteso a tutta la rete ospedaliera e ad altre strutture pubbliche a largo utilizzo.

Maggiori dettagli nel comunicato di Regione Emilia-Romagna.

Smart NationEasy Hospital, Regione Emilia-Romagna sperimenta l’app per facilitare il rapporto tra utenti e ospedali
Vai all'articolo

Cultural Heritage, il Comune di Genova avvia la mappatura digitale del cimitero di Staglieno

No comments

Il Comune di Genova ha avviato la mappatura digitale del cimitero di Staglieno nell’ambito del progetto “Cultural Heritage”: l’obiettivo è quello di ricostruire digitalmente in 3D aree e opere d’arte per registrare lo stato di conservazione e rendere fruibile online il cimitero.

Tramite laser scanner cinematico sono stati effettuati rilievi che hanno portato a realizzare oltre 1700 foto panoramiche mentre, tramite laser scanner statico, oltre 100 scansioni su 4200 metri quadri di superficie.

Grazie a queste attività è possibile migliorare gli interventi di manutenzione del cimitero ma anche la divulgazione culturale che rende più semplice la ricerca di investimenti finalizzati al restauro dei monumenti funebri.

La procedura di scansione tridimensionale del cimitero di Staglieno è seguita dall’ufficio Sit-Sistemi informativi territoriali della direzione tecnologie digitalizzazione e smart city insieme alla direzione servizi civici del Comune di Genova.

Oltre alle attività di scansione sono in fase di progettazione una pagina web dedicata immersiva in 3D in grado di valorizzare elementi monumentali come per esempio le statue rilevate dal digital twin.

In aggiunta, verrà effettuato uno sviluppo, tramite realtà aumentata, fruibile sullo smartphone dei visitatori.

Smart NationCultural Heritage, il Comune di Genova avvia la mappatura digitale del cimitero di Staglieno
Vai all'articolo

Il Comune di Genova lancia un’app dedicata al Museo di Storia Naturale Giacomo Doria

No comments

Per avvicinare gli utenti ai percorsi tematici offerti dal Museo di Storia Naturale G. Doria di Genova, l’Amministrazione ha lanciato una nuova applicazione che fonde tecnologia e tradizione.

L’app presenta podcast dedicati ai tesori più preziosi del museo ma anche percorsi personalizzati ed esperienze in realtà aumentata per accompagnare l’utente nell’esplorazione del mondo animale che caratterizza o ha caratterizzato il territorio ligure, dai lupi della Val d’Aveto all’elefante antico italico.

Il visitatore può scegliere tra i numerosi percorsi tematici offerti oppure esplorare la mappa seguendo le indicazioni dell’audioguida attraverso le sale del museo: per i più piccoli sono inoltre disponibili una serie di giochi educativi coerenti con le tematiche affrontate dal museo.

L’obiettivo dell’applicazione è quello di rendere i contenuti museali sempre più accessibili a un pubblico di età variegata migliorando l’esperienza degli utenti e fornendo opportunità di apprendimento suggestive.

L’applicazione dedicata al Museo di Storia Naturale G. Doria di Genova, realizzata in collaborazione con Liguria Digitale grazie al contributo del Ministero della Cultura e della Fondazione Compagnia di San Paolo, è completamente gratuita ed è disponibile per sistemi operativi Android e iOS

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Genova.

Smart NationIl Comune di Genova lancia un’app dedicata al Museo di Storia Naturale Giacomo Doria
Vai all'articolo

Il Comune di Trento punta sul turismo digitale con nuove iniziative per scoprire il territorio

No comments

Il Comune di Trento è una città particolarmente attenta al ruolo del digitale, soprattutto per quanto riguarda il potenziale che può esprimere nel settore turistico: dopo l’introduzione della realtà virtuale in Cappella Vantini o la proposta degli itinerari del podcast Wiki Trento, ecco arrivare altre due proposte frutto di un bando dell’Amministrazione comunale di Trento finalizzato a promuovere progetti innovativi per diffondere la conoscenza del territorio.

