Al via Smart & Heart Rome, il programma per ridurre la povertà educativa

No comments

Fondazione Mondo Digitale con il supporto di Roma Capitale ha dato il via oggi al programma triennale per ridurre le disuguaglianze e la povertà educativa nelle periferie.

Il programma nasce con la costituzione di sette palestre dell’innovazione e l’avvio di programmi per l’educazione permanente dei cittadini che vengono diffusi all’interno dei territori periferici a maggiore disagio sociale, da Casal Monastero a Ostia, allo scopo di incentivare lo sviluppo sostenibile della comunità tramite l’adozione del concetto di scuola diffusa.

Il progetto, della durata di tre anni, favorisce l’inclusione sociale e colma il divario di opportunità che la pandemia ha incrementato nei contesti più problematici in cui il sistema educativo manifestava delle carenze: l’idea è quella di replicare il successo della prima palestra dell’innovazione già sperimentata al Quadraro da Fondazione Mondo Digitale e di trasformare la Città Educativa di Roma in un presidio permanente di formazione digitale per l’intera cittadinanza.

Le prime tre palestre verranno realizzate nei Municipi IV, VI e X con spazi dedicati alla robotica, al coding e alla fabbricazione digitale.

Maggiori dettagli nel comunicato di Fondazione Mondo Digitale.

Smart NationAl via Smart & Heart Rome, il programma per ridurre la povertà educativa
Vai all'articolo

37100Lab, il Comune di Verona apre il primo innovation lab di Regione Veneto

No comments

Il Comune di Verona ha avviato 37100Lab, il primo innovation hub del progetto Percorsi digitali veronesi finanziato da Regione Veneto: aperto presso gli spazi dell’ex scuola Scuderlando di Borgo Roma, che viene così riqualificata e torna a vivere, il laboratorio dedicato all’innovazione ha come scopo la divulgazione di conoscenze in ambito STEM ponendosi come punto di incontro intergenerazionale di cultura digitale e come luogo per la diffusione di competenze digitali di base e avanzate.

L’hub dispone di spazi per attività di co-working, laboratori e corsi di formazione da dedicate all’incremento della conoscenza in ambito tecnologico e per sviluppare nuove idee che possano impattare positivamente sulla società: il centro è aperto 5 giorni la settimana, con orari diversificati la mattina e il pomeriggio per rispondere alle diverse necessità della popolazione.

A trainare il progetto è in prima fila il Comune di Verona che guida una cordata composta dai Comuni di San Giovanni Lupatoto, San Pietro in Cariano e Buttapietra: i Comuni hanno avuto accesso al finanziamento di Regione Veneto e sono supportati da Fondazione Edulife, impresa sociale Fablab e associazione Aloud.

Tutte le iniziative offerte da 37100LAB sono gratuite per la cittadinanza con l’intento di stimolare il più possibile la partecipazione.

Grazie ai fondi disponibili verranno aperti alcuni centri periferici a Veronetta nel palazzo Bocca Trezza, a Parona nel centro anziani di largo Stazione Vecchia, a Casa Novarini a San Giovanni Lupatoto, nella biblioteca comunale di San Pietro in Cariano e nel centro anziani di Buttapietra.

L’iniziativa punta quindi a far incontrare percorsi di formazione digitale con lo sviluppo di un piano di rigenerazione urbana e di riscoperta di spazi per la comunità.

Maggiori informazioni sul sito del Comune di Verona e nella pagina dedicata agli innovation lab di Regione Veneto.

Smart Nation37100Lab, il Comune di Verona apre il primo innovation lab di Regione Veneto
Vai all'articolo

Maker Faire Rome, è iniziata la settima edizione

No comments

Al via oggi la settima edizione della Maker Faire Rome presso i padiglioni della Fiera di Roma per una durata di 3 giorni fino al 20 ottobre.

