Health Digital City, ASL e Provincia di Foggia supportano l’accesso alla salute digitale

No comments

L’ASL di Foggia in co-programmazione con la Provincia di Foggia ha dato il via alla prima parte del progetto Health Digital City: si tratta di un’iniziativa a favore della comunità che prevede un’attività di supporto ai cittadini per il corretto utilizzo dei servizi sanitari e socio-sanitari digitali tramite una squadra di facilitatori digitali.

Il personale, reclutato tramite il Servizio Civile Digitale, comporrà una squadra di operatori con il ruolo di educatori digitali che sensibilizzeranno la cittadinanza sui vantaggi della digitalizzazione educandol all’utilizzo dei servizi online tra cui l’accesso alle informazioni sanitarie tramite Fascicolo Sanitario Elettronico e altre piattaforme digitali pubbliche collegate con la salute digitale.

L’obiettivo finale è il rafforzamento della coesione sociale attuando un percorso di consolidamento delle competenze digitali diffuse così come da linee guida nazionali ed europee.

Maggiori dettagli sul sito di ASL Foggia.

Smart NationHealth Digital City, ASL e Provincia di Foggia supportano l’accesso alla salute digitale
Vai all'articolo

Digital Health Lab, a Dalmine si concentra l’innovazione nell’ambito della medicina digitale

No comments

Presso il Campus dell’Università degli studi di Bergamo a Dalmine, grazie alla collaborazione tra Fondazione Europea di Ricerca Biomedica (FERB), Università degli studi di Bergamo, Università degli Studi di Milano-Bicocca, ASST Bergamo EST e ASST Papa Giovanni XXIII, nasce il Digital Health Lab, un laboratorio in cui vengono promosse ricerca e innovazione nell’ambito della medicina digitale.

In particolare l’iniziativa si propone di sviluppare progetti significativi per la sanità del futuro come il Digital Triage in Pronto Soccorso, lo studio delle malattie cardiovascolari in montagna e il monitoraggio da remoto della malattia di Parkinson e dei pazienti fragili tramite dispositivi indossabili.

Gli obiettivi prevedono inoltre di rendere i servizi sanitari più equi e raggiungibili sul territorio attraverso lo studio dei dati, il tracciamento nelle comunità di pazienti grazie a infrastrutture e soluzioni IoT basate sulla sensoristica avanzata ma anche all’utilizzo di tecnologie predittive per l’insorgenza di patologie croniche o stagionali identificando appositi fattori di rischio.

Maggiori dettagli nel sito di Fondazione Anthem e nella pagina dell’Università degli studi di Bergamo.

Smart NationDigital Health Lab, a Dalmine si concentra l’innovazione nell’ambito della medicina digitale
Vai all'articolo

Regione Campania punta sui servizi sanitari digitali

No comments

Con il il Portale Salute del Cittadino e l’app Campania in Salute la Regione Campania potenzia l’accesso ai servizi sanitari a vantaggio dei propri cittadini che possono quindi fruire direttamente su smartphone, tablet e computer di tutte le opportunità che il sistema sanitario mette a disposizione della popolazione residente.

I due sistemi, profondamente integrati, evitano la dispersione e la disgregazione dei servizi digitali: attraverso questa convergenza il CUP Unico Regionale permette di prenotare prestazioni in pochi click dopo aver eseguito l’accesso tramite identità digitale, SPID o CIEID.

Le prestazioni prenotate tramite servizi digitali possono poi essere pagate direttamente online, saldando il ticket tramite la piattaforma PagoPA integrata.

Fra i servizi messi a disposizione della cittadinanza e particolarmente utilizzati vi è il servizio di Scelta Medico e Pediatra per se stessi o per i propri figli ma anche il servizio Corredo Vaccinale per tenere traccia e pianificare le vaccinazioni.

Non manca la possibilità di consultare la propria storia clinica in strutture pubbliche e private tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico che Regione Campania mette a disposizione di tutti i cittadini residenti.

Una panoramica completa dei servizi è disponibile direttamente sul Portale Salute del Cittadino Sinfonia.

Smart NationRegione Campania punta sui servizi sanitari digitali
Vai all'articolo

Il Policlinico di Bari presenta nuove tecnologie adatte alla rete ultraveloce

No comments

Con l’attivazione della rete ultraveloce presso il Policlinico di Bari, di cui avevamo parlato, il nosocomio si sta dotando progressivamente di nuove tecnologie che possano beneficiare i pazienti e gli operatori grazie ad un pieno utilizzo della connettività targata Vodafone Italia in sinergia con Regione Puglia e la società in-house regionale InnovaPuglia.

Il Policlinico di Bari opera nell’ambito del Servizio Sanitario Regionale e Nazionale ed è sede della Facoltà di Medicina e Chirurgia della Università degli Studi di Bari oltre ad essere l’apripista del Piano Sanità Connessa che rientra nei piani di intervento pubblico della Strategia italiana per la Banda Ultra Larga.

