A Bari nasce il Digital Solutions Center di Pirelli

No comments

Pirelli ha presentato oggi a Bari la nascita del proprio Digital Solutions Center (DSC), un centro di sviluppo focalizzato sull’innovazione digitale che intende arricchire le competenze del personale sulle aree più strategiche per l’azienda grazie alla collaborazione con il territorio e il mondo accademico.

Si tratta di un’iniziativa che fa convergere le capacità di pubblico, privato e Università impiegando personale nello sviluppo di software e algoritmi che saranno utilizzati nei più avanzati processi di progettazione, fabbricazione e commercializzazione dei pneumatici del gruppo in tutto il mondo.

Tra i progetti che vengono affrontanti dalla struttura vi è il potenziamento della piattaforma di Big Data per la raccolta e l’analisi dei dati dell’ecosistema aziendale di Pirelli in modo da migliorare lo sviluppo dei prodotti e di aumentare l’efficacia commerciale: in particolare, grazie all’evoluzione tecnologica degli algoritmi, sarà possibile effettuare studi prototipali su repliche virtuali dei prodotti fisici per imbastire modifiche che ne migliorino le performance.

Fra gli attori che collaborano attivamente con il DSC di Pirelli a Bari vi sono l’Università di Bari e il Politecnico di Bari che possono fruire di un’area riservata per lo sviluppo delle tecnologie presenti nel centro di innovazione.

Maggiori informazioni nel comunicato di Regione Puglia.

Smart NationA Bari nasce il Digital Solutions Center di Pirelli
Vai all'articolo

Genova Smart Week, al via l’ottava edizione

No comments

Al via l’ottava edizione di Genova Smart Week, l’evento dedicato a promuovere la cultura dell’innovazione promosso dal Comune di Genova insieme all’Associazione Genova Smart City con il supporto di svariati partner fra cui ENEL, Eni, Leonardo e TIM.

Si tratta di una manifestazione che prevede una settimana di conferenze e incontri divulgativi rivolti a cittadini, aziende e istituzioni del territorio su tematiche innovative che possano migliorare lo sviluppo della città e delle persone.

In diverse aree della città verranno organizzati eventi a partire da Palazzo Tursi, sede delle principali attività espositive e formative, toccando anche Palazzo Tobia Pallavicino, Palazzo della Meridiana e la Piazza De Ferrari.

Disponibili anche convegni in live streaming ad assistere gli incontri fisici che affronteranno argomenti vitali per i settori del sistema produttivo e sociale genovese quali trasporti e logistica digitale ma anche smistamento dati e mobilità.

Il tema principale della manifestazione orbita attorno all’impatto del cambiamento climatico sulla città di Genova e i suoi effetti sull’ecosistema e sui modi di vita tenendo conto degli aspetti fisici, economici e umani correlati con l’evoluzione climatica.

Il programma dell’iniziativa è disponibile nella sezione del sito dedicato e sulla pagina Facebook.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa del Comune di Genova.

Smart NationGenova Smart Week, al via l’ottava edizione
Vai all'articolo

L’Archivio Centrale dello Stato è alla guida del Polo di conservazione digitale

No comments

L’Archivio Centrale dello Stato è alla guida del Polo di conservazione digitale, il progetto ideato per garantire la conservazione della documentazione digitale per le prossime generazioni e finanziato nell’ambito del PNRR.

Il Polo di conservazione digitale è, nelle intenzioni, un’infrastruttura in cloud su cui poggeranno due sistemi conservativi, ossia l’Archivio digitale intermedio del Ministero della Cultura e il Polo di conservazione digitale degli Archivi di Stato.

Il primo è incaricato della conservazione di medio-lungo periodo degli archivi digitali prodotte dalla struttura centrali e periferiche del Ministero della Cultura mentre il secondo gestisce la conservazione permanente degli archivi digitali storici delle Amministrazioni centrali e periferiche dello Stato e degli Enti pubblici di rilevanza nazionale nonché degli archivi digitali privati dichiarati di interesse storico.

Inoltre compare una terza componente relativa ai servizi abilitanti finalizzata a garantire l’accesso e l’utilizzo dei servizi offerti da due sistemi conservativi nonché al loro patrimonio informativo digitale (archivistico e non).

Smart NationL’Archivio Centrale dello Stato è alla guida del Polo di conservazione digitale
Vai all'articolo

Milano Digital Week, al via la quinta edizione

No comments

E’ ufficialmente iniziata la quinta edizione della Milano Digital Week, la settimana di eventi dedicati ai temi del digitale e dell’innovazione che accende Milano, che torna in presenza dopo i due anni di pandemia.

Durante le giornate della manifestazione, che dura fino al 14 novembre, si alterneranno oltre 400 eventi in presenza aperti nelle varie aree della città.