Si tratta di uno degli eventi più importanti, forse in assoluto il più rappresentativo per il mondo dei maker, dove la robotica e l’intelligenza artificiale si fondono per originare la cosiddetta società dell’interazione: i campi di applicazione sono infiniti, dall’assistenza alle persone anziane e a soggetti con disabilità all’aiuto dell’uomo nel lavoro quotidiano o nell’esplorazione di ambienti pericolosi.

Nella giornata odierna viene inaugurata anche la prima edizione della Conferenza italiana di robotica e macchine intelligenti che raccoglie i principali esperti di un settore in cui l’Italia eccelle a livello mondiale.

Su una superficie di oltre 100.000 metri quadrati sono organizzati 7 padiglioni a tema con più di 600 progetti in esposizione e 40 Paesi coinvolti: si possono infatti trovare soluzioni per l’esplorazione spaziale, per l’industria che diventa evoluta e ovviamente tanta robotica e stampa 3D.

Il programma completo è consultabile qui.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale della manifestazione.

Smart NationMaker Faire Rome, è iniziata la settima edizione
Vai all'articolo

A Pisa parte la nuova edizione di Internet Festival

No comments

Al via la nuova edizione di Internet Festival, la manifestazione dedicata al digitale e all’innovazione nelle sue varie sfaccettature che giunge al suo nono anno ospitata, come sempre, nella città di Pisa.

Si tratta di un evento ricco di appuntamenti, ben 280, suddivisi tra incontri, workshop, conferenze e spettacoli che porteranno appassionati e professionisti a confrontarsi su tematiche quali partecipazione e democrazia digitale, futuro, innovazione ma soprattutto di come Internet debba preservare la propria giocosità intesa come propellente per innescare cambiamenti tecnologici e culturali che impattino positivamente sulla società.

Pisa, grazie a Internet Festival, diventa a buon diritto la capitale digitale d’Italia durante questa tre giorni che esalta la vocazione di città della scienza: non a caso quest’anno cade il 50mo anniversario dell’avvio in città del primo cclo di studi in informatica in Italia che verrà celebrato grazie ad una mostra intitolata Hello World dedicata ai tre secoli di storia degli strumenti di calcolo.

Durante la manifestazione saranno esposte anche alcuni megaritratti di Steve Jobs, Samantha Cristoforetti e Adriano Olivetti donati alla città di Pisa dall’artista di tape art No Curves.

Tra le tematiche affrontate dai workshop si annoverano l’impatto delle nuove leggi sui diritti nel mondo digitale, il rapporto tra sport e strumenti tecnologici pensati per ridurre l’errore umano, la relazione tra uomo e natura alla luce della tecnologia, la cybersecurity, impresa 4.0, economia circolare e molto altro.

La manifestazione è promossa da Regione Toscana, Comune di Pisa, Registro.it e Istituto di Informatica e Telematica del Cnr, Università di Pisa, Scuola Superiore Sant’Anna, Scuola Normale Superiore insieme a Camera di Commercio di Pisa, Provincia di Pisa e Associazione Festival della Scienza.

Smart NationA Pisa parte la nuova edizione di Internet Festival
Vai all'articolo

Onlife, a Milano la prima edizione dell’evento dedicato alla società digitale

No comments

Tutto è pronto per Onlife, l’evento organizzato da Repubblica e dal gruppo Lena dedicato alla società digitale.


La manifestazione, che si tiene i giorni 4 e 5 ottobre a Milano presso la sede del Politecnico di Milano (venerdì) e presso il Teatro Parenti (sabato), porta circa 35 ospiti provenienti da tutto il mondo, di cui poco più della metà sono italiani, a discutere di diverse tematiche legate alla società del futuro.

Eccellenze nel campo della fisica, della tecnologia, dell’uso dei big data e le monete virtuali, nell’ambito delle criptovalute e blockchain, nel lancio di startup ad alta scalabilità, del mondo del giornalismo, ma anche imprenditori, filosofi, docenti universitari ed esperti di robotica si alterneranno in una due giorni gratuita rivolta ad appassionati, professionisti ma anche curiosi dei cambiamenti a cui assisterà la nostra società.

