Definitivo l’iter per l’avvio dei processi di trasformazione digitale della PA

No comments

Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale della legge di conversione del decreto Semplificazione e innovazione digitale si apre a tutti gli effetti il percorso, supportato dalla base normativa, che porterà l’Italia alla piena trasformazione digitale.

Cittadini e imprese potranno quindi fruire di uno Stato moderno, funzionale e tecnologicamente all’avanguardia grazie alla transizione verso una visione di PA smartphone-centrica.

Il 28 febbraio 2021 è la data limite entro la quale le PA locali devono avviare i propri processi di transizione al digitale che consentano alla popolazione di fruire dei servizi digitali tramite smartphone che viene considerata la piattaforma abilitante al digitale per eccellenza vista la grandissima diffusione.

Il Governo è infatti seriamente intenzionato a rispettare le milestone accelerando un processo che più volte negli anni ha subito svariate battute di arresto anche per mancanza di una solida base normativa che invece questa volta sembra poter fornire adeguate garanzie.

Alla data stabilita potranno fare eccezione i piccoli Comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti per via dell’incidenza delle difficoltà legate alla pandemia da COVID-19.

Maggiori informazioni nel comunicato del MID.

Smart NationDefinitivo l’iter per l’avvio dei processi di trasformazione digitale della PA
Vai all'articolo

Apple e Google evolvono il sistema di notifiche da esposizione

No comments

Apple e Google annunciano una sostanziale evoluzione per la piattaforma di notifiche derivante da esposizione al Covid-19: le nuove versioni dei sistemi operativi iOS e Android infatti permetteranno di ricevere notifiche di contatto a rischio Covid-19 senza necessariamente avere un’app dedicata.

L’attivazione del sistema rimarrà su base volontaria, ossia in fase di aggiornamento del sistema operativo sarà abilitabile o meno, e unicamente collegata alla tecnologia bluetooth che comunque sarà migliorata in termini di precisione benché sia escluso il ricorso al GPS.

A tale proposito inoltre è stata rivista la logica per cui l’attivazione dei servizi bluetooth imponesse anche l’attivazione del sensore GPS, come per esempio su Android, perché entrambi i servizi erano incardinati sotto all’area della geolocalizzazione a prescindere che la localizzazione satellitare non venisse utilizzata: con il nuovo aggiornamento sarà possibile abilitare esclusivamente i servizi bluetooth che saranno quindi scorporati.

Il cuore tecnologico dell’evoluzione marchiata Apple e Google è legato all’interfaccia lato utente: se i dispositivi continueranno infatti come ora, in modo del tutto anonimo, a ricevere e inviare informazioni legate all’interazione per vicinanza del proprio dispositivo con quello altrui tramite lo scambio di codici casuali, con il nuovo aggiornamento sarà il dispositivo stesso ad allertare l’utente (previa abilitazione dell’opzione) senza che sia stato necessario scaricare un’app.

In caso di riscontro positivo sarà poi l’operatore sanitario, tramite un’interfaccia grafica dedicata e realizzata da Apple e Google, che potrà validare le chiavi temporanee che permettono all’utente di effettuare l’upload volontario dei codici randomici anonimi che lo hanno identificato nell’ultimo periodo: per la segnalazione da parte dell’utente è però necessaria l’applicazione di riferimento adottata dal proprio Stato che nel caso italiano è Immuni.

Smart NationApple e Google evolvono il sistema di notifiche da esposizione
Vai all'articolo

Menarini Diagnostics innova il monitoraggio continuo della glicemia

No comments

Menarini Diagnostics lancia GlucoMen Day CGM, un innovativo dispositivo che consente a molti pazienti diabetici di dover evitare le ripetute misurazioni giornaliere della glicemia.

GlucoMen Day CGM è un cerotto digitale innovativo, indossabile per quindici giorni di fila, che permette di monitorare la glicemia e mostrarne le misurazioni direttamente sullo smartphone tramite l’app a corredo.

