BAT sceglie Trieste per un nuovo hub dedicato all’innovazione e alla sostenibilità

No comments

Con un investimento pianificato di mezzo miliardo di euro in cinque anni e la creazione di 2.700 nuovi posti di lavoro, BAT, acronimo per British American Tobacco, ha annunciato la nascita a Trieste di una struttura dedicata all’innovazione e alla sostenibilità.

A Better Tomorrow Innovation Hub, questo il nome della struttura che verrà sviluppata a partire dalle prossime settimane, ospiterà al suo interno un centro di produzione, un negozio digitale e un centro di eccellenza per la trasformazione digitale e il marketing digitale.

L’idea alla base dell’iniziativa di BAT è la creazione di un luogo dove la ricerca, lo sviluppo e la produzione di linee di prodotto a potenziale rischio ridotto e anche prodotti per la terapia sostitutiva della nicotina: proprio per questo motivo circa un terzo della forza lavoro ipotizzata sarà rappresentata da specialisti di discipline STEM.

Anche l’edificio che ospiterà l’innovation hub è in linea con le finalità del progetto con l’idea di essere una struttura a impatto zero di carbonio: il completamento della prima parte del progetto è atteso per maggio 2022.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di BAT.

Smart NationBAT sceglie Trieste per un nuovo hub dedicato all’innovazione e alla sostenibilità
Vai all'articolo

L’impatto del digitale nello sviluppo sostenibile dell’Italia per Microsoft e The European House – Ambrosetti

No comments

The European House – Ambrosetti e Microsoft Italia hanno rilasciato uno studio sull’impatto che il digitale avrà nel prossimo decennio, e più precisamente tra il 2020 e il 2030, sullo sviluppo dell’Italia.

Questo studio esamina come la svolta digitale contribuirà a migliorare la sostenibilità ambientale del nostro Paese con una stima di abbattimento fino al 10% delle emissioni rispetto ai livelli prepandemici: si tratta di un impatto significativo pari a quello incrementale rappresentato dalle energie rinnovabili.

Dal report appare chiaro come le aziende digitalizzate risultino complessivamente più produttive rispetto a quelle che non hanno ancora affrontato il tema della trasformazione digitale: questo vantaggio è stimabile in un 64% in più di produttività rispetto a chi è rimasto e rimarrà al palo nella transizione digitale.

Fra le leve più significative per una maggiore sostenibilità sociale vi è inoltre il ricorso a forme di lavoro a distanza che impattano significativamente sulla qualità della vita delle persone e sul consumo di CO2.

Sostenibilità ambientale, economica e sociale: sono quindi queste le principali direttrici che interessano il cambiamento dettato dal digitale.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa di Microsoft.

smartnationL’impatto del digitale nello sviluppo sostenibile dell’Italia per Microsoft e The European House – Ambrosetti
Vai all'articolo

A Roma nasce la prima piazza smart della città

No comments

A Roma nel quartiere Pietralata è stata presentata la prima piazza smart: un luogo pubblico ideato per dare ai cittadini nuove opportunità sfruttando le ultime tecnologie disponibili.

L’obiettivo che l’Amministrazione intende perseguire attiene all’installazione di strumenti di innovazione tecnologica e sociale in alcune piazze della Capitale, fra cui quella di Pietralata, affinché i possano trasformarsi in spazi sicuri, attrattivi, connessi e soprattutto accessibili a tutti i cittadini.

La sperimentazione prevede l’installazione del Wi-Fi gratuito e di una serie di elementi intelligenti: nell’area verde in via Cave di Pietralata è infatti possibile ricaricare lo smartphone tramite l’utilizzo di alcuni attrezzi ginnici che convertono l’energia prodotta dall’attività fisica in energia elettrica.

Non solo, un totem multimediale interattivo fornisce informazioni su meteo, cultura e attualità ma integrerà progressivamente anche servizi di primo soccorso e videosorveglianza.

Nella piazza vi sono anche tre panchine intelligenti alimentate con energia solare e attrezzate con accessori evoluti come la ricarica wireless, porte usb, radio e casse: inoltre, per tutti i residenti, viene proposto l’accesso ad un’apposita app gratuita che incentiva le attività del quartiere e facilita il processo di riappropriazione dei luoghi della città.