La prima iniziativa è HiStoric Trento, una speciale caccia al tesoro innovativa per scoprire la città interagendo, tramite Telegram, con il bot @Nett1 che guiderà gli utenti attraverso alcuni luoghi cittadini proponendo enigmi e raccontando le storie dei punti di interesse toccati durante il percorso: chi concluderà la caccia al tesoro nel periodo più breve potrà vincere appositi premi messi a disposizione dalle strutture del territorio.

L’attività è gratuita e studiata soprattutto per famiglie, coppie e gruppi di amici.

La seconda iniziativa si chiama Trentino da esplorare per tutti e consiste in uno speciale percorso video fruibili a tutti con oggetto le strutture e luoghi di interesse storico e culturale della provincia di Trento: i video sono corredati della traduzione in linguaggio Lis (Lingua dei segni italiana) oltre alle varie lingue, anche sottotitolate, come italiano, inglese e tedesco.

La visualizzazione dei video è accessibile dalla pagina dedicata all’interno del portale dell’iniziativa e presenta le caratteristiche di Palazzo Geremia, Palazzo Trentini, Museo Diocesano, Tridentum – Spazio Archeologico Sotterraneo del Sass, Torre Civica e Porta Veronensis.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Trento.

Smart NationIl Comune di Trento punta sul turismo digitale con nuove iniziative per scoprire il territorio
Vai all'articolo

Scopri Monfalcone, presentato l’innovativo sistema integrato di promozione turistica

No comments

Il Comune di Monfalcone ha presentato un sistema integrato di promozione turistica basato sull’interazione di tecnologie digitali quali totem evoluti, app, QR code, realtà aumentata e realtà virtuale con l’obiettivo di far conoscere la città e il suo potenziale.

L’iniziativa, che pone Monfalcone come primo comune della Regione Friuli-Venezia Giulia a realizzare un progetto di tale portato, promuove il valore della nautica e del territorio locale tramite percorsi culturali, storici ed enogastronomici partendo dagli approdi presenti sulla costa fino ad arrivare ai punti di interesse della città.

L’informazione turistica sarà accessibile online, tramite app e web app, ma anche tramite 22 totem touch screen posti sul territorio e QR code disseminati sui media tradizionali quali brochure e manifesti.

Inoltre verranno inoltre installati 3 totem informativi tecnologici presso Ocean, Marina Lepanto e Marina Monfalcone oltre alla creazione di tour virtuali e l’implementazione di percorsi resi tramite realtà virtuale e realtà aumentata per l’arricchimento e la promozione degli elementi turistici-culturali e naturalistici del territorio.

I percorsi culturali e turistici proposti saranno quattro: uno dedicato solo al litorale, uno dal litorale a Panzano, uno dal litorale al centro storico e uno dal litorale al carso.

La messa a regime del sistema è prevista entro la primavera con rilasci graduali.

Maggiori dettagli sul sito del Comune di Monfalcone.

Smart NationScopri Monfalcone, presentato l’innovativo sistema integrato di promozione turistica
Vai all'articolo

Snapchat e Amazon lanciano lo shopping tramite realtà aumentata

No comments

Snapchat e Amazon hanno annunciato il primo progetto di acquisto di prodotti in realtà aumentata: tramite l’app di Snapchat l’utente può sperimentare l’anteprima di acquisto degli occhiali venduti nel catalogo di Amazon Fashion.

Utilizzando la funzione resa disponibile, che verrà estesa progressivamente ai vari Paesi del mondo, l’utente può fruire della fotocamera dello smartphone per indossare virtualmente gli occhiali venduti sul celebre e-commerce e, una volta scelto il modello preferito, finalizzare l’acquisto con pochi clic: si tratta di un’evoluzione della possibilità, già da tempo presente, di provare accessori attraverso la fotocamera, grazie alle cosiddette AR Shopping Lenses, in collaborazione con diversi marchi.

La tecnologia che ha reso disponibile questa modalità è denominata “Virtual Try On” e consentirà successivamente di estendere la prova anche ad abiti e ad altri gadget: tutto grazie alla realtà aumentata.

Il catalogo è disponibile nel profilo pubblico di Amazon su Snapchat, @amazonfashion, all’interno di Lens Explorer e nel carosello della fotocamera del social network.

Maggiori informazioni nel comunicato di Snapchat, in lingua inglese.

