SPID, lo Stato è pronto a rilevare il controllo di tutta l’infrastruttura

No comments

Lo SPID, il Sistema Pubblico per l’Identità Digitale, cambia: con il 2020 lo Stato subentra ai 9 Identity Provider, fra cui Poste Italiane finora il principale erogatore, ed erogherà direttamente le credenziali ai cittadini.

I dettagli sono ancora in fase di elaborazione ma la società pubblica PagoPA ad erogare l’identità digitale ai cittadini anche in abbinamento alle nuove Carte d’identità elettroniche: la necessità di centralizzare gli asset strategici digitali del Paese ha fatto si che l’identità digitale non fosse esclusa dalla riorganizzazione.

Del resto, gli Identity Provider coinvolti non hanno mai effettivamente preso a cuore l’erogazione di SPID ai cittadini, forse perché le prospettive di business ad esso collegate non sono mai state particolarmente incoraggianti e incoraggiate: di certo la difformità delle identità digitali disponibili non ha contribuito alla diffusione.

Con il passaggio al nuovo approccio, si conferma il fatto che SPID sarà gratuito per sempre: per la trasformazione del modello sono stimati investimenti centrali pari a circa 70 milioni di euro nei prossimi 3 anni.

Smart NationSPID, lo Stato è pronto a rilevare il controllo di tutta l’infrastruttura
Vai all'articolo

PartenoPay, il Comune di Napoli lancia la propria piattaforma per i pagamenti

No comments

I cittadini di Napoli e dei Comuni della città metropolitana hanno un nuovo strumento per effettuare i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione locale.

Con pochi semplici clic i contribuenti potranno quindi versare online i pagamenti delle tasse sui rifiuti, dell’IMU, delle mense scolastiche e delle multe comminate in città.

PartenoPay è un sistema flessibile, semplice, sicuro e trasparente: utilizzandolo i cittadini non saranno più costretti a recarsi fisicamente negli uffici per le operazioni di pagamento ma potranno usare i propri dispositivi elettronici come smartphone e tablet.

Il vantaggio però non è solo per i contribuenti: anche la macchina amministrativa comunale potrà beneficiare dei risparmi di tempi e costi derivati dalla gestione digitale dei servizi normalmente gestiti in modalità tradizionale.

Ciò è possibile anche grazie all’appartenenza della piattaforma tecnologica POTESs utilizzata dal Comune di Napoli per gestire i propri processi amministrativi complessi e perfettamente compatibile con le linee guida fornite da AgID anche grazie all’integrazione con il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID).

Smart NationPartenoPay, il Comune di Napoli lancia la propria piattaforma per i pagamenti
Vai all'articolo

SPID, Lepida accelera la conversione delle identità digitali

No comments

Lepida, società partecipata di Regione Emilia-Romagna incaricata della gestione dei processi di trasformazione digitale regionale, sta spingendo sull’acceleratore per consentire ai cittadini di essere pienamente in grado di accedere a tutti i servizi digitali regionali.

Il cittadino che vuole impiegare il proprio smartphone, tablet o personal computer per accedere ai servizi digitali offerti dalla Pubblica Amministrazione, sia essa comunale, regionale o nazionale, deve necessariamente dotarsi di un’identità digitale SPID che sostituisce le vecchie modalità di accesso tramite CRS o credenziali erogate dai singoli servizi.

Partendo dal presupposto che molti utenti avevano già accesso al Fascicolo Sanitario Elettronico, per accelerare la transizione e minimizzare il disagio per i cittadini, Lepida ha intrapreso un percorso di conversione delle credenziali di accesso al Fascicolo Sanitario Elettronico in identità digitali LepidaID pienamente compatibili con SPID.

Sono 400.000 i cittadini in possesso di tali credenziali che hanno ricevuto un avviso per effettuare la conversione in modo semplice e gratuito.

L’adesione è stata massiccia: nella prima settimana si sono registrate all’incirca il 20% di adesione al processo di conversione che porta gli utenti a dotarsi di credenziali più complete idonee ad accedere a tutti i servizi digitali della PA.