Maggiori dettagli nella pagina dedicata del sito del Comune di Roma.

Smart NationA Roma nasce la prima piazza smart della città
Vai all'articolo

VeniSia, l’acceleratore che punta allo sviluppo sostenibile di Venezia

No comments

Si chiama VeniSia ed è un nuovo progetto decollato a Venezia grazie a importanti partner, fra cui Eni, con l’obiettivo di gettare le basi per lo sviluppo sostenibile della città lagunare.

VeniSia, acronimo per Venice Sustainability Innovation Accelerator, nasce dall’università Ca’ Foscari di Venezia insieme al Comune di Venezia e altre partnership importanti: grazie alla scuola di impresa Joule lanciata nel 2020, questo nuovo progetto intende fornire agli imprenditori le competenze per realizzare nuove imprese nell’ambito dell’economia circolare.

Per questo motivo è stata attivata una speciale call for ideas, attiva fino al 31 luglio, destinata a tutti coloro che volessero individuare soluzioni innovative per il ripopolamento della città, per lo sviluppo di un turismo sostenibile, per una nuova mobilità acquatica nel rispetto dell’ambiente, per la tutela del patrimonio artistico e architettonico, per la gestione dei rifiuti ma anche per un nuovo modo di abitare e lavorare a Venezia.

Non manca un’attenzione speciale al problema dell’innalzamento del livello del mare, probabilmente il pericolo più grande per la sopravvivenza della città lagunare.

Il quartier generale dell’iniziativa è situato presso lo Strategy innovation hub del dipartimento di Management dell’università Ca’ Foscari.

Smart NationVeniSia, l’acceleratore che punta allo sviluppo sostenibile di Venezia
Vai all'articolo

Paideia Campus, a Pollica nasce l’innovativo progetto del Future Food Institute

No comments

Nasce a Pollica, piccolo Comune del Cilento in provincia di Salerno, un nuovo progetto dedicato alla salvaguardia e alla valorizzazione del patrimonio culturale e naturale legato all’ecosistema mediterraneo.

Si chiama Paideia ed è un campus che raccoglie talenti interessati a sviluppare innovazione in campo agroalimentare nel rispetto della tradizione mediterranea e delle relative biodiversità di terra e di mare.

Tra gli obiettivi dell’iniziativa c’è la volontà di prototipare soluzioni innovative, anche con il coinvolgimento dei ragazzi delle scuole italiane e del resto del mondo, per la sostenibilità, la pesca e l’agricoltura sostenibile.

Ampio interesse anche verso il turismo slow e le opportunità di ripopolamento dei borghi italiani al fine di rendere nuovamente appetibili aree interne dell’Italia che soffrono di importanti cali demografici o dell’abbandono.

Smart NationPaideia Campus, a Pollica nasce l’innovativo progetto del Future Food Institute
Vai all'articolo

Milano Digital Week, un’edizione online dedicata a equità e sostenibilità

No comments

La quarta edizione della Milano Digital Week si fonda su due temi l’equità e la sostenibilità della città grazie al digitale e alle nuove tecnologie.

La Call for Proposal di Milano Digital Week intende infatti porre l’attenzione della comunità cittadina sull’equità come condizione indispensabile per rigenerare il sistema urbano e sulla sostenibilità interpretata in chiave del passaggio intergenerazionale e delle interazioni fra bisogni differenti da parte delle diverse età dei cittadini.

La manifestazione, interamente online come la precedente terza edizione, è promossa dall’Assessorato alla Trasformazione digitale e Servizi civici del Comune di Milano e realizzata da IAB Italia, Cariplo Factory e Hublab, con il sostegno del main partner Intesa Sanpaolo.

Quattro sono le colonne cardinali dell’evento attorno a cui si sviluppa il programma dei cinque giorni di partecipazione attiva con un variegato palinsesto di oltre 650 eventi on line: sostenibilità, uguaglianza, diritti e inclusione.

Tutte gli eventi in programma sono rinvenibili nell’apposita sezione del sito.

