Il Comune di Jesolo amplia la rete Wi-Fi pubblica

No comments

Grazie alla partecipazione al progetto WiFi4EU avviato dalla Commissione europea per supportare gli enti locali nella realizzazione e mantenimento delle reti Wi-Fi pubbliche, il Comune di Jesolo è riuscito, insieme ad altri Comuni italiani, ad aggiudicarsi le risorse economiche per la creazione di nuovi hotspot gratuiti in grado di estendere la connessione Wi-Fi pubblica e gratuita sul territorio cittadino.

In questo modo l’Amministrazione sta ultimando i lavori di collegamento delle aree di Piazza Kennedy, del Parco Ca’ Silis nel centro storico e del Parco Grifone al Lido di Jesolo: queste zone saranno presto coperte da una connettività a banda larga che consente non solo a cittadini e turisti di potersi collegare gratuitamente ad Internet ma anche di meglio integrare i servizi pubblici presenti negli spazi portati sotto copertura.

Jesolo è già oggi una delle prime località balneari ad offrire una connessione Wi-Fi gratuita in fibra ottica a 1 Gbps tramite la piattaforma Jesolo Connected su tutta la spiaggia e gran parte del territorio comunale che verrà ulteriormente esteso grazie ai nuovi lavori.

Maggiori informazioni sul sito del Comune di Jesolo.

Smart NationIl Comune di Jesolo amplia la rete Wi-Fi pubblica
Vai all'articolo

Agcom liberalizza la manutenzione della rete

No comments

Per tutti gli operatori TLC che erogano i propri servizi affittando l’infrastruttura di rete da TIM, che ha in carico l’ex rete pubblica di comunicazione, è avvenuta una piccola e decisiva rivoluzione.

L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, il cui profilo è accessibile qui, ha infatti deliberato l’istituzione di un modello di disaggregazione dei servizi accessori ai servizi wholesale di accesso, da postazione fissa, alla rete pubblica di comunicazione elettronica.

In forza della delibera Agcom 321/17/Cons gli operatori TLC potranno ora rivolgersi anche a terze parti per l’attivazione e la manutenzione delle linee senza passare dal locatore.

La disaggregazione dei servizi porta benefici agli utenti

Il vantaggio fondamentale di questa novità produce sensibili effetti in capo al consumatore finale perché si ridurrà il rischio di essere in ostaggio di lungaggini amministrative derivanti da un doppio interlocutore nell’attivazione di contratti o nella risoluzione dei guasti.

Precedentemente infatti, qualunque fosse l’esigenza, l’utente si doveva rivolgere al proprio operatore TLC che poi avrebbe dovuto attivare i propri canali con il gestore della rete (TIM appunto) per tutte le operazioni fisiche sull’infrastruttura.

In più occasioni i processi di interazione hanno causato notevoli ritardi e disguidi, spesso anche in relazione ad una volontà, da parte dell’ex monopolista, di non essere così celere nell’effettuare la propria parte.

Con la disaggregazione dei servizi invece l’operatore TLC potrà decidere autonomamente se far intervenire il gestore oppure un player di propria fiducia.

L’unico vincolo è che le aziende che interagiranno con l’infrastruttura di rete di TIM dovranno preventivamente aver ricevuto un’abilitazione e potranno essere al massimo quattro per ogni area di intervento.

Smart NationAgcom liberalizza la manutenzione della rete
Vai all'articolo