Smartcitizenship, la cultura della smart city entra nelle scuole genovesi

No comments

Si chiama Smartcitizenship ed è il progetto dell’Associazione Genova Smart City promosso dal Comune di Genova per diffondere la cultura della smart city nelle scuole genovesi sensibilizzando gli studenti sulle tematiche legate a tecnologia, innovazione, sostenibilità e inclusione.

L’iniziativa vuole insegnare ai giovani genovesi a utilizzare in modo responsabile i dispositivi digitali che hanno la possibilità di contribuire ad affrontare le sfide previste dall’Agenda Onu 2030.

Partito dall’IC Castelletto e rivolto a più di 20 scuole genovesi, Smartcitizenship risponde ai fabbisogni formativi delle scuole relativamente all’educazione civica e tecnologica tramite un approccio focalizzato sulle competenze digitali.

Formare i cittadini del domani ad una cultura improntata all’innovazione e attenta alle questioni ecologiche e sociali rappresenta una scommessa ad alto potenziale in termini di impatto per una città come Genova che si candida ad essere uno dei centri economici e tecnologici più importanti dell’Europa e del Mediterraneo.

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Genova.

Smart NationSmartcitizenship, la cultura della smart city entra nelle scuole genovesi
Vai all'articolo

Nel Comune di Cesena la prima aula STEM nella scuola primaria

No comments

Presso la scuola primaria di Martorano nel Comune di Cesena è stata inaugurata la prima aula STEM per impiegare il digitale nello studio delle materie scientifiche attraverso metodologie e attività innovative che possano rispondere in modo efficace ai nuovi bisogni degli studenti.

Tramite il sostegno dei fondi del PNRR è stata quindi introdotta un’aula STEM in ciascuno dei cinque plessi di Scuola primaria del Comune: la prima è stata inaugurata presso il plesso di Martorano con il conseguente miglioramento degli spazi scolastici e il potenziamento delle competenze e dell’inclusione per raggiungere il successo formativo di tutti gli studenti.

Le aule presentano arredi modulari e soprattutto attrezzature evolute con postazioni dotate di monitor touch e la disponibilità di Cromebook oltre al materiale didattico per l’insegnamento delle discipline STEM.

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Cesena.

Smart NationNel Comune di Cesena la prima aula STEM nella scuola primaria
Vai all'articolo

Il Comune di Genova inaugura la Casa delle Tecnologie Emergenti

No comments

Il Comune di Genova ha inaugurato la Casa delle Tecnologie Emergenti, un centro di trasferimento tecnologico che raccoglie le competenze scientifiche di Università e Centri di ricerca del territorio portandole a servizio delle necessità del tessuto imprenditoriale locale.

La Casa delle Tecnologie Emergenti è progetto esteso su scala nazionale con la proliferazione di diversi punti in cui possano nascere e svilupparsi progetti tecnologici che migliorino le prospettive dei territori in cui sono incardinati come per esempio la creazione e l’accelerazione di startup.

Nel Comune di Genova ciò avviene nei locali dell’ex stazione ferroviaria di Genova Prà grazie al sostegno del Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT) con il coinvolgimento di un partenariato di soggetti pubblici e privati fra cui l’Università di Genova, la Fondazione IIT, il CNR, il Consorzio Ge-DIX Genova Data Internet eXchange e molti altri.

L’iniziativa ha come obiettivo soprattutto lo sviluppo e l’implementazione di servizi nel campo dell’industria culturale e creativa per valorizzare l’accessibilità del patrimonio museale ligure nonché l’avvicinamento della tecnologia alle scuole aprendo agli studenti, fin da piccoli, nuove opportunità formative e professionali legate al settore ICT.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Genova.

Smart NationIl Comune di Genova inaugura la Casa delle Tecnologie Emergenti
Vai all'articolo

Il Comune di Messina digitalizza il servizio di refezione scolastica

No comments

Il Comune di Messina digitalizza il servizio di refezione scolastica che, da domani, diventa ufficialmente operativo con le prime 24 scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado per cui è prevista la continuità dell’attività scolastica nel pomeriggio.

Grazie al coordinamento fra parte politica, l’Ufficio scolastico provinciale, la dirigenza delle scuole coinvolte e gli uffici interessati è stato possibile fornire agli operatori scolastici uno strumento che consenta di avere in tempo reale la situazione relativa al numero di bambini che giorno per giorno usufruiscono del servizio mensa corredato dello stato dei pagamenti e di ogni altra informazione utile alla gestione dell’attività.

Inoltre, i genitori, grazie alla tecnologia, possono consultare i pasti consumati dai propri figli e verificare la situazione contabile eseguendo eventuali pagamenti necessari tramite la piattaforma PagoPA.