Smart NationMilano Digital Week, un’edizione online dedicata a equità e sostenibilità
Vai all'articolo

Riparte il Think Tank Basilicata con Power2Innovate

No comments

Riparte ufficialmente il Think Tank Basilicata, l’iniziativa promossa da Total E&P e The European House – Ambrosetti per un confronto strategico sulle possibili azioni che possano aiutare la Basilicata a diventare una tra le Regioni più sostenibili e resilienti in Italia e in Europa con una specifica concentrazione sui punti di forza del territorio.

Fra questi emergono tre ingredienti fondamentali: la presenza di attori che fanno parte dell’industria capital intensive, la presenza di filiera agroalimentare estesa e il contributo dell’industria culturale e del turismo.

Per consentire questo processo il Think Tank evolve in un Act Tank tramite una serie di incontri fisici ma soprattutto digitali, anche in relazione all’andamento dell’emergenza COVID-19, che saranno presentati in un Forum finale che si svolgerà a Matera il 4 dicembre 2020.

Questa fase si arricchisce con il lancio della Call for Ideas Power2Innovate, un’iniziativa a favore di startup e aspiranti imprenditori del Mezzogiorno con idee innovative e ad alto potenziale: è possibile partecipare candidandosi dal 30 aprile 2020 fino al 15 ottobre 2020 sul sito dedicato.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa.

Smart NationRiparte il Think Tank Basilicata con Power2Innovate
Vai all'articolo

Pisa, inaugurata la nuova sede dell’anagrafe dei domini italiani

No comments

L’anagrafe digitale degli oltre 3 milioni di domini nazionali gestita dall’Iit-Cnr ha trovato una nuova casa: è stata infatti inaugurata, presso l’Area della Ricerca di Pisa del Cnr, la struttura che ospita uno degli snodi nevralgici dell’Internet italiana.

L’edificio è stato pensato per essere tecnologicamente avanzato, eco sostenibile e attento ai consumi energetici in modo da poter essere il luogo ideale dove crescere la Rete del futuro.

Per rispettare i criteri di eco sostenibilità si è puntato sulla particolare tecnica costruttiva in legno (X-Lam) e sul largo utilizzo di tecnologie domotiche riducendo il consumo di suolo e aumentando l’efficienza energetica grazie ad ampio ricorso a fonti solari fotovoltaiche e termiche.

Grazie ad un sofisticato apparato di monitoraggio della CO2, al controllo delle fonti di illuminazione naturale ed artificiale e alle innovative tecniche di costruzioni, è stato possibile raggiungere la classificazione di “Edificio ad Energia Quasi Zero” cioè una struttura ad altissima prestazione energetica.

Smart NationPisa, inaugurata la nuova sede dell’anagrafe dei domini italiani
Vai all'articolo

Fastweb e Legambiente insieme per la sostenibilità

No comments

Fastweb ha ufficialmente avviato una collaborazione con Legambiente per ridurre l’impatto ambientale grazie all’impiego intelligente delle soluzioni digitali.

La tecnologia infatti consente di ottimizzare i consumi di privati, imprese e pubbliche amministrazioni soprattutto in relazione ad un più efficiente uso dell’energia elettrica, della carta e degli spostamenti con mezzi di trasporto pubblici o privati.

Il digitale attento all’ambiente

Il primo impegno di Fastweb in tal senso è l’attivazione di una serie di iniziative, dall’acquisto di energia da fonti rinnovabili alle misure per l’efficientamento dell’infrastruttura di rete e dei Data Center, per incidere positivamente sul cambiamento climatico e sulla situazione ambientale nell’ottica di un progresso sostenibile.

Il beneficio ambientale di tali iniziative è certificato da Quantis, spin off del Politecnico di Losanna, e da Legambiente che ha verificato e validato la metodologia di misurazione: la riduzione dell’impatto ambientale è  indicata come quantità di anidride carbonica – CO2 equivalente – che il cliente evita di immettere in atmosfera attraverso l’uso dei servizi di Fastweb.

Ogni anno l’impegno per l’ambiente di Fastweb evita il rilascio in atmosfera di 195 mila tonnellate di CO2 equivalente grazie alle ottimizzazioni apportate tramite i servizi in cloud, l’adozione dello smart working e infine il lavoro sugli apparati come per esempio il modem FASTGate. Per ulteriori informazioni è sufficiente recarsi sul sito dedicato.

Smart NationFastweb e Legambiente insieme per la sostenibilità
Vai all'articolo