Con l’implementazione della telemedicina su rete ultraveloce, i sanitari del Policlinico di Bari possono offrire consulenze mediche a distanza: i primi progetti pilota hanno riguardato la nefrologia e la medicina interna ma è stato prototipato anche l’utilizzo di dispositivi indossabili che, grazie alla sensoristica avanzata, trasmettono in tempo reale i parametri fisiologici del paziente consentendo al medico di monitorarne lo stato di salute.

Inoltre, è stato sperimentato un sistema di remote proctoring, che offre supporto da remoto al medico in sala operatoria, basato su connettività a banda ultralarga e software di realtà aumentata: è quindi possibile visualizzare, in realtà aumentata, sia i segnali medicali provenienti dalla sala operatoria sia un modello 3D dell’organo del paziente specifico.

Tale soluzione diventa particolarmente interessante anche a scopi formativi.

Maggiori informazioni nel comunicato di Regione Puglia.

Smart NationIl Policlinico di Bari presenta nuove tecnologie adatte alla rete ultraveloce
Vai all'articolo

Fondazione TOG e il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano portano la realtà virtuale nella cura di patologie neurologiche

No comments

Fondazione TOG, centro di eccellenza che offre cure riabilitative gratuite a bambini con patologie neurologiche complesse, si allea con il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano per portare la realtà virtuale nella cura di patologie neurologiche: tramite visori e strumenti tech è infatti possibile portare i giovani pazienti verso percorsi di riabilitazione per patologie neurologiche complesse, in particolare le paralisi cerebrali infantili e le sindromi genetiche con ritardo mentale.

Tramite una ricerca congiunta mirata all’utilizzo sperimentale di tecnologie e metodologie all’avanguardia, tra cui sistemi di eye tracking per l’interazione con specifici software di apprendimento e l’utilizzo di tecnologie di realtà virtuale finalizzate alla riabilitazione neurocognitiva e la salute mentale, i due Enti vogliono contribuire al miglioramento dell’efficacia di alcuni protocolli per la cura di patologie neurologiche.

Si tratta di una progettazione sperimentale destinata ad articolarsi nel tempo attraverso una serie di passi congiunti per implementare l’utilizzo di queste tecnologie per la riabilitazione e il benessere dei giovani pazienti.

Fondazione TOG mette in campo la propria esperienza e anche un piccolo laboratorio 3D con stampanti 3D di ultima generazione dove vengono studiate e realizzate soluzioni innovative per rispondere alle esigenze dei bimbi in cura: seggiolini, tutori ortopedici, e altri ausili terapeutici stampati in 3D.

Maggiori informazioni contattando direttamente Fondazione TOG.

Smart NationFondazione TOG e il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano portano la realtà virtuale nella cura di patologie neurologiche
Vai all'articolo

Sanità Connessa, il Policlinico di Bari è la prima struttura sanitaria ad attivare la rete ultraveloce

No comments

Nell’ambito del piano Sanità Connessa il Policlinico di Bari è la prima struttura sanitaria pubblica di tutta Italia ad essere dotata di connessione ultraveloce ad internet con accesso gratuito alla rete con banda minima garantita e servizi di assistenza tecnica continua per i prossimi cinque anni.

L’operazione è resa possibile perché facente parte di uno dei cinque piani operativi dell’investimento Reti ultraveloci e 5G previsti dal PNRR e la cui attuazione è frutto di una sinergia fra Infratel Italia, Regione Puglia, la società in-house regionale InnovaPuglia, il Policlinico di Bari e Vodafone

Il programma di investimento prevede di dotare di connettività a banda ultralarga le strutture del servizio sanitario pubblico sul territorio nazionale, con una velocità compresa tra uno e dieci gigabit al secondo in funzione della loro tipologia.

Una connettività all’avanguardia consente di migliorare l’efficienza delle aziende sanitarie riducendo i costi organizzativi dei servizi e incrementando la qualità dei servizi ai cittadini.

Maggiori dettagli nel comunicato del Dipartimento per la trasformazione digitale.

Smart NationSanità Connessa, il Policlinico di Bari è la prima struttura sanitaria ad attivare la rete ultraveloce
Vai all'articolo

Salute, in Liguria è attivo uno sportello digitale per supportare le persone sorde

No comments

Liguria Digitale, Regione Liguria e la cooperativa sociale La Cruna, grazie al sostegno del Pio Istituto dei Sordi di Milano, hanno dato il via ad un nuovo sportello sperimentale di assistenza digitale per le persone sorde che necessitano di effettuare la prenotazione di prestazioni sanitarie.

Un operatore dedicato, tramite la piattaforma Prenoto Salute, è a disposizione delle persone affette da sordità fornendo assistenza per eseguire le prenotazioni tanto fisicamente, e quindi interagendo tramite la lingua dei segni, quanto via chat e mail per fornire supporto da remoto.

In Liguria sono oltre 600 le persone affette da sordità mentre quelle che soffrono di problemi uditivi sono circa 9.400: una fetta di popolazione che, altrimenti, potrebbe risultare tagliata fuori dalla possibilità di interagire con il sistema sanitario che, ormai, richiede la padronanza degli strumenti tecnologici.

