iPhone 14, Apple Watch Series 8 e AirPods Pro 2: presentate le novità Apple

No comments

Lo Steve Jobs Theatre riapre dopo tre anni di chiusura a causa della pandemia per la presentazione di un evento significativo nell’universo Apple: sono stati infatti lanciati globalmente tre nuovi dispositivi che rinnovano l’offerta della multinazionale americana.

iPhone 14, Apple Watch Series 8 e AirPods Pro 2 sono la nuova lineup di punta dei prodotti di casa Apple che progressivamente verranno resi disponibili in ogni Paese del mondo insieme alla nuova versione del sistema operativo iOS, la 16, che sarà rilasciata dal 16 settembre.

iPhone 14 e iPhone 14 Plus, rispettivamente di 6,1 e 6,7 pollici, sono i nuovi smartphone della Mela: resi disponibili nei colori midnight, starlight, blue, purple e product red, montano un processore A15 e un interessante connessione satellitare che consente di inviare messaggi anche qualora manchi la copertura dell’operatore.

A questi si aggiungono le versioni Pro e Pro Max che montano un processore più performante, l’A16 Bionic, e sono dotate di altre interessanti caratteristiche legate al comparto delle fotocamere.

L’Phone 14 parte da 1.029 euro, il 14 Plus da 1.179 euro e il Pro da 1.339 euro con preordini disponibili a partire dai prossimi giorni.

Apple Watch Series 8 è la nuova versione del celebre smartwatch di casa Apple: rispetto alla serie precedente è dotato di un sensore per rilevare la temperatura corporea ma ricalca il design del modello dello scorso anno.

Fra le innovazioni disponibili vi è una speciale funzione chiamata crash detection che è pensata per individuare quando una persona ha avuto un incidente ad alta velocità come per esempio con un’auto.

Disponibile anche la versione entry level Apple Watch SE 2 e la versione Ultra destinata agli sportivi estremi: Apple Watch Series 8 parte da 509 euro, SE da 309 euro mentre la versione Ultra da 1.009 euro.

Infine Apple ha presentato gli AirPods Pro 2, versione rinnovata del modello risalente al 2019 con importanti aggiornamenti hardware, come il nuovo chip H2, un audio spaziale migliorato e una cancellazione del rumore avanzata.

AirPods Pro 2 vengono proposti a 299 euro.

Maggiori dettagli sul sito ufficiale di Apple.

Smart NationiPhone 14, Apple Watch Series 8 e AirPods Pro 2: presentate le novità Apple
Vai all'articolo

WhatsApp per Windows è ora utilizzabile anche senza smartphone

No comments

La nuova app nativa di WhatsApp per Windows è ora disponibile in Italia anche senza la necessità di dover mantenere connessa alla medesima rete Wi-Fi il proprio smartphone.

Chiunque voglia installare e utilizzare la nuova applicazione potrà farlo anche se lo smartphone è spento oppure offline: tutte le chat saranno liberamente gestibili e potranno essere utilizzate anche di nuove.

L’annuncio ufficiale della rilascio della nuova versione dell’applicazione nativa per Windows è arrivato sul sito ufficiale: si tratta di un aggiornamento che punta, oltre a fornire questa nuova importante funzionalità, a migliorare la stabilità e la velocità dell’applicazione oltre che a ottimizzare l’esperienza d’uso dell’app sul computer.

La nuova versione dell’app supporta la lingua italiana e può essere scaricata tramite Microsoft Store.

Smart NationWhatsApp per Windows è ora utilizzabile anche senza smartphone
Vai all'articolo

Google lancia Android 12L

No comments

Dopo una lunga serie di anticipazioni è venuto per Google il momento di lanciare la versione 12L di Android, anche conosciuta come Android 12.1, un rilascio che offre numerose novità per il sistema operativo di Google.

La versione Android 12L è molto importante soprattutto per smartphone pieghevoli e per i tablet: gli schermi più grandi infatti beneficeranno di una serie migliorie come per esempio le maggiori opportunità di multitasking rispetto alle versioni precedenti.

La nuova versione del sistema operativo Android 12L può essere installata sui telefoni Google Pixel sebbene le funzioni implementate si potranno apprezzare sui dispositivi foldable.

Entro qualche mese è previsto il rilascio per gli altri produttori, fra cui Samsung, mentre entro la fine dell’anno arriveranno i dispositivi nati appositamente per Android 12L.

Tra le principali novità di Android 12L vi è una nuova interfaccia per la barra delle applicazioni sui tablet, una doppia finestra per visualizzare il pannello delle notifiche e le impostazioni di sistema e un restyling del riquadro delle app recenti.

Maggiori informazioni sul blog di Google dedicato ad Android.

