In Italia cresce l’eCommerce ma non decollano le vendite verso l’estero

No comments

In Italia cresce il settore dell’e-commerce con un incremento di fiducia da parte delle imprese ad investire in canali di vendita digitali.

Secondo i dati diffusi da Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi si assiste ad un incremento del +58% per la Lombardia e del +68% per l’Italia in riferimento agli ultimi cinque anni con 17.432 imprese specializzate e una crescita del 9% all’anno.

Il settore impiega quasi 6mila addetti in Lombardia su 26mila a livello nazionale: tra le altre regioni ad alta concentrazione, circa 3mila adetti ciascuna, ci sono il Lazio e l’Umbria.

Le vendite verso l’estero sono inferiori alle opportunità esistenti

Se il settore cresce in modo marcato, non si può dire che sia lo stesso per quanto riguarda gli shop online che vendono all’estero.

Secondo un’indagine realizzata da Idealo, solo il 22% degli e-commerce italiani vende anche al di fuori dell’Italia: si tratta di un’opportunità mancata.

Se in molti Paesi europei come la Svezia, il Regno Unito o la Germania l’e-commerce gode di ottima salute con una media superiore all’80% degli utenti internet che utilizza il canale online per fare acquisti, in Italia siamo da tempoo fermi al 43% contro una media europea del 68%.

Ed è proprio questa propensione da parte dei Paesi esteri a rappresentare un’opportunità da cogliere per le imprese italiane che consentirebbe di affacciarsi con successo su un mercato internazionale decisamente più ricettivo del nostrano.

Tuttavia come detto solo il 22% degli e-commerce italiani sta cogliendo questa possibilità di business, dato molto lontano da Paesi come Spagna e Francia, in cui gli e-commerce che vendono all’estero sono il 50% (Regno Unito e Germania sono rispettivamente al 48% e al 46%).

Smart NationIn Italia cresce l’eCommerce ma non decollano le vendite verso l’estero
Vai all'articolo