Trasformazione digitale, arriva lo scontrino elettronico

No comments

Tutto è pronto per il debutto dello scontrino fiscale elettronico che da domani 1° luglio diventa obbligatorio per tutti gli operatori Iva con volume d’affari superiore a 400mila euro che effettuano cessioni di beni o prestazioni di servizi.

Similarmente a quanto avviene per la fattura elettronica, il consumatore riceverà un documento con valenza solo commerciale mentre le informazioni rilevanti per il fisco verranno trasmesse direttamente all’Agenzia delle Entrate tramite appositi registratori di cassa telematici.

In alternativa gli esercenti potranno trasmettere all’Agenzia delle Entrate i dati dei corrispettivi giornalieri tramite un servizio web disponibile nell’area riservata del portale Fatture e Corrispettivi.

Lo Stato ha previsto un bonus per coloro i quali decideranno di adeguare i registratori di cassa tradizionali passando a quelli telematici.

Lo scontrino elettronico rappresenta un ulteriore passo avanti nel processo di dematerializzazione delle procedure fiscali e nella lotta all’evasione fiscale allineandosi a quanto già si sta compiendo con la fatturazione elettronica.

Gli operatori che non hanno ancora un registratore telematico potranno assolvere all’obbligo di trasmissione dei corrispettivi giornalieri entro il mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione, senza incorrere in sanzioni, ma rispettando i termini di liquidazione dell’imposta sul valore aggiunto. Questa deroga è valida solo per i primi sei mesi dall’entrata in vigore dell’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi: la decorrenza è fissata al 1° luglio 2019 per i soggetti con volume di affari superiore a 400mila euro e al 1° gennaio 2020 per gli altri soggetti.

Smart NationTrasformazione digitale, arriva lo scontrino elettronico
Vai all'articolo