Il filo conduttore è il tema dello sviluppo dei limiti, pensato in occasione del cinquantesimo anniversario della ricerca realizzata dai ricercatori del MIT di Boston che ha criticato per la prima volta, nell’ormai lontano 1972, il modello di produzione occidentale in continua espansione.

Tra gli incontri vi sono, in particolare, 15 appuntamenti calendarizzati e incentrati sul tema della trasformazione digitale che coinvolge la Pubblica Amministrazione.

Il programma completo è disponibile sull’agenda presente nel sito della manifestazione.

Smart NationMilano Digital Week, al via la quinta edizione
Vai all'articolo

Innovation Village, a Napoli torna la fiera dedicata all’innovazione

No comments

A Napoli tutto è pronto per la settima edizione di Innovation Village, la fiera dedicata all’innovazione presso il Centro Congressi di Città della Scienza che porta 16 innovazioni finaliste su 221 progetti presentati a contendersi il quarto Innovation Villagemau Award.

Tra le innovazioni presentate spiccano i biomarcatori vocali nelle malattie respiratorie per ridurre i sintomi dell’asma, l’uso del grafene nella produzione della pelle, nuove tipologie di screening per l’anemia o ancora la sostituzione di materiali di derivazione animale con materiali biotecnologici.

La manifestazione è organizzata da Knowledge for Business e sostenuta dalla Regione Campania, in collaborazione con Enea: per due giorni si alterneranno conferenze, workshop, talk e un’area espositiva.

Fra le tematiche affrontate vi sono le tecnologie dell’idrogeno per la transizione ecologica, l’innovazione protesica, i nuovi modelli di produzione sostenibile e circolare per il riuso e la valorizzazione degli scarti o ancora le biofonderie.

Maggiori dettagli nel comunicato della manifestazione.

Smart NationInnovation Village, a Napoli torna la fiera dedicata all’innovazione
Vai all'articolo

#IF2022, a Pisa si apre la nuova edizione di Internet Festival

No comments

La nuova edizione di Internet Festival, la dodicesima, è iniziata oggi dedicata al tema dell’imperfezione: quattro giorni, dal 6 al 9 ottobre, vedranno l’alternarsi di panel, workshop e incontri con decine di relatori ed esperti di fama internazionale di tecnologia e web ma anche sociologi, artisti e rappresentanti del mondo delle imprese e delle istituzioni.

Gli appuntamenti, dettagliati all’interno di un preciso cronoprogramma, saranno tenuti in diverse sedi della città opportunamente aperte al pubblico previa prenotazione.

Fra i temi trattati vi sono tutte le principali tecnologie con particolare interesse verso l’agricoltura di precisione tramite il cloud, i computer quantistici, il Metaverso e molto altro: gli appuntamenti in streaming sono raggiungibili dall’apposita sezione del sito.

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Pisa

Smart Nation#IF2022, a Pisa si apre la nuova edizione di Internet Festival
Vai all'articolo

Le aziende italiane arrancano nell’adozione di tecnologie digitali

No comments

Secondo l’ultimo rapporto presentato oggi da Amazon Web Services (Aws) solo il 39% delle aziende in Italia usa tecnologia evoluta quali il ricorso al cloud, soltanto il 18% ricorre all’intelligenza artificiale e solamente il 9% fa uso di big data.

Quasi un’impresa innovativa su due, proprio a causa della mancata adozione di tecnologie digitali, risulta rallentata e quindi meno competitiva.

L’adozione del digitale è da sempre una chimera per il nostro Paese: ne fanno le spese i cittadini ma ovviamente anche il tessuto imprenditoriale, rendendo difficilmente raggiungibile l’obiettivo UE di avere il 75% delle aziende in grado di adottare tecnologie evolute come cloud, big data e intelligenza artificiale.

Secondo le stime del report di Aws, in Italia la transizione digitale arriverà agli obiettivi UE in circa 20 anni: si tratta di un periodo di tempo veramente elevato.

Questo accade nonostante l’83% delle aziende ritenga importante o essenziale essere dotati di competenze digitali al punto che il 38% delle aziende italiane ad alta intensità digitale ha apertamente dichiarato che la mancanza di competenze digitali ha rallentato la crescita e aumentato i costi operativi.

Smart NationLe aziende italiane arrancano nell’adozione di tecnologie digitali
Vai all'articolo

FacilitiaMO, il Comune di Modena lancia un percorso formativo per facilitatori digitali

No comments

Il Comune di Modena ha lanciato ufficialmente FacilitiaMO, un percorso di formazione destinato a facilitatori digitali che, tramite un ciclo di seminari gratuiti, potranno quindi approfondire tematiche legate ai servizi digitali pubblici e quindi premurarsi di diffonderle.