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Messina.

Smart NationIl Comune di Messina digitalizza il servizio di refezione scolastica
Vai all'articolo

Unica, online la piattaforma digitale dedicata alla comunicazione fra scuola e famiglia

No comments

Al via oggi Unica, la piattaforma digitale del Ministero dell’Istruzione e del Merito dedicata a famiglie e studenti per consentire una migliore e più facile comunicazione fra scuola e famiglia.

Si tratta di un sistema che permette di rendere l’istruzione più accessibile, efficiente e orientata al futuro tramite il ricorso alle nuove tecnologie: particolare attenzione è stata prestata all’orientamento con l’avvio di nuovi strumenti e il ricorso ad una più efficace organizzazione che prevede diverse figure fra cui il docente tutor, con il compito di scoprire i talenti degli studenti, e il docente orientatore, con l’incarico di individuare il percorso formativo più indicato per il futuro degli studenti.

La nuova piattaforma digitale è disponibile per oltre 10 mila scuole statali e paritarie, interessando più di 6,5 milioni di studenti e circa 8 milioni di genitori o soggetti con potestà genitoriale senza contare più di 1 milione di persone che lavorano ogni giorno nella scuola.

Unica contiene 3 macro sezioni rispettivamente dedicate all’orientamento, alla vita garantita dal panorama scolastico e agli strumenti per semplificare la vita delle famiglie tramite l’adozione di servizi innovativi.

Maggiori informazioni nel comunicato del MIM.

Smart NationUnica, online la piattaforma digitale dedicata alla comunicazione fra scuola e famiglia
Vai all'articolo

Festival dell’Innovazione e della Scienza, l’undicesima edizione è dedicata ai linguaggi

No comments

Tutto è pronto per la nuova edizione del Festival dell’Innovazione e della Scienza, la manifestazione organizzata dal Comune di Settimo Torinese in collaborazione con la Fondazione Esperienze di Cultura Metropolitana e supportata della Fondazione CRT.

L’undicesima edizione, in programma dal 8 al 15 ottobre, è dedicata ai linguaggi che spaziano dall’arte alla tecnologia passando per il digitale e la musica.

Tramite appositi percorsi didattici e laboratori creativi, l’iniziativa vuole offrire, soprattutto alle scuole e ai ragazzi, un’esperienza unica di scoperta e apprendimento: tutto ruota attorno agli spazi della Biblioteca Archimede appositamente riorganizzati per accogliere gli studenti avvicinandoli al mondo della scienza e dell’innovazione.

Oltre alla biblioteca, saranno interessati dalla manifestazione anche gli altri poli culturali di Settimo, dall’Ecomuseo del Freidano al Mu-Ch Museo della Chimica alla Suoneria.

Oltre al territorio del Comune di Settimo Torinese verranno coinvolti con eventi diffusi, come nelle precedenti edizioni, i Comuni dell’area metropolitana quali Avigliana, Castiglione Torinese, Chieri, Collegno, Moncalieri, Nichelino, San Mauro Torinese, Torino e Venaria Reale.

Maggiori dettagli nel comunicato di Fondazione CRT.

Smart NationFestival dell’Innovazione e della Scienza, l’undicesima edizione è dedicata ai linguaggi
Vai all'articolo

Schoolweb, il Comune di Gubbio rivoluziona mensa e trasporti scolastici con il digitale

No comments

I servizi di ristorazione scolastica e di trasporto del Comune di Gubbio subiscono una profonda trasformazione digitale grazie all’introduzione del progetto Schoolweb, una piattaforma digitale integrata che lega un’app dedicata, un portale e ovviamente un sistema informatico per semplifica l’utilizzo delle mense e del trasporto scolastico.

Il nuovo sistema permette di comunicare eventuali assenze dal servizio di ristorazione scolastica oltre a consentire la gestione di un borsellino elettronico per effettuare il pagamento dei pasti e del trasporto tramite un credito virtuale.

Inoltre la piattaforma mette a disposizione ogni informazione relativa ai servizi come le presenze in mensa, l’estratto conto del borsellino e lo scarico della certificazione 730 in modo semplificato e accessibile tramite identità digitale.

Per poter accedere al servizio è necessario collegarsi attraverso il Portale Genitori messo a disposizione dall’Amministrazione.

In caso di necessità è attivo il supporto tramite il punto DigiPASS del Comune di Gubbio.

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Gubbio.