Rispetto al glucometro tradizionale che richiede un notevole sforzo ripetuto nel tempo, fino a dieci volte al giorno, per prelevare la glicemia tramite il classico pungidito, l’innovativa soluzione presentata da Menarini Diagnostics evita questa routine e, in più, garantisce facile accesso allo storico dei rilevamenti affinché sia più semplice intercettare trend e consentire il monitoraggio, anche da remoto, dal personale sanitario.

La piattaforma tecnologica abbinata a GlucoMen Day CGM è disponibile da oggi in tutta Europa e contribuirà a migliorare la qualità di vita delle persone affette da diabete.

Il dispositivo fisico che si aggancia al proprio corpo è inoltre sostenibile dal punto di vista ambientale perché le sue componenti possono essere usate consecutivamente per almeno cinque anni.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa.

Smart NationMenarini Diagnostics innova il monitoraggio continuo della glicemia
Vai all'articolo

Il Comune di Lecce porta su smartphone i servizi anagrafici

No comments

Sfruttando pienamente le potenzialità di ANPR, l’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente, il Comune di Lecce ha avviato un nuovo servizio in grado di rendere disponibile, direttamente su smartphone, l’accesso da parte dei cittadini ai certificati anagrafici.

Tramite l’applicazione SmartANPR infatti la popolazione di Lecce può interfacciarsi 24 ore su 24, sia su dispositivi iOS che Android, al database anagrafico e quindi procedere alla richiesta di svariati certificati fra cui lo stato di famiglia, il certificato di nascita, quello di residenza, di matrimonio, la cittadinanza o ancora lo stato civile.

Si tratta a tutti gli effetti della possibilità di accedere da remoto e in mobilità all’offerta delle pratiche dell’ufficio anagrafe: per accedere è necessario essere dotati dell’identità digitale SPID.

L’innovazione del Comune di Lecce si inserisce nella programmazione cittadina per i servizi dedicati all’attuazione del piano per far diventare la città pugliese una smart city dove la qualità della vita dei cittadini sia significativamente migliorata grazie all’adozione del digitale.

Non va inoltre sottovalutato l’impatto positivo nelle logiche di contenimento dei costi in funzione della dematerializzazione dei processi che è certamente frutto dell’adozione dei servizi digitali che abituano i cittadini a dialogare con la PA direttamente da remoto.

Smart NationIl Comune di Lecce porta su smartphone i servizi anagrafici
Vai all'articolo

A Jesolo la spiaggia si prenota tramite la tecnologia

No comments

Il Comune di Jesolo e le associazioni di categoria interessate hanno raggiunto un accordo per introdurre, in vista della stagione estiva 2020, un’app per regolamentare il flusso di ospiti sul proprio litorale.

Essendo costretti al distanziamento sociale e dovendo tutelare le ragionevoli necessità economiche del settore turistico, Jesolo ricorre alla tecnologia come strumento per garantire la tranquillità ai turisti dal punto di vista sanitario nella fruizione degli spazi comuni.

Per questo motivo è stata accolta l’adozione dell’app J.Beach: la piattaforma, che si presenta accessibile tramite applicazione per smartphone e via web, consente agli ospiti che soggiorneranno nella località balneare, ai turisti pendolari e agli stessi cittadini di prenotare un posto spiaggia, con tanto di sdraio e ombrellone se gradito, all’interno degli stabilimenti e consorzi.

L’app è in grado di prenotare anche semplici spazi spiaggia dove stendere l’asciugamano nelle aree libere: questo è necessario dall’esigenza di evitare pericolosi assembramenti dovuti all’emergenza sanitaria in corso creata dalla diffusione del COVID-19.

La tecnologia aiuta quindi a gestire in modo efficace accesso e fruibilità dell’arenile per la stagione alle porte nel pieno rispetto delle normative vigenti e che, si presume, vengano emanate.