Una società in cui la distinzione fra mondo digitale e mondo fisico è ormai superata a fronte di una vita iper connessa.

Il programma completo è consultabile qui.

Si richiede una registrazione, gratuita, effettuabile qui.

smartnationOnlife, a Milano la prima edizione dell’evento dedicato alla società digitale
Vai all'articolo

Io, Robotto: arriva a Milano la mostra dedicata alla storia della robotica di intrattenimento

No comments

Arriva a Milano una mostra dedicata alla storia della robotica di intrattenimento che permetterà a tutti gli appassionati di essere guidati dall’Intelligenza Artificiale di Alexa, l’assistente vocale di Amazon, tra una collezione di 115 opere: si tratta di Io, Robotto ed è ospitata presso la Fabbrica del Vapore di Milano.

L’esposizione, curata dal giornalista Massimo Triulzi, narra attraverso una collezione di 115 opere per 18 aree tematiche la storia e l’evoluzione della robotica di intrattenimento: si tratta della prima mostra al mondo guidata da un’Intelligenza Artificiale che svolge il ruolo di guida interattiva per rispondere alle domande e alle curiosità dei visitatori.

La mostra affonda le sue radici nelle prime pubblicazioni, sul Corriere dei Piccoli, del 1923 in cui è apparso il primo robot italiano di nome Dinamello: le tavole hanno condizionato la curatela della mostra che ripercorre, in ordine cronologico, storico e con degli spunti letterari e di costume, i vari esemplari di robot da esposizione presentati.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale.

Smart NationIo, Robotto: arriva a Milano la mostra dedicata alla storia della robotica di intrattenimento
Vai all'articolo

A Torino una mano robotica cura la riabilitazione dopo l’ictus

No comments

L’azienda ospedaliera Città della Salute e della Scienza di Torino, già conosciuto come le Molinette, si è dotata di un avveniristico strumento per riabilitare gli arti superiori danneggiati in seguito ad un ictus: si tratta di una speciale mano robotica che assiste il paziente nel movimento.

Chiunque fosse colpito da una patologia neuromotoria infatti ha serie difficoltà a ripristinare l’utilizzo degli arti: grazie a questa innovazione è invece più facile ottenere dei risultati apprezzabili.

Il paziente si siede a una console di fronte a uno schermo e infila entrambe le braccia in appositi sostegni articolati che terminando con due guanti dotati di sensori per la lettura dei movimenti attivi e tendini artificiali per la mobilizzazione passiva.

L’induzione al movimento è progressiva: può essere infatti dettata interamente dal guanto, interamente dal paziente oppure il dispositivo può intervenire solo a supporto qualora sia necessario.

La piattaforma robotica monitora e registra i progressi del paziente e permette di impostare un percorso di riabilitazione progressivo con esercizi mirati a difficoltà variabile. Il progetto è stato reso possibile dall’intervento della Reale Foundation e di numerosi Rotary Club.

Smart NationA Torino una mano robotica cura la riabilitazione dopo l’ictus
Vai all'articolo

Great Innova, a Cuneo il festival dedicato all’innovazione

No comments

Tutto è pronto a Cuneo per Great Innova, il festival dell’innovazione che si terrà domani presso l’area piazza ex Foro Boario: si tratta di un evento dedicato alla visione primordiale dell’innovazione, di cui la trasformazione digitale è solo una parte.

Durante la giornata si alterneranno sul palco e nei workshop speaker esperti del mondo digitale in grado di affrontare scenari collegati alle nuove tecnologie, alla mobilità del futuro, alle specifiche di Impresa 4.0, al rapporto fra uomo e macchina.

Non mancheranno laboratori, secondo il programma della manifestazione, dedicati a disparate materie connesse con la tecnologia come neuromarketing, robotica educativa, UX experience, intelligenza artificiale, system thinking, lightning decision: i partecipanti potranno interagire con i relatori per condividere idee ed elaborare soluzioni.

