A Napoli nasce a l’Healthtech Innovation Hub

No comments

Dalla collaborazione tra Università Federico II di Napoli e Medtronic Italia è nato l’Healthtech Innovation Hub (HI), un luogo dove promuovere l’innovazione e la crescita nel settore healthcare con l’obiettivo di migliorare la salute dei cittadini e creare opportunità per i giovani e le imprese.

Sito presso il Centro servizi metrologici e tecnologici avanzati (CeSMA) del Complesso universitario San Giovanni a Teduccio a Napoli, il nuovo hub sottolinea la centralità della cura e dell’assistenza come temi chiave per lo sviluppo del Paese tramite un ecosistema di conoscenza aperta e condivisa.

Nella pratica il nuovo centro offrirà una serie di servizi per la formazione e di supporto alle imprese di ogni forma e dimensione oltre ad uno spazio fisico dedicato allo scambio di esperienze e competenze tra imprese, campane e non, operanti nell’ambito del medtech.

Tra le iniziative programmate nell’hub c’è il master Medtronic Advanced Knowledge Experience (MAKE), un percorso formativo incentrato sullo studio e la pratica delle tecnologie per la salute e finalizzato a sviluppare le competenze per affrontare le nuove sfide della medicina dopo la pandemia da COVID-19.

Maggiori informazioni nel comunicato ufficiale.

Smart NationA Napoli nasce a l’Healthtech Innovation Hub
Vai all'articolo

Salute Piemonte, il nuovo portale di Regione Piemonte dedicato alla sanità

No comments

La Regione Piemonte ha presentato Salute Piemonte, il proprio nuovo portale dedicato alla sanità che il cittadino può utilizzare per gestire ricette mediche, prenotazioni, referti e in generale tutti i servizi sanitari che sono accessibili tramite call center.

Si tratta di uno sforzo che giunge, non a caso, in tempo di pandemia per cercare di incentivare i cittadini a sfruttare le potenzialità della digitalizzazione per effettuare da remoto le operazioni altrimenti accessibili in modo meno efficiente di persona o tramite telefono: la sanità digitale infatti permette di evitare code e di ottenere più velocemente le prestazioni richieste.

Dal nuovo sito si possono effettuare un sacco di attività comprese il cambiamento del medico di base, il pagamento di ticket sanitari nonché la visualizzazione di ricette e la prenotazione di visite e farmaci.

Il nuovo portale è accessibile da computer desktop, tablet e smartphone tramite identità digitale SPID, ormai necessaria per entrare in qualsiasi servizio della PA nazionale o locale.

Alternativamente è possibile usare la CIE o la CNS.

Il portale è frutto del lavoro di Regione Piemonte tramite Csi-Piemonte, maggiori informazioni nel comunicato stampa di Regione Piemonte.

Smart NationSalute Piemonte, il nuovo portale di Regione Piemonte dedicato alla sanità
Vai all'articolo

Apple e Google evolvono il sistema di notifiche da esposizione

No comments

Apple e Google annunciano una sostanziale evoluzione per la piattaforma di notifiche derivante da esposizione al Covid-19: le nuove versioni dei sistemi operativi iOS e Android infatti permetteranno di ricevere notifiche di contatto a rischio Covid-19 senza necessariamente avere un’app dedicata.

L’attivazione del sistema rimarrà su base volontaria, ossia in fase di aggiornamento del sistema operativo sarà abilitabile o meno, e unicamente collegata alla tecnologia bluetooth che comunque sarà migliorata in termini di precisione benché sia escluso il ricorso al GPS.

A tale proposito inoltre è stata rivista la logica per cui l’attivazione dei servizi bluetooth imponesse anche l’attivazione del sensore GPS, come per esempio su Android, perché entrambi i servizi erano incardinati sotto all’area della geolocalizzazione a prescindere che la localizzazione satellitare non venisse utilizzata: con il nuovo aggiornamento sarà possibile abilitare esclusivamente i servizi bluetooth che saranno quindi scorporati.