Lepida continuerà nelle prossime settimane a semplificare il processo di passaggio che può avvenire anche attraverso ai numerosi sportelli, oltre 150, aperti sul territorio per effettuare l’adesione a LepidaID.

Smart NationSPID, Lepida accelera la conversione delle identità digitali
Vai all'articolo

Modena Smart Life, a Modena torna il festival dedicato alla cultura digitale

No comments

Modena si tinge dei colori dell’innovazione con Modena Smart Life, il festival dedicato alla cultura digitale che torna in città per la sua quarta edizione.

Un evento organizzato per ospitare speaker, formatori ed espositori in quattro sedi caratterizzati da tematiche specifiche attinenti a dieci ambiti del sapere.

Ben 100 appuntamenti che vedranno alternarsi 50 partner e 70 relatori per un appuntamento che inizia domani 27 settembre e finirà il 29 settembre.

Il tema centrale della manifestazione è l’intelligenza artificiale e di come impatti sulla vita della società: l’argomento viene affrontato attraverso la contaminazione del sapere tramite il confronto di competenze e linguaggi diversi.

Il primo appuntamento è presso la Chiesa della Fondazione di San Carlo alle ore 11 del 27 settembre con una conferenza che analizza lo stato della ricerca e le possibili applicazioni nonché l’impatto sulla società delle nuove tecnologie legate al machine learning.

Durante l’evento sarà poi possibile ottenere gratuitamente l’identità digitale SPID semplicemente rivolgendosi all’ufficio relazione con il pubblico di piazza Grande.

Il Festival è promosso dal Comune di Modena insieme, fra gli altri, a Fondazione San Carlo, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e all’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia.

Il programma completo è disponibile sul sito ufficiale della manifestazione.

Smart NationModena Smart Life, a Modena torna il festival dedicato alla cultura digitale
Vai all'articolo

Prende il via la terza edizione della Trento Smart City Week

No comments

Parte oggi ufficialmente Trento Smart City Week, l’evento dedicato al digitale in programma da oggi fino a domenica a Trento: giunta ormai alla terza edizione, la manifestazione intende avvicinare i cittadini alle opportunità offerte dal mondo digitale e, grazie a questo, ai servizi digitali della PA.

In particolare la prima giornata è dedicata alle scuole che mostreranno al pubblico i progetti smart elaborati o in corso di realizzazione: grande risalto anche agli strumenti di partecipazione diretta per i cittadini anche perché la data odierna coincide con la Giornata della trasparenza per il Comune di Trento.

Durante tutta la durata della manifestazione si alterneranno workshop, dibattiti, giochi e presentazioni fra cui quella della nuova app ufficiale del Comune, chiamata La mia Trento, che nella nuova versione raccoglie più funzionalità personalizzabili dall’utente.

Tutti gli incontri di Trento Smart City Week sono gratuiti e ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili con prenotazione possibile, dove richiesta, fino al giorno prima dell’appuntamento direttamente sul sito ufficiale della manifestazione.

Alternativamente è possibile chiedere i biglietti a disposizione il giorno di ciascun appuntamento presso l’Infopoint in piazza Duomo.

Durante tutto l’evento sarà inoltre possibile ottenere gratuitamente la propria identità digitale SPID al Villaggio Digitale.

Smart NationPrende il via la terza edizione della Trento Smart City Week
Vai all'articolo

SPID, il Comune di Reggio Emilia attiva l’erogazione dell’identità digitale

No comments

Il Comune di Reggio Emilia offre una nuova opportunità per tutti i cittadini residenti: è infatti ora possibile recarsi presso alcuni sportelli istituiti dall’Amministrazione comunale per attivare un’identità digitale SPID.

Il servizio, realizzato in collaborazione con Lepida grazie al servizio Lepida Id, è stato fortemente voluto per fornire alla popolazione residente un accesso immediato a tutti i servizi online erogati dalla pubblica amministrazione locale.

