L’INPS si prepara a sbarcare sull’app IO

No comments

I servizi della Pubblica Amministrazione sono destinati a passare direttamente negli smartphone degli utenti tramite l’app IO.

IO è l’applicazione, disponibile su App Store e Play Store, che il Governo ha pubblicato, attualmente in versione beta benché pienamente utilizzabile, per concentrare i servizi della PA nei dispositivi mobile degli utenti al fine di rendere più facile e fruibile il rapporto con la PA.

L’applicazione al momento eroga solo alcuni dei servizi che verranno rilasciati dalle varie PA, nazionali e locali: per questo motivo i cittadini non trovano ancora tutti i Comuni e tantomeno tutte le PA nazionali all’interno della lista degli Enti aderenti.

C’è, per esempio, ACI con il suo servizio di notifica e pagamento bollo auto come anche è possibile, sempre tramite l’app IO, riscattare il bonus vacanze.

Il prossimo Ente che si prepara ad essere presente sull’applicazione è l’INPS con parte dei propri servizi: l’obiettivo è uniformare l’esperienza utente garantendo al cittadino

Per gestire i servizi tramite app IO è necessario accedere tramite un’identità digitale SPID, ormai diffusa a più di 8 milioni di cittadini italiani, o attraverso alla CIE 3.0 e applicazione CIEid.

Maggiori dettagli nel commento al DL Semplificazioni sul blog del partito attualmente reggente il Dicastero del Ministero dell’Innovazione Tecnologica e della Digitalizzazione.

Smart NationL’INPS si prepara a sbarcare sull’app IO
Vai all'articolo

Il Comune di Rimini introduce PagoPA

No comments

Il Comune di Rimini ha predisposto il proprio portale istituzionale ad accogliere i pagamenti da parte dei cittadini tramite il sistema pubblico PagoPA, lo standard della Pubblica Amministrazione in materia di pagamenti evoluti.

Dal 1° luglio 2020 qualsiasi pagamento indirizzato al Comune di Rimini viene gestito dalla nuova piattaforma PagoPA garantendo al cittadino la massima sicurezza ma soprattutto una facilità di utilizzo che punta ad avvicinare la popolazione all’uso dei sistemi evoluti di pagamento.

La piattaforma potrà essere utilizzata per effettuare il pagamento delle sanzioni per violazione del codice della strada, dei diritti di segreteria per le pratiche edilizie, dei canoni e concessioni di fabbricati di proprietà comunale, delle tasse per l’accesso ai concorsi o ancora per la denuncia per inizio attività.

Si potrà inoltre inserire il codice d’avviso contenuto in un avviso di pagamento ed espletare in pochi passaggi le operazioni di pagamento selezionando uno dei tanti prestatori del servizio, come per esempio un istituto di credito o un sistema di moneta elettronica, e procedere con il versamento scegliendo uno dei canali tecnologici a disposizione, un conto web, un bancomat, una carta di credito, una carta prepagata o un dispositivo mobile.

Per utilizzare PagoPA è necessario avere un’identità digitale SPID che può essere richiesta direttamente anche presso il Comune di Rimini, attraverso il proprio Ufficio Relazioni con il Pubblico che effettua il riconoscimento delle identità digitali per conto del provider Lepida.

Maggiori informazioni nel comunicato del sito del Comune di Rimini.

Smart NationIl Comune di Rimini introduce PagoPA
Vai all'articolo

L’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato estende la disponibilità di CIEid a tutti i dispositivi

No comments

La CIE, la nuova Carta d’Identità Elettronica che i cittadini possono richiedere in sostituzione del precedente documento di identità, si presta a identificare i cittadini anche tramite il digitale.

Molti ignorano infatti che è possibile effettuare l’accesso sui portali della Pubblica Amministrazione anche con la CIE tramite il proprio smartphone: chiaramente deve la PA interessata deve consentire questa opportunità al pari dell’accesso con SPID.