Le competenze acquisite tramite il percorso formativo mirano a semplificare il rapporto con i servizi informatici della Pubblica Amministrazione e in particolare del Comune di Modena: fra gli argomenti affrontanti vi è lo SPID e la sua attivazione, l’utilizzo dell’identità digitale, la registrazione di una PEC e come questa sia utile, l’installazione e l’uso dell’app IO, cos’è e come si utilizza il Fascicolo Sanitario Elettronico, quali sono i servizi digitali erogati dal Comune di Modena e molto altro.

Fra gli argomenti trasversali affrontati vi sono poi i diritti e doveri online e i rischi per la privacy e la propria identità durante l’utilizzo delle risorse disponibili in rete.

Il percorso di rivolge espressamente a coloro che, tramite la propria conoscenza, vogliono aiutare amici, colleghi e chiunque abbia necessità di impiegare i servizi digitali della Pubblica Amministrazione.

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato che certifica la capacità divulgativa del partecipante in termini di facilitazione digitale

Maggiori dettagli nel comunicato del Comune di Modena.

Smart NationFacilitiaMO, il Comune di Modena lancia un percorso formativo per facilitatori digitali
Vai all'articolo

Al Forum Ambrosetti l’Italia appare ancora indietro sul fronte digitale

No comments

Al Forum Ambrosetti di Cernobbio si succedono le presentazioni su come l’Italia sta affrontando il cambiamento e le prospettive per i tempi che verranno: fra queste c’è sicuramente il passato, presente e futuro dell’Italia digitale.

Lo scenario che se ne trae, però, non è dei più confortanti: l’Italia versa ancora in uno stato piuttosto arretrato dal punto di vista tecnologico sebbene le prospettive siano sicuramente migliori nel medio e lungo periodo.

Il punto sicuramente più impattante nell’arretratezza italiana è rappresentato dallo sviluppo del capitale umano: è ancora insufficiente sia per competenze digitali di base che per competenze avanzate.

Non solo, anche la formazione digitale in ingresso e quella permanente risultano al palo: del resto le performance deludenti sul fronte del capitale umano in chiave digitale sono ben stigmatizzate da parte del DESI, l’indice europeo che fotografa lo stato di digitalizzazione dei Paesi della UE.

In Italia appena il 46% della popolazione adulta possiede competenze digitali di base con un ritardo confermato da una serie di indicatori chiave, tra cui il numero di laureati in corsi di laurea ICT e discipline STEM.

Anche dal punto di vista industriale, e in particolare per quanto riguarda quello manufatturiero, ci sono segnali poco rassicuranti: dal punto di vista digitale solo il 26% è soddisfatto delle competenze dei diplomati e il 40% di quelle dei laureati mentre servirebbero nuove competenze ICT sui temi di AI, machine learning, e data science.

La formazione tecnica post-scuola richiederebbe un maggior numero di iscritti al sistema delle Its Academy: dovrebbe crescere di 40 volte per essere al passo con quello tedesco.

Insomma, uno scenario che suggerisce un necessario potenziamento della formazione come motore del cambiamento di cui il Paese non può fare a meno.

Smart NationAl Forum Ambrosetti l’Italia appare ancora indietro sul fronte digitale
Vai all'articolo

House of Robotics, la mostra interattiva digitale approda all’aeroporto di Olbia

No comments

House of Robotics, la mostra interattiva digitale itinerante approda all’aeroporto di Olbia: a partire dal 30 luglio e fino al 31 agosto lo scalo gallurese ospita una manifestazione incentrata sulla robotica e sul rapporto uomo-macchina che è già stata presentata in altre zone dell’Italia.

L’iniziativa, promossa da Opificio Innova con Innois e il contributo della Fondazione di Sardegna, permette di conoscere l’applicazione dell’intelligenza artificiale e della robotica in prototipi provenienti da tutto il mondo: a tale proposito i visitatori potranno osservare Robothespian, il robot umanoide realizzato da Engineered Arts, che può simulare espressioni e movimenti in grado di rendere la sua capacità di dialogo davvero sbalorditiva o Felix, il robot umanoide creato con scarti di stampanti 2D e pezzi stampati in 3D.

Fra gli esemplari presenti anche l’esoscheletro Comau Mate, l’invenzione pensata da Comau per aiutare i lavoratori salvaguardandone la postura e la salute, e Comau e.DO, il robot modularearticolato multiasse con intelligenza integrata open-source concepito per rendere l’apprendimento, la creazione, l’esplorazione e la programmazione più accessibili e interattivi.

A riprova della sua caratura scientifica e internazionale, l’esposizione vede la partecipazione del Consorzio universitario di Olbia e il patrocinio della Regione Autonoma Sardegna.

Maggiori dettagli nel comunicato di Fondazione di Sardegna.

Smart NationHouse of Robotics, la mostra interattiva digitale approda all’aeroporto di Olbia
Vai all'articolo