Io, Robotto: arriva a Milano la mostra dedicata alla storia della robotica di intrattenimento

No comments

Arriva a Milano una mostra dedicata alla storia della robotica di intrattenimento che permetterà a tutti gli appassionati di essere guidati dall’Intelligenza Artificiale di Alexa, l’assistente vocale di Amazon, tra una collezione di 115 opere: si tratta di Io, Robotto ed è ospitata presso la Fabbrica del Vapore di Milano.

L’esposizione, curata dal giornalista Massimo Triulzi, narra attraverso una collezione di 115 opere per 18 aree tematiche la storia e l’evoluzione della robotica di intrattenimento: si tratta della prima mostra al mondo guidata da un’Intelligenza Artificiale che svolge il ruolo di guida interattiva per rispondere alle domande e alle curiosità dei visitatori.

La mostra affonda le sue radici nelle prime pubblicazioni, sul Corriere dei Piccoli, del 1923 in cui è apparso il primo robot italiano di nome Dinamello: le tavole hanno condizionato la curatela della mostra che ripercorre, in ordine cronologico, storico e con degli spunti letterari e di costume, i vari esemplari di robot da esposizione presentati.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale.

Smart NationIo, Robotto: arriva a Milano la mostra dedicata alla storia della robotica di intrattenimento
Vai all'articolo

FACE, il robot che interagisce empaticamente con gli esseri umani

No comments

Passi avanti nel settore dell’interazione sociale tra uomo e robot e dell’Intelligenza Artificiale.
Nei laboratori del Centro Piaggio dell’università di Pisa è stato realizzato FACE, acronimo per Facial Automation for Conveying Emotions.

FACE, l’androide che prova emozioni

Si tratta di un androide, ossia un robot dall’aspetto umano, in grado di generare espressioni facciali a partire da sei stati emotivi di base: rabbia, disgusto, paura, felicità, tristezza, sorpresa.

Grazie a 32 micromotori posti tra l’epidermide e la struttura ossea il robot replica il funzionamento dei muscoli facciali permettendo così di controllare ogni minimo movimento del viso potendo quindi generare espressioni anche molto complesse.

Intelligenza Artificiale e aiuto a soggetti autistici

L’esperimento è stato ideato come strumento per studiare le interazioni tra robot ed esseri umani nell’ottica di sviluppare modelli di Intelligenza Artificiale; per questo motivo l’androide è in grado di rivolgere il proprio sguardo verso l’interlocutore, analizzandone le espressioni facciali e la gestualità cercando così di capirne lo stato emotivo e ricambiando con espressioni e sguardi coerenti.

Gli stati emotivi espressi dal robot sono più facilmente riconoscibili rispetto a quelli umani, caratteristica che rende FACE uno strumento particolarmente utile nell’interazione con soggetti problematici come ad esempio i soggetti autistici.

Questa particolarità permette all’androide di essere impiegato non solo per finalità di ricerca ma anche per finalità sociali, trovando un effettivo utilizzo nei processi di riabilitazione cognitiva ed emotiva.

Inoltre l’androide, frutto della ricerca italiana, è fra i protagonisti del reaction video di Morgan, il nuovo film della 20th Century Fox prodotto da Ridley Scott e in uscita il 6 ottobre in Italia.
I reaction video mostrano le reazioni emotive di varie persone messe di fronte al trailer del film: dato il successo di questi video la 20th Century Fox ha deciso di produrre anche un robot reaction video, in cui spettatori del trailer sono stati automi umanoidi, tra cui FACE, di cui sono state filmate le reazioni.

Il comunicato stampa rinvenibile qui.

Smart NationFACE, il robot che interagisce empaticamente con gli esseri umani
Vai all'articolo