Uno dei limiti più grandi alla diffusione di questa modalità di autenticazione risiedeva nello smartphone: come avevamo precedentemente indicato infatti, gli unici dispositivi ad supportare questa metodologia erano quelli con sistema operativo Android che potevano scaricare l’app CIEid rilasciata dall’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato.

Ora però anche i titolari di dispositivi iOS possono scaricare una versione dell’app: tutti i 15 milioni di cittadini che già possiedono una CIE hanno dunque l’opportunità di autenticarsi in sicurezza ai servizi digitali di pubbliche amministrazioni.

Maggiori informazioni nel comunicato dell’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato.

Smart NationL’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato estende la disponibilità di CIEid a tutti i dispositivi
Vai all'articolo

Fascicolo del cittadino, il Comune di Milano rilascia l’app per smartphone

No comments

L’app dedicata al Fascicolo del cittadino è realtà: il Comune di Milano, dopo un periodo di sperimentazione avviato a febbraio che aveva coinvolto cento cittadini (fra cui il Sindaco), ha infatti reso disponibile sugli store di Apple e Google l’applicazione per smartphone.

I cittadini interessati possono quindi scaricare l’app e, dopo aver eseguito l’accesso tramite SPID, consultare direttamente dal proprio telefono l’area personale protetta dove verificare i propri dati personali e quelli del nucleo familiare, le prossime scadenze fra cui quella dei propri documenti d’identità o le informazioni relative ai pass sosta per le auto.

L’app consente, esattamente come la versione web del Fascicolo del cittadino, di prenotare un appuntamento presso gli uffici comunali e verificare la rispondenza dei propri dati catastali con la possibilità di scaricare diverse certificazioni fra cui quelle anagrafiche intestate ai singoli componenti del nucleo familiare.

Tramite l’app è inoltre possibile interagire con la PA cittadina attraverso all’apposita funzione: lo sviluppo però non si ferma alle attuali funzioni ma è già calendarizzato un rilascio progressivo di servizi addizionali che consentiranno ai cittadini di effettuare tutte le operazioni che normalmente avrebbe impiegato da remoto senza la necessità di recarsi nelle sedi anagrafiche come per esempio il cambio di residenza o la richiesta del pass di sosta online.

Il Comune di Milano ha creduto fortemente nel percorso di trasformazione digitale, avviato nel 2016, che ha portato notevoli benefici alla cittadinanza fra cui un progressivo aumento delle certificazioni scaricabili online che hanno raggiunto, negli ultimi mesi, l’incredibile quota pari a circa l’80% delle emissioni.

A testimoniare l’impegno in tal senso c’è la recente riorganizzazione degli uffici anagrafici che consentirà ai cittadini di prenotare l’erogazione dell’identità digitale SPID direttamente in Comune.

Smart NationFascicolo del cittadino, il Comune di Milano rilascia l’app per smartphone
Vai all'articolo

Regione Basilicata spinge sull’adozione della firma digitale remota

No comments

Per consentire l’evoluzione dei processi di trasformazione digitale e la semplificazione dei procedimenti amministrativi la Regione Basilicata spinge i cittadini ad adottare la firma digitale remota.

Si tratta di un importante strumento che consente ai cittadini di interagire con la Pubblica Amministrazione attraverso un documento elettronico avente determinate caratteristiche fra cui l’autenticità e la non ripudiabilità.

Per poterlo sfruttare, i cittadini devono richiedere la firma digitale remota recandosi presso gli sportelli abilitati dove si procederà al riconoscimento di persona oppure, per tutti coloro che sono in possesso di un vecchio certificato di firma digitale in scadenza, è possibile inoltrare la richiesta direttamente online.

Una volta ottenuta la firma digitale remota, il cittadino sarà in grado di sottoscrivere e trasmettere documenti digitali utilizzando il proprio smartphone o ogni altro dispositivo compatibile: la firma digitale remota evita la necessità di avere un sistema di autenticazione addizionale, come per esempio un lettore per smart card, e richiede esclusivamente la connessione ad internet.