Ovviamente l’identità digitale SPID è utilizzabile anche per tutti i servizi a livello nazionale: usando sempre le stesse credenziali infatti, un nome utente e una password, il richiedente può effettuare operazioni online senza doversi recare necessariamente agli sportelli dei vari uffici della PA presenti sul territorio ma anche eseguire l’accesso al fascicolo sanitario elettronico nonché ottenere il bonus cultura riservato agli studenti maggiorenni e ai docenti.

Inoltre a breve anche le identità digitali Federa, Federazione degli enti dell’Emilia Romagna per l’autenticazione, che erano state fino ad ora impiegate per utilizzare i servizi online erogati dal Comune e da altre PA regionali, verranno trasformate in identità digitali SPID. Per ottenere un’identità digitale SPID grazie al Comune, il cittadino potrà recarsi in quattro sportelli: l’URP di via Farini 2, la sala telematica della Biblioteca Panizzi, l’anagrafe decentrata di Pieve e l’anagrafe decentrata Ospizio.

Smart NationSPID, il Comune di Reggio Emilia attiva l’erogazione dell’identità digitale
Vai all'articolo

Regione Veneto raggiunge un accordo per il potenziamento dei servizi digitali regionali

No comments

La Regione Veneto ha sottoscritto un accordo con l’Agenzia per l’Italia Digitale e l’Agenzia per la Coesione Territoriale: si tratta dell’Accordo di Collaborazione per la Crescita e la Cittadinanza Digitale e prevede un patto territoriale di collaborazione che contempla una serie di interventi per lo sviluppo della trasformazione digitale dell’Amministrazione regionale.

In particolare viene tenuto conto dell’insieme di necessità del territorio, dei cittadini e delle imprese: fra gli interventi figura la diffusione del sistema di pagamenti online MyPortal3, la convergenza infrastrutturale verso le aziende partecipate e il consolidamento dei data center dove transiteranno tutti i dati presenti e futuri delle attività informatizzate della Regione.

Grazie a questo accordo vi sarà un potenziamento ed un’estensione dei servizi attivi e utilizzati dai cittadini tramite centinaia di amministrazioni locali venete con una ricaduta attesa davvero significativa in termini di efficientamento dei servizi e della soddisfazione dei cittadini.

L’elenco dei servizi che beneficieranno dell’accordo sono collegati alle azioni previste dall’Agenda Digitale del Veneto 2020, strettamente correlata al Piano triennale Nazionale 2019-21 e quindi: le infrastrutture fisiche fra cui la realizzazione di data center e piattaforme di cybersicurezza, la diffusione di SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), delle piattaforme di pagamento digitali (fra cui MyPortal3 e PagoPA) ed il sistema elettronico che gestisce la sanità digitale compreso il Fascicolo Sanitario Elettronico del cittadino.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa.

Smart NationRegione Veneto raggiunge un accordo per il potenziamento dei servizi digitali regionali
Vai all'articolo

A Roma il Wi-Fi pubblico è disponibile anche per i cittadini europei

No comments

La rete Wi-Fi pubblica di Roma Capitale, conosciuta anche come DigitRoma, è da oggi accessibile anche ai cittadini europei attraverso il sistema di autenticazione eIDAS implementato secondo le linee guida di AgID.

Si tratta di un’importante novità che proietta il Comune di Roma ad essere la prima Pubblica Amministrazione ad attivare questa metodologia che rispetta il Regolamento europeo che definisce regole comuni per garantire la piena interoperabilità a livello comunitario degli strumenti di firma elettronica certificata e dell’identificazione web dei cittadini.

eIDAS è un acronimo che sta per electronic IDentification Authentication and Signature: tutte le Pubbliche Amministrazioni sono chiamate ad aderire al nodo eIDAS che consente l’interoperabilità transfrontaliera delle identità digitali.

In questo modo i servizi erogati possono essere fruiti anche dai cittadini UE attraverso le proprie identità digitali erogate dai Paesi di provenienza.