Smart NationGoogle lancia Android 12L
Vai all'articolo

TIM e Fondazione CR Firenze insieme per sostenere la formazione digitale dei giovani meno fortunati

No comments

TIM e Fondazione CR Firenze hanno sottoscritto un accordo per dare supporto ai giovani meno fortunati favorendo l’accesso allo studio e alla formazione digitale.

L’accordo prevede la donazione di oltre 600 pc e laptop rigenerati in favore di Fondazione CR Firenze da parte di TIM che permetteranno alle famiglie meno abbienti di poter consolidare, tramite il digitale, le competenze dei figli in vari ambiti agevolando anche l’accesso alla didattica a distanza, laddove venisse implementata.

Inoltre, la donazione permette di recuperare dispositivi elettronici nel rispetto delle buone pratiche di economia circolare e perseguendo la piena sostenibilità: il recupero di questi dispositivi comporterà un risparmio di oltre 132.000 kg di CO2eq.

L’accordo fra TIM e Fondazione CR Firenze appartiene alle iniziative create tramite il progetto Operazione Risorgimento Digitale per promuovere l’inclusione digitale e ridurre il digital divide.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di TIM.

Smart NationTIM e Fondazione CR Firenze insieme per sostenere la formazione digitale dei giovani meno fortunati
Vai all'articolo

Il Comune di Orvieto potenzia il pagamento digitale della sosta

No comments

Il Comune di Orvieto ha potenziato l’opportunità per il cittadino di effettuare il pagamento della sosta nei parcheggi urbani delimitati dalle strisce blu tramite lo smartphone.

L’Amministrazione ha infatti approvato il contratto con il gestore di servizi digitali EasyPark che consente, attraverso l’omonima app, di effettuare il pagamento della sosta sulle strisce blu affiancando così il servizio MyCicero lanciato sul territorio comunale nel 2015.

Il cittadino che vuole parcheggiare in città può quindi usufruire di queste applicazioni per beneficiare di un borsellino digitale finalizzato al saldo degli importi della sosta che garantisce una serie di vantaggi aggiuntivi rispetto ai metodi di pagamento tradizionali.

La modalità digitale inoltre permette di monitorare il tempo del parcheggio con l’opportunità di prolungarlo o interromperlo prima della scadenza impostata qualora ve ne fosse la necessità e saldando solo il tempo effettivamente fruito secondo le tariffe comunali.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa rilasciato del Comune di Orvieto.

Smart NationIl Comune di Orvieto potenzia il pagamento digitale della sosta
Vai all'articolo

Il Comune di Chieti annuncia l’app Smart.PA

No comments

Il Comune di Chieti potenzia l’attività di trasformazione digitale dell’Ente, accelerata ulteriormente qualche settimana fa, e lancia un importante tassello in attuazione del Decreto Semplificazioni e del Codice per l’Amministrazione Digitale: si tratta dell’app Smart.PA, una nuova applicazione a breve disponibile per dispositivi iOS e Android.

L’applicazione permette ai cittadini, tramite smartphone, di usufruire di agevolazioni presso negozi e servizi, presentare online domande per contributi e sussidi, informarsi e consultare le notizie più rilevanti attinenti all’Amministrazione, effettuare pagamenti, richiedere certificazioni che saranno consegnate direttamente sul dispositivo in formato digitale.

Il primo passo prevede l’opportunità di ottenere i buoni spesa in formato elettronico che il cittadino potrà impiegare immediatamente mostrandoli al commerciante.

Maggiori informazioni direttamente nel comunicato stampa del Comune di Chieti.

Smart NationIl Comune di Chieti annuncia l’app Smart.PA
Vai all'articolo

Il terzo rapporto Auditel-Censis evidenzia le lacune nella digitalizzazione delle famiglie italiane

No comments

Con la presentazione del terzo rapporto Auditel-Censis si assiste ad una fotografia piuttosto particolare della nuova normalità digitale delle famiglie italiane: durante l’ultimo periodo, a causa dell’epidemia da COVID-19, i dispositivi tecnologici hanno assunto un’importanza rilevante nella vita quotidiana.

Secondo gli ultimi dati però, quasi tre milioni e mezzo di famiglie italiane non dispongono di collegamento ad internet e quindi sono impossibilitate a svolgere qualsiasi tipo di attività da remoto.

L’analisi Auditel-Censis pone l’accento sugli squilibri socio-economici che determinano il grado di carente digitalizzazione delle famiglie italiane ma che, a loro volta, innescano dinamiche per cui l’assenza di adeguati strumenti tecnologici limita le possibilità formative e occupazionali delle persone coinvolte.

Il collegamento ad internet è disponibile nell’85,9% delle case italiane, media fra il 98,1% di quelle di livello socio-economico elevato e il 59,5% di quelle di chi ha un livello socio-economico basso. 

Sono invece quasi 6 milioni le famiglie che si collegano al web solamente utilizzando uno smartphone e che quindi non possono beneficiare dei vantaggi della banda ultra larga garantita da connessioni in fibra ottica.