Inoltre, sempre tramite l’accesso ai servizi di Regione Basilicata, i cittadini dotati di firma digitale remota possono richiedere velocemente le proprie credenziali SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale necessario per autenticarsi ai servizi digitali erogati dalla PA.

Ulteriori informazioni nella sezione dedicata del portale di Regione Basilicata.

Smart NationRegione Basilicata spinge sull’adozione della firma digitale remota
Vai all'articolo

SPID, accelera l’erogazione di identità digitali

No comments

Tempi felici per la digitalizzazione e soprattutto per la diffusione dei servizi online della PA: durante l’epidemia di COVID-19 infatti è cresciuto significativamente il numero di identità digitali (SPID) rilasciate nel nostro Paese.

In circa un mese si è registrato infatti un balzo in avanti di quasi il 10% con 6.300.000 identità digitali attivate al 31 marzo 2020: grossomodo 100.000 a settimana, secondo dati diffusi da AgID.

In un solo mese il tasso medio di crescita settimanale delle identità digitali SPID, che nel 2019 si attestava attorno alle 40/50mila unità, è più che raddoppiato: gli utenti sono cresciuti e anche i servizi online attivati dalle PA, accessibili tramite SPID.

Fra i nuovi servizi che hanno portato alle nuove registrazioni compaiono il bonus dei 600 euro e il bonus baby sitting previsti dal Decreto Cura Italia nonché i buoni spesa dei Comuni e la Carta Famiglia.

In soli sei mesi quindi si sono avute 1.501.956 identità digitali SPID erogate con una crescita complessiva pari a circa il 31%.

Smart NationSPID, accelera l’erogazione di identità digitali
Vai all'articolo

SPID, operative le linee guida per firmare i documenti online

No comments

Firmare i documenti online tramite SPID è ora possibile: grazie all’emanazione delle relative linee guida i cittadini possono sottoscrivere atti e contratti utilizzando l’identità digitale con lo stesso valore giuridico della firma autografa.

Si tratta di un’importante innovazione che si aggiunge alla firma elettronica qualificata e che permette di realizzare il processo di dematerializzazione dell’autenticazione dei documenti.

Le linee guida rilasciate da AgID in conformità con l’art. 20 del CAD concludono l’iter di consultazione pubblica svoltosi dal 21 novembre al 28 dicembre 2019 ed entreranno definitivamente in vigore in seguito alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

SPID quindi può onorare il requisito della forma scritta, nella firma di atti e contratti, ai sensi e per gli effetti dell’art. 2702 del codice civile: questa nuova opportunità può essere impiegata dai fornitori di servizi privati e dalle Pubbliche Amministrazioni nel rapporto con i cittadini.

Chiunque abbia un’identità digitale non dovrà fare altro che utilizzarla nelle varie implementazioni che verranno messe a disposizione dai soggetti interessati.

Maggiori dettagli nel comunicato di AgID.

Smart NationSPID, operative le linee guida per firmare i documenti online
Vai all'articolo

SPID, Lepida digitalizza l’ottenimento dell’identità digitale

No comments

Lepida, l’azienda in-house di Regione Emilia-Romagna dedicata alla trasformazione digitale, interviene nella possibilità di ottenere l’identità digitale SPID-LepidaID senza la necessità di verificare la propria identità fisicamente presso uno sportello.

Grazie alle nuove tecnologie e per minimizzare il contatto interpersonale a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al COVID-19, Lepida ha riorganizzato la propria struttura per poter rilasciare le credenziali SPID direttamente online tramite riconoscimento attraverso webcam.