Smart NationSnapchat e Amazon lanciano lo shopping tramite realtà aumentata
Vai all'articolo

L’Università dell’Aquila sperimenta la realtà virtuale e aumentata a vantaggio delle persone autistiche

No comments

L’Università dell’Aquila, in collaborazione con il Centro riferimento regionale autismo dell’Abruzzo e grazie alla promozione di AgID e del Ministero dell’Università e della Ricerca, ha avviato la sperimentazione di soluzioni innovative che impiegano la realtà virtuale e la realtà aumentata in favore delle persone con disturbo dello spettro autistico.

Il progetto denominato “Applicazioni innovative di Realtà virtuale e Aumentata per persone con una condizione dello spettro autistico (Asc)” intende sviluppare applicazioni innovative per agevolare le persone autistiche nel contesto familiare e sociale in cui vivono.

L’iniziativa viene condotta su disegno sperimentale nel territorio del Salento per poi essere estesa all’intero territorio nazionale.

La prima fase viene avviata il 6 e 7 settembre nel Comune di Casarano, in provincia di Lecce, tramite una presentazione aperta al pubblico che vuole coinvolgere anche le associazioni di famiglie sul territorio.

Successivamente, in base alla conduzione del programma, il progetto verrà promosso sul territorio nazionale.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Univaq.

Smart NationL’Università dell’Aquila sperimenta la realtà virtuale e aumentata a vantaggio delle persone autistiche
Vai all'articolo

FollowMic, il Museo Internazionale della Ceramica in Faenza punta sul digitale

No comments

Il Museo Internazionale della Ceramica in Faenza punta sul digitale e per questo lancia FollowMic, una web app ideata per ospitare 4 percorsi culturali tramite i quali, attraverso l’uso della realtà aumentata, foto 3d, testi e immagini, far conoscere il museo e ciò che contiene.

Lo scopo della scelta di questa tecnologia è quello di arricchire l’esperienza dei visitatori facendo scoprire nuove forme di fruizione rispetto alla visita tradizionale: il ricorso al digitale permette di condividere informazioni supplementari difficili da cogliere con le visite ordinarie come per esempio particolari delle ceramiche o la storia dei restauri effettuati dal momento che le opere conservate non sono maneggiabili liberamente dai visitatori.

La scelta di realizzare una web app è stata supportata da Regione Emilia-Romagna che ha stanziato dei fondi a beneficio anche di altri due musei coinvolti nell’iniziativa.

L’applicazione affronterà un percorso prototipale di 3 mesi dopo i quali la tecnologia potrà essere riutilizzata anche da altre istituzioni.

Maggiori dettagli nel comunicato di Regione Emilia-Romagna.

Smart NationFollowMic, il Museo Internazionale della Ceramica in Faenza punta sul digitale
Vai all'articolo

Digital School Bus, Regione Emilia-Romagna supporta la formazione digitale contro la dispersione scolastica

No comments

In Emilia-Romagna è nato un progetto molto interessante che punta ad utilizzare le nuove tecnologie per contrastare la dispersione scolastica.

Digital School Bus, questo è il nome dell’iniziativa, è un’aula itinerante attrezzata su un autobus che intende letteralmente portare l’attività formativa sulla strada direttamente raggiungendo bambini e ragazzi di 23 plessi scolastici, elementari e medie, in comuni dell’Appennino piacentino e parmense.

L’idea mutua il John Lennon Educational Bus che tempo addietro viaggiava per le strade degli Stati Uniti per consentire ai ragazzi di registrare la propria musica.

Nel caso del Digital School Bus, le opportunità offerte toccano varie tecnologie emergenti o innovative: dall’uso dei droni, all’impiego dei visori a realtà aumentata passando per la robotica e vari strumenti di creatività digitale e coding.

L’idea è promossa da Italo Ravenna, maestro di Borgo Val di Taro (Parma) che è anche l’educatore digitale affiancato da tutor che viaggeranno a bordo dell’autobus attrezzato tecnologicamente, ed è orientata a contrastare la dispersione scolastica.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Regione Emilia-Romagna.

Smart NationDigital School Bus, Regione Emilia-Romagna supporta la formazione digitale contro la dispersione scolastica
Vai all'articolo