Smart NationIl terzo rapporto Auditel-Censis evidenzia le lacune nella digitalizzazione delle famiglie italiane
Vai all'articolo

Il Mauriziano di Torino lancia il tour virtuale dell’ospedale

No comments

L’Ospedale Mauriziano di Torino punta sulla tecnologia e lancia un’applicazione per guidare i propri pazienti all’interno del nosocomio in modo da facilitare il transito e l’arrivo ai reparti: è la prima struttura ospedaliera in Europa che a dotarsi di una soluzione tecnologica di questo tipo.

L’applicazione però non si limita ad un tour virtuale della struttura, al suo interno infatti è possibile accedere ad una serie di servizi fra cui il pagamento di ticket, la prenotazione di visite ed esami o ancora il ritiro degli esiti accedendo, in modo virtuale, al CUP.

Una tale moltitudine di risorse concentrate all’interno di un unico applicativo disponibile al pubblico fa si che il Mauriziano di Torino si candidi ad essere uno degli ospedali più evoluti e attenti alle tematiche correlate con la buona sanità digitale.

L’applicazione, chiamata entrainmauriziano, è disponibile per tutti gli utenti a partire da lunedì 5 ottobre 2020 per smartphone, tablet o pc.

Smart NationIl Mauriziano di Torino lancia il tour virtuale dell’ospedale
Vai all'articolo

Definitivo l’iter per l’avvio dei processi di trasformazione digitale della PA

No comments

Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale della legge di conversione del decreto Semplificazione e innovazione digitale si apre a tutti gli effetti il percorso, supportato dalla base normativa, che porterà l’Italia alla piena trasformazione digitale.

Cittadini e imprese potranno quindi fruire di uno Stato moderno, funzionale e tecnologicamente all’avanguardia grazie alla transizione verso una visione di PA smartphone-centrica.

Il 28 febbraio 2021 è la data limite entro la quale le PA locali devono avviare i propri processi di transizione al digitale che consentano alla popolazione di fruire dei servizi digitali tramite smartphone che viene considerata la piattaforma abilitante al digitale per eccellenza vista la grandissima diffusione.

Il Governo è infatti seriamente intenzionato a rispettare le milestone accelerando un processo che più volte negli anni ha subito svariate battute di arresto anche per mancanza di una solida base normativa che invece questa volta sembra poter fornire adeguate garanzie.

Alla data stabilita potranno fare eccezione i piccoli Comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti per via dell’incidenza delle difficoltà legate alla pandemia da COVID-19.

Maggiori informazioni nel comunicato del MID.

Smart NationDefinitivo l’iter per l’avvio dei processi di trasformazione digitale della PA
Vai all'articolo

Apple e Google evolvono il sistema di notifiche da esposizione

No comments

Apple e Google annunciano una sostanziale evoluzione per la piattaforma di notifiche derivante da esposizione al Covid-19: le nuove versioni dei sistemi operativi iOS e Android infatti permetteranno di ricevere notifiche di contatto a rischio Covid-19 senza necessariamente avere un’app dedicata.

L’attivazione del sistema rimarrà su base volontaria, ossia in fase di aggiornamento del sistema operativo sarà abilitabile o meno, e unicamente collegata alla tecnologia bluetooth che comunque sarà migliorata in termini di precisione benché sia escluso il ricorso al GPS.

A tale proposito inoltre è stata rivista la logica per cui l’attivazione dei servizi bluetooth imponesse anche l’attivazione del sensore GPS, come per esempio su Android, perché entrambi i servizi erano incardinati sotto all’area della geolocalizzazione a prescindere che la localizzazione satellitare non venisse utilizzata: con il nuovo aggiornamento sarà possibile abilitare esclusivamente i servizi bluetooth che saranno quindi scorporati.

Il cuore tecnologico dell’evoluzione marchiata Apple e Google è legato all’interfaccia lato utente: se i dispositivi continueranno infatti come ora, in modo del tutto anonimo, a ricevere e inviare informazioni legate all’interazione per vicinanza del proprio dispositivo con quello altrui tramite lo scambio di codici casuali, con il nuovo aggiornamento sarà il dispositivo stesso ad allertare l’utente (previa abilitazione dell’opzione) senza che sia stato necessario scaricare un’app.

In caso di riscontro positivo sarà poi l’operatore sanitario, tramite un’interfaccia grafica dedicata e realizzata da Apple e Google, che potrà validare le chiavi temporanee che permettono all’utente di effettuare l’upload volontario dei codici randomici anonimi che lo hanno identificato nell’ultimo periodo: per la segnalazione da parte dell’utente è però necessaria l’applicazione di riferimento adottata dal proprio Stato che nel caso italiano è Immuni.

Smart NationApple e Google evolvono il sistema di notifiche da esposizione
Vai all'articolo