La videoidentificazione da remoto della persona richiedente prevede la registrazioni audio/video nel rispetto delle normative vigenti tramite il servizio telematico Google Meet facilmente utilizzabile dagli utenti per l’elevato livello di usabilità e accessibilità grazie ad un link inviato da Lepida ScpA al richiedente.

Lo scopo è quello di semplificare l’accesso ai servizi online della Pubblica Amministrazione fra cui, specialmente, l’operatività dei servizi sanitari tramite il digitale come il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) che consente di ottenere l’erogazione di diverse prestazioni come le prescrizioni farmaceutiche o quelle per le visite specialistiche.

Da domani quindi, il soggetto interessato potrà effettuare la registrazione online, caricare i documenti di identificazione richiesti ed effettuare la validazione dei recapiti per poi richiedere il riconoscimento via webcam prenotando una sessione audio/video con il personale di Lepida, accessibile tramite link del sistema Google Meet.

Maggiori informazioni nel comunicato ufficiale di Lepida.

smartnationSPID, Lepida digitalizza l’ottenimento dell’identità digitale
Vai all'articolo

Solidarietà digitale, online i servizi digitali agevolati

No comments

Solidarietà digitale è il nome del programma voluto da AgID, l’Agenzia per l’Italia Digitale, di concerto con il MID, il Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, per promuovere l’aspetto solidaristico nei confronti dei territori colpiti dall’emergenza sanitaria che sta interessando l’Italia legata alla diffusione del Covid-19.

Già dal 4 marzo era stato attivato un piano di sostegno delle zone con più contagi da Coronavirus (SARS-CoV-2), con diverse agevolazioni per incrementare le possibilità di lavorare, informarsi e leggere libri senza dover uscire di casa.

Il programma prevede che molte aziende, fra cui Amazon, TIM, Vodafone e Microsoft, potessero fornire servizi in forma gratuita o fortemente agevolata; anche molti giornali si sono uniti offrendo un abbonamento, in molti casi del tutto gratuito, per consentire alle persone di rimanere aggiornate.

Connexia e Cisco dalla loro parte hanno messo a disposizione alcuni servizi utili per lo smart working e così molte altre aziende hanno dato e stanno dando il loro contributo.L’elenco delle agevolazioni disponibili è presente sul sito ufficiale dell’iniziativa: ciascuna è richiedibile tramite l’identità digitale SPID.

Smart NationSolidarietà digitale, online i servizi digitali agevolati
Vai all'articolo

Fascicolo del cittadino, il Comune di Genova avvia la sperimentazione

No comments

Il Comune di Genova ha ufficialmente avviato la sperimentazione del Fascicolo del cittadino, la piattaforma digitale comunale che permette di effettuare moltissime azioni che precedentemente erano effettuabili solo tramite sportello: fra queste la possibilità di visualizzare il proprio stato anagrafico e quello della propria famiglia, di accedere ai dati della tessera elettorale e ai dati catastali della propria residenza ma anche di gestire le iscrizioni a scuola e alla mensa oppure ottenere informazioni relative alla mobilità in città.

L’innovazione è frutto dell’impegno dell’Amministrazione in collaborazione con Liguria Digitale, la società in-house regionale per la trasformazione digitale della Liguria: al momento la sperimentazione coinvolge circa venti servizi che si concentrano soprattutto nell’offrire utilità per i genitori di bambini in età scolare e per gli automobilisti proprietari di mezzi.

Progressivamente verranno inseriti altri servizi fino a garantire al cittadino la totalità delle azioni per cui c’è bisogno di entrare in contatto con la Pubblica Amministrazione evitando quindi di doversi recare fisicamente nei tanti uffici della città.

L’iscrizione al servizio è facile, veloce e gratuita: è richiesto l’utilizzo dell’identità digitale SPID che consente di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione italiana.

In caso il cittadino ne sia sprovvisto, può farne richiesta presso gli SPID point comunali sul territorio.

Smart NationFascicolo del cittadino, il Comune di Genova avvia la sperimentazione
Vai all'articolo