L’ingresso avviene su registrazione, che può essere effettuata per i singoli workshop o keynote speech fino ad esaurimento posti, tramite il sito internet di Great Innova.

La manifestazione si svolge con il patrocinio della Città di Cuneo, Cciaa di Cuneo, Campus di Management ed Economia sede di Cuneo, Europe Direct Cuneo, Commissione Europea, con il contributo della Fondazione Crc e il supporto di Anci Piemonte e Club Dirigenti Vendita & Marketing della provincia di Cuneo.

Smart NationGreat Innova, a Cuneo il festival dedicato all’innovazione
Vai all'articolo

In Veneto la robotica entra in pediatria

No comments

I reparti di pediatria degli ospedali di San Donà di Piave e Portogruaro introducono un’innovazione basata sulla robotica per migliorare il servizio nei confronti dei pazienti e familiari: è infatti stato reso operativo Eddy, un roboottino interprete appositamente configurato per garantire la migliore comunicazione possibile tra paziente di lingua straniera, familiari e ovviamente il personale medico e sanitario impegnato nel prestare le cure all’interno del reparto di pediatria.

Capace di effettuare videochiamate con interpreti in 3 lingue (tedesco, inglese, spagnolo), Eddy si sposta autonomamente in corsia e nelle stanze di degenza seguendo il personale medico e infermieristico: si occupa quindi di assistere nelle traduzioni e intrattenere i pazienti che necessitino di un aiuto linguistico.

Qualora fosse necessario infatti il personale dell’Ulss4 attiva Eddy, sceglie dal display la lingua di cui necessita traduzione e, in pochi secondi, appare un interprete che da remoto può vedere il reparto mediante una webcam ad alta risoluzione e quindi interagire con l’ambiente.

Il robot può essere controllato da remoto e l’interprete può provvedere alla traduzione simultanea delle informazioni rese dal personale medico e sanitario.

Smart NationIn Veneto la robotica entra in pediatria
Vai all'articolo

Share the Code, TIM avvia il contest per realizzare la città intelligente

No comments

Share the Code è l’iniziativa di TIM dedicata ai ragazzi dai 10 ai 14 anni per competere nella creazione di un progetto digitale dedicato ad un tema particolarmente interessante, ossia quello delle smart city.

Il progetto Share the Code agisce nell’ambito del programma ScuolaDigitaleTIM che punta a coinvolgere gli studenti nello sviluppo e nella comprensione delle nuove tecnologie tra cui robotica e IoT.

La partecipazione al concorso che durerà fino al 19 Maggio 2019 permette ai ragazzi di realizzare e sottoporre un progetto dove raccontare per mezzo di un video la loro idea di smart city attraverso l’uso di riprese audio/video, disegni, testi in grafica o musica.

L’iniziativa spinge i ragazzi ad assumere un atteggiamento proattivo nei confronti di ciò che li circonda identificando nel territorio dove vivono opportunità che consentano di rendere, grazie alla tecnologia, gli spazi più accoglienti e adatti alle proprie esigenze.

Per partecipare al concorso i ragazzi dovranno scegliere la tecnologia preferita fra alcune specifiche tra cui Scratch, Makey Makey, il tinkering, micro:bit, mBot e Tinkercad.

Ciascun progetto candidato a Share the Code non potrà contenere un video superiore ai sessanta secondi che potrà essere effettuato tramite qualsiasi strumento di ripresa video, anche uno smartphone o un tablet.

I progetti finalisti di Share the Code verranno comunicati il 27 Maggio 2019 con la premiazione fissata per il 10 Giugno 2019: una giuria di esperti valuterà il materiale ricevuto, premiando i tre progetti migliori con dispositivi tecnologici.

Maggiori dettagli nell’apposita sezione del sito.

Smart NationShare the Code, TIM avvia il contest per realizzare la città intelligente
Vai all'articolo