Smart NationSchoolweb, il Comune di Gubbio rivoluziona mensa e trasporti scolastici con il digitale
Vai all'articolo

Il Comune di Monza dematerializza le cedole librarie

No comments

Con il nuovo anno scolastico il Comune di Monza avvia la dematerializzazione delle cedole librarie con la conseguente sostituzione di quelle cartacee: il nuovo sistema digitale permette di ritirare i libri di testo presso le librerie accreditate.

La cedola libraria dematerializzata è l’alternativa digitale alla tradizionale cedola cartacea: si concretizza in un credito digitale, corrispondente al valore della cedola stessa, funzionale al ritiro dei libri di testo della scuola primaria e associato alla tessera sanitaria degli alunni residenti nel Comune di Monza.

Presso il cartolibraio prescelto per la fornitura dei libri sarà sufficiente presentare la tessera sanitaria del figlio per impiegare l’importo assegnato e ritirare i testi.

Gli alunni non residenti, in via eccezionale ancora per quest’anno, potranno utilizzare la cedola libraria cartacea.

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Monza.

Smart NationIl Comune di Monza dematerializza le cedole librarie
Vai all'articolo

Famiglie e Studenti, il MIM annuncia la nuova piattaforma digitale

No comments

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito ha annunciato la creazione di una nuova piattaforma digitale chiamata Famiglie e Studenti.

Si tratta di un’iniziativa dedicata alla semplificazione dell’erogazione dei servizi educativi ottimizzando le attività del Ministero e delle istituzioni scolastiche ed educative statali.

Tramite la piattaforma digitale, che rappresenta un canale unico di accesso per famiglie e studenti a tutti i servizi offerti dal Ministero dell’Istruzione e del Merito che spaziano dall’orientamento alla presentazione dell’offerta formativa passando per la possibilità di fruire di varie prestazioni e sostegni del diritto allo studio.

Proprio l’aspetto delle agevolazioni a studenti e famiglie è un aspetto particolarmente curato: è stato concepito un interfacciamento diretto con l’INPS per ottenere automaticamente i dati relativi all’indicatore sulla situazione economica equivalente (ISEE) con una notevole facilitazione per la corretta individuazione dei beneficiari e l’erogazione dei sostegni economici previsti fra cui borse di studio e i contributi per i viaggi di istruzione.

La nuova piattaforma inoltre migliorerà una gestione più equa delle risorse educative privilegiando le istituzioni scolastiche che abbiano un maggior numero di studenti appartenenti a famiglie che non abbiano accesso a grandi disponibilità economiche.

Maggiori dettagli nel comunicato del Ministero dell’Istruzione e del Merito.

Smart NationFamiglie e Studenti, il MIM annuncia la nuova piattaforma digitale
Vai all'articolo

A Novara la didattica digitale corre in aiuto agli studenti con gravi patologie

No comments

Si chiama Aconcagua ed è il progetto di didattica digitale presentato oggi a Novara per consentire agli studenti delle superiori affetti da gravi patologie, soprattutto oncologiche, di frequentare la scuola non in presenza mantenendo i rapporti con compagni e professori.

L’iniziativa punta a garantire la continuità didattica tramite l’uso della tecnologia ma anche le indispensabili relazioni interumane della vita scolastica.

La didattica digitale favorisce il proseguimento della formazione ma anche il recupero del benessere nel senso più ampio del termine garantendo un intervento educativo che coinvolge e responsabilizza la scuola a cui lo studente appartiene.

Nella pratica gli interessati, ossia studenti, famiglie e scuole, riceveranno le dotazioni tecnologiche per garantire l’accesso remotizzato all’istituzione scolastica ma anche all’Ospedale Maggiore di Novara tramite un desk che consenta di avere rapporti continui con medici e psicologi incaricati di seguire lo studente.

Si tratta di un progetto sperimentale che partirà con il nuovo anno scolastico nel Novarese e nel Piemonte Orientale per tutti i giovani che si rivolgono alla sanità pediatrica presso l’Ospedale Maggiore della Carità di Novara a causa di patologie oncoematologiche ma anche di altre patologie complesse che interessano gli ambiti gastroenterologico, immunoreumatologico, nefrologico e neurologico.

La sperimentazione aprirà la strada alla replicazione del progetto in altre regioni italiane anche grazie al sostegno del Ministero dell’Istruzione.

I sostenitori dell’iniziativa sono diversi fra cui Fondazione Edo, Elvo Tempia Onlus, Fondazione Agnelli, Unione Genitori Italiani di Novara e ovviamente l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Maggiore della Carità di Novara in sinergia con l’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte.

Maggiori dettagli nel comunicato di Fondazione Agnelli.

Smart NationA Novara la didattica digitale corre in aiuto agli studenti con gravi patologie
Vai all'articolo