Chiunque vorrà quindi fruire del litorale di Jesolo sarà chiamato ad utilizzare questo sistema che permette una gestione programmata dei flussi e degli accessi all’arenile garantendo la massima sicurezza per i fruitori.

Smart NationA Jesolo la spiaggia si prenota tramite la tecnologia
Vai all'articolo

TalkBack, la tastiera virtuale di Google per gli ipovedenti

No comments

Google migliora le opportunità a disposizione degli ipovedenti che vogliono utilizzare le potenzialità dello smartphone: gli utenti Android con disabilità visive infatti ora possono sfruttare una tastiera virtuale braille che consente di scrivere senza bisogno di usare una tastiera fisica dedicata.

L’innovazione risponde al nome di TalkBack ed è stata messa a punto da Google insieme a sviluppatori braille e a utenti perché risulti particolarmente intuitiva per chi ha già digitato usando il braille.

Grazie a questa nuova tastiera gli ipovedenti possono scrivere sul telefono senza alcun hardware aggiuntivo e quindi sfruttare tutte le potenzialità delle nuove tecnologie come pubblicare sui social media, rispondere a un messaggio o scrivere una breve e-mail.

TalkBack dispone di un layout standard a 6 tasti che, tramite digitazione contemporanea o singola, permettono una serie di combinazioni utili a rappresentare tutte le lettere dell’alfabeto.

Ad ora la rivoluzionaria tastiera è disponibile solo in inglese ed è corredata da un tutorial per fare pratica oltre ad una sezione online dedicata.

Smart NationTalkBack, la tastiera virtuale di Google per gli ipovedenti
Vai all'articolo

Penny Market introduce nei punti vendita i servizi di ATM virtuale e pagamento digitale

No comments

Penny Market attiva nei propri punti vendita due servizi estremamente interessanti per la clientela ma anche per le persone che si trovano in prossimità di uno dei punti vendita della catena di distribuzione alimentare.

Da oggi infatti, tramite la piattaforma Viacash e grazie all’accordo con le banche aderenti, è possibile depositare e ritirare contanti dal proprio conto direttamente attraverso l’app di mobile banking del proprio smartphone: le banche partner dell’iniziativa sono Hype, bunq e N26.

Tramite l’adesione della rete di punti vendita Penny Market, la copertura territoriale in Italia è salita vertiginosamente: i punti vendita abilitati sono ora 588.

Questo si traduce in una notevole semplificazione per effettuare pagamenti digitali da parte del consumatore ma anche consentire una più rapida diffusione degli strumenti elettronici di gestione del denaro.

Fra i vantaggi vi è sicuramente un potenziamento dell’esperienza d’acquisto dei consumatori e l’opportunità di incentivare ulteriormente l’adozione dello smartphone come strumento principe per i pagamenti evoluti anche grazie a campagne promozionali.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa.

Smart NationPenny Market introduce nei punti vendita i servizi di ATM virtuale e pagamento digitale
Vai all'articolo

Il digitale potenzia l’attività della Polizia Municipale di Bolzano

No comments

La Polizia Municipale di Bolzano si dota ufficialmente di una nuova piattaforma digitale nata per supportare in maniera efficace l’attività svolta dal personale in pattuglia a piedi e sui mezzi: dopo un periodo di sperimentazione l’applicativo, installato sugli smartphone in dotazione agli agenti, permette di razionalizzare l’attività svolta sul territorio con la possibilità di organizzarla e tenerne traccia per rendere disponibili successivamente le informazioni raccolte ed effettuare successive analisi in merito all’efficacia del servizio svolto.

Grazie al digitale è quindi possibile garantire agli operatori un’interfaccia completa come se avessero una centrale operativa mobile a portata di mano: le attività svolte vengono scambiate digitalmente e soprattutto viene meno l’us della carta nel rispetto dei principi di dematerializzazione che la PA sta inseguendo da tempo.