Il sistema di autenticazione è bivalente, anche i cittadini italiani dotati di un’identità SPID potranno accedere ai servizi degli altri Stati UE tramite i rispettivi nodi eIDAS

Smart NationA Roma il Wi-Fi pubblico è disponibile anche per i cittadini europei
Vai all'articolo

SPID, a Genova inizia la settimana dedicata all’identità digitale pubblica

No comments

Oggi parte ufficialmente a Genova la SPID Week: fino a venerdì 31 maggio è possibile scoprire come funzioni il Sistema Pubblico di Identità Digitale, la piattaforma di autenticazione promossa dal Governo per accedere a tutti i servizi online della pubblica amministrazione utilizzando un’unica password.

L’iniziativa prevede l’allestimento di speciali SPID point, dei punti dedicati alla dimostrazione delle opportunità offerte da SPID, in diversi spazi della città come in via Garibaldi, in piazza De Ferrari e presso il Porto Antico ed Erzelli.

Tramite questi punti è possibile ottenere informazioni su diversi servizi della PA che utilizzano SPID come i pagamenti online, le iscrizioni alle scuole pubbliche, le consultazioni dei servizi di previdenza sociale e molto altro: si tratta di opportunità che possono rendere il cittadino davvero digitale.

L’iniziativa è voluta da una collaborazione congiunta di Regione Liguria, Comune di Genova, AgID, Register.it ed è supportata da Liguria Digitale, la società in-house della Regione.

Ovviamente sarà possibile essere guidati durante il processo di registrazione della propria identità digitale: per completare la richiesta è necessario essere in possesso di un indirizzo e-mail valido, un numero cellulare, un documento d’identità e la tessera sanitaria.

L’iter è ovviamente completabile anche dal sit ufficiale spid.gov.it.

Smart NationSPID, a Genova inizia la settimana dedicata all’identità digitale pubblica
Vai all'articolo

SPID, superata quota quattro milioni

No comments

Le identità digitali SPID superano quota quattro milioni, di fatto raddoppiando rispetto all’anno precedente.

Il rapido incremento è sicuramente dovuto ad una serie di agevolazioni, da Dote Scuola al Reddito di cittadinanza, messe in atto dalle Regioni e dal Governo e che nella gran parte dei casi richiedono l’iter digitale per essere correttamente finalizzate.

Dal momento che SPID è il metodo principe ormai per autenticarsi sui servizi della PA, non stupisce che la richiesta delle suddette credenziali sia aumentato in modo vertiginoso.

Basti pensare che a gennaio di quest’anno il numero delle identità digitali SPID era fermo a quota 3,4 milioni.

Non è ancora un risultato in linea con le prime aspettative al lancio del servizio ma c’è anche da dire che il numero di servizi e le PA aderenti sono ancora ferme alle circa 4 mila da grossomodo un paio d’anni: per questo motivo è lecito aspettarsi che i cittadini non sentano il senso di urgenza nel registrare la propria identità digitale cosa che avverrebbe più facilmente se, per esempio, ci fosse un servizio privato di grande richiamo (es. banche, trasporti, …) che utilizzi SPID come sistema di autenticazione.

Lo stato di avanzamento della diffusione delle identità digitali come di altri servizi legati al processo di trasformazione digitale dello Stato italiano si può tenere sotto controllo tramite un apposito sito avanzamentodigitale.italia.it.

Ricordiamo che il vantaggio di SPID è legato all’avere un’unica modalità di accesso per accedere a tutti i siti della PA: per ottenerlo è sufficiente possedere un indirizzo mail, un numero di cellulare, un documento d’identità valido e la tessera sanitaria con codice fiscale.

Gli Identity Provider, ossia le aziende interessate che possono erogare le credenziali SPID si trovano a questo indirizzo e sono nove al momento: Aruba, Infocert, IntesaId, Lepida, Namirial, Tim, Poste Italiane, Sielte, SpidItalia.

Smart NationSPID, superata quota quattro milioni
Vai all'articolo