Il cuore tecnologico dell’evoluzione marchiata Apple e Google è legato all’interfaccia lato utente: se i dispositivi continueranno infatti come ora, in modo del tutto anonimo, a ricevere e inviare informazioni legate all’interazione per vicinanza del proprio dispositivo con quello altrui tramite lo scambio di codici casuali, con il nuovo aggiornamento sarà il dispositivo stesso ad allertare l’utente (previa abilitazione dell’opzione) senza che sia stato necessario scaricare un’app.

In caso di riscontro positivo sarà poi l’operatore sanitario, tramite un’interfaccia grafica dedicata e realizzata da Apple e Google, che potrà validare le chiavi temporanee che permettono all’utente di effettuare l’upload volontario dei codici randomici anonimi che lo hanno identificato nell’ultimo periodo: per la segnalazione da parte dell’utente è però necessaria l’applicazione di riferimento adottata dal proprio Stato che nel caso italiano è Immuni.

Smart NationApple e Google evolvono il sistema di notifiche da esposizione
Vai all'articolo

A Torino una mano robotica cura la riabilitazione dopo l’ictus

No comments

L’azienda ospedaliera Città della Salute e della Scienza di Torino, già conosciuto come le Molinette, si è dotata di un avveniristico strumento per riabilitare gli arti superiori danneggiati in seguito ad un ictus: si tratta di una speciale mano robotica che assiste il paziente nel movimento.

Chiunque fosse colpito da una patologia neuromotoria infatti ha serie difficoltà a ripristinare l’utilizzo degli arti: grazie a questa innovazione è invece più facile ottenere dei risultati apprezzabili.

Il paziente si siede a una console di fronte a uno schermo e infila entrambe le braccia in appositi sostegni articolati che terminando con due guanti dotati di sensori per la lettura dei movimenti attivi e tendini artificiali per la mobilizzazione passiva.

L’induzione al movimento è progressiva: può essere infatti dettata interamente dal guanto, interamente dal paziente oppure il dispositivo può intervenire solo a supporto qualora sia necessario.

La piattaforma robotica monitora e registra i progressi del paziente e permette di impostare un percorso di riabilitazione progressivo con esercizi mirati a difficoltà variabile. Il progetto è stato reso possibile dall’intervento della Reale Foundation e di numerosi Rotary Club.

Smart NationA Torino una mano robotica cura la riabilitazione dopo l’ictus
Vai all'articolo

Online Edi, il chatbot che fornisce informazioni sul cancro al seno

No comments

Da Europa Donna Italia arriva EDI, il chatbot sviluppato per fornire alle persone un’informazione mirata e precisa sul cancro al seno tramite risposte autorevoli via internet 24 ore su 24.

In Italia una donna su otto si ammala di tumore al seno nel corso della propria vita ma l’informazione in merito alla patologia e ai protocolli terapeutici è ancora poco diffusa o, spesso, di difficile comprensione per una persona senza competenze mediche: l’accesso alle informazioni non controllate rappresenta poi un ulteriore fonte di problematiche per chi è colpito dalla malattia e per i parenti più prossimi.

EDI nasce per porre un freno alle erronee informazioni e per rendere più consapevoli coloro che decideranno di interrogare l’assistente digitale per ottenere risposte alle domande più frequenti su questo tipo di tumore: dalla diagnosi alle terapie, dalla riabilitazione agli effetti collaterali delle cure fino alla possibilità di individuare il centro di senologia e l’associazione di sostegno più comodi rispetto alla propria posizione.

EDI è quindi un esempio di come l’uso intelligente della tecnologia possa valorizzare il rapporto umano in medicina: l’assistente digitale è disponibile direttamente sul sito europadonnaitalia.it ed è il frutto della collaborazione di 150 associazioni pazienti impegnate nell’assistenza di donne colpite dalla patologia e quindi in grado di riflettere le loro reali esigenze dal punto di vista informativo.

Le risposte a quesiti posti al chatbot avvengono ovviamente in tempo reale: se una domanda fosse particolarmente complessa il sistema verrà coadiuvato da un gruppo di medici ed esperti che elaborerà una risposta e la per email entro 24 ore.