Tutti i dati operativi vengono infatti memorizzati in formato digitale, scaricati a fine servizio sul server centrale del Comando e richiamabili in qualsiasi momento anche dopo diverse settimane.

D’altra parte il Comando, tramite la propria centrale operativa, ha la possibilità di interagire direttamente e costantemente con l’operatore fornendogli indicazioni inclusive di foto, documenti di vario genere e visure al terminale.

Anche l’operatore può autonomamente caricare un intervento di propria iniziativa ma anche effettuare direttamente in strada visure circa revisione veicolare, la copertura assicurativa, effettuare segnalazioni da inviare poi agli uffici comunali di competenza e ovviamente redigere rapporti di servizio.

Smart NationIl digitale potenzia l’attività della Polizia Municipale di Bolzano
Vai all'articolo

A Sulmona arrivano le Invasioni Digitali

No comments

Sulmona è pronta all’invasione, pacifica, di decine di ragazzi delle scuole superiori organizzati dal Centro di Servizio per il Volontariato della Provincia dell’Aquila insieme al Servizio Civile Nazionale e all’Associazione AquilArtes: si tratta della prima delle Invasioni Digitali in Abruzzo, un formato innovativo che ha come obiettivo quello di catturare e condividere, tramite le opportunità offerte dal digitale attraverso smartphone e fotocamere, il patrimonio storico artistico della provincia dell’Aquila.

Le Invasioni Digitali sono pianificate per interessare inizialmente tre località:il Convento di San Giuliano a L’Aquila, il centro storico di Sulmona e Palazzo de Petra a Castel di Sangro.

Qui i ragazzi, in seguito a un percorso di formazione svolto nei giorni scorsi, insieme a tutti coloro che vorranno unirsi potranno sperimentare un modo nuovo e coinvolgente di visita e di essere parte attiva nella creazione e nella valorizzazione della cultura tramite la produzione di contenuti digitali.

La prima invasione si terrà domani 10 dicembre dalle ore 10 alle ore 13 nel centro storico Sulmona interessando i numerosi monumenti presenti come Santa Maria della Tomba, l’acquedotto svevo e il Complesso dell’Annunziata.

Il giorno 14 dicembre si replica, sempre dalle 10 alle 13.30, a Castel di Sangro mentre la terza invasione è pianificata il medesimo giorno al Convento di San Giuliano dalle 11 alle 16.

Maggiori informazioni sull’evento pubblicato su Facebook.

Smart NationA Sulmona arrivano le Invasioni Digitali
Vai all'articolo

Google Maps integra le funzioni di Google Translate

No comments

Google rende sempre più integrate le proprie tecnologie: è la volta di Google Maps che si integra con il servizio Google Translate.

Big G ha infatti annunciato che è in corso di distribuzione la nuova funzionalità di traduzione che consente agli smartphone di recepire i nomi dei luoghi, e quindi degli indirizzi, nella lingua locale per poi eseguire le attività di ricerca ed elaborazione del percorso.

Con un semplice tocco sul pulsante dell’altoparlante accanto al nome o all’indirizzo del luogo, Google Maps è in grado di scandire il nome del luogo in lingua locale e, qualora l’utente avrà necessità di una conversazione più completa, il sistema può collegare l’utente direttamente al servizio Google Translate.

La tecnologia rileva automaticamente la lingua impostata nel telefono per determinare quali luoghi potrebbero richiedere un aiuto per la traduzione: se lo smartphone è impostato sull’inglese e occorre cercare un luogo di interesse in Francia, accanto al nome e all’indirizzo della località desiderata appare un’icona a forma di altoparlante che effettuerà la traduzione in tempo reale.

Il rilascio è in corso per i sistemi Android e iOS con il supporto a 50 lingue per iniziare ipotizzando di estendere il pacchetto lingue nel prossimo futuro.

Smart NationGoogle Maps integra le funzioni di Google Translate
Vai all'articolo