Il servizio è disponibile settimanalmente secondo gli orari di apertura e previa prenotazione via WhatsApp al numero 380 3606589 oppure via mail disponendo della tessera sanitaria e dell’impegnativa del medico.

Smart NationSalute, in Liguria è attivo uno sportello digitale per supportare le persone sorde
Vai all'articolo

Easy Hospital, Regione Emilia-Romagna sperimenta l’app per facilitare il rapporto tra utenti e ospedali

No comments

Regione Emilia-Romagna ha presentato Easy Hospital, l’app dedicata al Policlinico di Sant’Orsola che permette ai cittadini di fruire più facilmente dei servizi della cittadella universitaria composta da uno spazio di oltre 1 Km con 32 padiglioni di cui 23 dedicati a attività di assistenza e ricerca e 80 Unità Operative.

L’app, coerentemente con lo sviluppo dell’Agenda Digitale romagnola, è in fase di sperimentazione: mostra una ricerca libera che permette di accedere a una mappa, localizzare il pronto soccorso nonché i reparti e gli spazi destinati al parcheggio.

Inoltre, il cittadino che ha prenotato una prestazione tramite il CUP dell’ospedale riceverà un sms di conferma contenete un link che permetterà di visualizzare sulla mappa la posizione dell’ambulatorio dove effettuare la prestazione nonché il percorso più veloce per raggiungerlo.

Il percorso guidato viene calcolato tramite gps e tecnologia bluetooth.

L’applicazione provvede poi a segnalare la dislocazione delle casse automatiche, qualora la prestazione non risulti ancora saldata, per poi assegnare il numero di accesso progressivo alla sala d’attesa e ultimando quello che è, a tutti gli effetti, un percorso di accettazione virtuale.

Easy Hospital è disponibile gratuitamente negli store per smartphone iOS e Android ed è un progetto che verrà esteso a tutta la rete ospedaliera e ad altre strutture pubbliche a largo utilizzo.

Maggiori dettagli nel comunicato di Regione Emilia-Romagna.

Smart NationEasy Hospital, Regione Emilia-Romagna sperimenta l’app per facilitare il rapporto tra utenti e ospedali
Vai all'articolo

La piattaforma digitale Prenoto Salute di Regione Liguria si allarga agli esami di laboratorio

No comments

La piattaforma digitale Prenoto Salute di Regione Liguria, gestita da Liguria Digitale, si amplia e inserisce anche gli esami di laboratorio: dopo gli esami radiografici e la diagnostica per immagini, oltre alle visite specialistiche, il portale regionale che consente la prenotazione delle prestazioni sanitarie si allarga agli esami di laboratorio, come per esempio le analisi.

I cittadini della Regione Liguria potranno così prenotare anche online queste prestazioni oltre ad utilizzare i canali tradizionali.

In totale la piattaforma permetterà di prenotare oltre 1.300 prestazioni sanitarie tutti i giorni, compresi i festivi, a tutte le ore: proprio la disponibilità del servizio è uno dei fattori di successo del servizio considerando che le prenotazioni al di fuori dell’orario di operatività del CUP sono state circa il 33% del totale.

Dal 29 luglio sono state prenotate circa 21.000 prestazioni su Prenoto Salute: la fascia anagrafica dei cittadini che ha utilizzato maggiormente il servizio è quella che va dai 50 ai 60 anni con 4.584 prenotazioni effettuate.

La nuova opportunità prenderà il via formalmente dalle ore 12 di mercoledì 30 novembre 2022.

Smart NationLa piattaforma digitale Prenoto Salute di Regione Liguria si allarga agli esami di laboratorio
Vai all'articolo

ISS punta sulla formazione sui temi della telemedicina e la sanità digitale

No comments

L’Istituto Superiore di Sanità ha stretto con Fondazione Enpam un accordo per utilizzare la piattaforma Tech2Doc per fare formazione sui temi della telemedicina e la sanità digitale.

Lo scopo è quello di organizzare uno strumento fruibile da tutti i medici e gli odontoiatri per agevolare la diffusione della conoscenza scientifica grazie al digitale.

Il Centro Nazionale per la Telemedicina e le Nuove Tecnologie Assistenziali dell’ISS si occuperà di gestire i contenuti dal punto di vista tecnico-scientifico a supporto della piattaforma Tech2Doc con la produzione di contenuti video/testuali di approfondimento sui temi della telemedicina e delle innovazioni tecnologiche per la gestione dei dati dei pazienti nelle attività assistenziali e nei trial clinici.

La piattaforma Tech2Doc è una realtà già rodata con 41.000 utenti per un totale di 141.000 contenuti visualizzati coinvolgendo oltre 70 esperti e figure autorevoli provenienti da diversi settori, da quello sanitario alla giurisprudenza.

Maggiori informazioni nel comunicato dell’Istituto Superiore di Sanità.

Smart NationISS punta sulla formazione sui temi della telemedicina e la sanità digitale
Vai all'articolo