Smart NationOnline Edi, il chatbot che fornisce informazioni sul cancro al seno
Vai all'articolo

In Piemonte entra in funzione il Fascicolo Sanitario Elettronico

No comments

Entrano ufficialmente in servizio in Piemonte i servizi di sanità digitale fra cui il Fascicolo Sanitario Elettronico: si tratta di una conquista che segue due anni di lavoro e sperimentazione fortemente voluti da Regione Piemonte per semplificare la vita dei cittadini.

L’accesso al Fascicolo Sanitario Elettronico apre nuove opportunità a chiunque voglia interagire con i propri esami, la scelta del proprio medico curante e la prenotazione di visite e accertamenti: allo stesso tempo consente agli operatori sanitari di poter consultare un quadro aggiornato e in tempo reale dello stato di salute dei pazienti dietro consenso di questi ultimi che hanno sempre facoltà di oscurare, su richiesta, le informazioni che li riguardano.

Il Fascicolo Sanitario Elettronico è infatti a tutti gli effetti un cassetto che permette numerose operazioni: è una piattaforma organizzata a livello regionale ed è considerata generalmente molto utile dalla popolazione, basti pensare che in Lombardia quasi il 60% degli aventi diritto ormai ha interagito con essa.

In Piemonte il Fascicolo Sanitario Elettronico è accessibile dalla voce Sanità presente sul portale di Regione Piemonte, sotto la sezione la mia salute.

Per accedere è necessario dotarsi delle credenziali SPID, da computer e tablet.

La piattaforma digitale è completamente attiva e presenta una serie di funzioni che verranno poi progressivamente espanse: già oggi è possibile effettuare il ritiro online dei referti di laboratorio di gran parte delle aziende sanitarie piemontesi con la possibilità di delegare terzi al ritiro.

La consultazione è poi attiva anche tramite le strutture pubbliche regionali: è in corso di implementazione invece l’accesso alla documentazione clinica prodotta dalle strutture del privato accreditato.

Tra gli altri servizi attivi c’è la funzione di cambio del medico di famiglia, il pagamento del ticket sanitario, la procedura per ottenere il buono digitale per i pazienti celiaci, quella per attivare l’esenzione dal ticket per reddito e il taccuino personale dove annotare i farmaci assunti e le misurazioni effettuate sui parametri come la pressione.

Smart NationIn Piemonte entra in funzione il Fascicolo Sanitario Elettronico
Vai all'articolo

Sanofi lancia Uwell, una piattaforma per la salute quotidiana

No comments

Sanofi scende in campo nel settore digitale dedicato alla salute quotidiana attraverso una nuova piattaforma che ha l’obiettivo di consentire alle persone di prendersi cura di se stessi.

Si chiama Uwell ed è stata appena lanciata da Sanofi in collaborazione con Accenture Interactive: l’iniziativa trae spunto dall’abitudine da parte di moltissimi medici, di famiglia o specialisti, di interagire con i propri pazienti tramite modalità digitali come per esempio il ricorso a WhatsApp.

Un hub di servizi dedicati alla salute

A tale proposito Uwell vuole diventare un vero e proprio aggregatore di servizi innovativi legati alla salute, permettendo a medici e pazienti di potersi interfacciare con la comodità di gestire tutte le proprie informazioni cliniche in un unico posto.

Sulla piattaforma di Sanofi si può quindi impostare il proprio profilo salute, annotare informazioni importanti fra cui la propria tessera sanitara, le allergie o le date di vaccinazioni ma anche fruire di un sistema che permette di ricordare quando assumere i farmaci ricorrenti.

La sezione più innovativa di Uwell è però legata al servizio farmacia che consente di individuare velocemente la farmacia più vicina e acquistare direttamente online i farmaci necessari che vengono consegnati al richiedente entro un’ora dalla richiesta

Smart NationSanofi lancia Uwell, una piattaforma per la salute quotidiana
Vai all'articolo