iNEST, l’Università di Padova avvia un ecosistema dell’innovazione per il Triveneto

No comments

L’Università di Padova, in qualità di Ente capofila e promotore, ha avviato la costituzione del Consorzio iNEST, Interconnected Nord-Est Innovation Ecosystem, per estendere i benefici delle tecnologie digitali alle principali aree di specializzazione del Triveneto in modo da realizzare nel Nord Est dell’Italia una rete capillare finalizzata allo sviluppo delle tecnologie digitali applicate ai settori trainanti quali, ad esempio, quelli industriale-manifatturiero, quello agricolo ma anche quello relativo all’economia del mare e della montagna.

Il nuovo Consorzio raccoglie 9 università: Università di Padova, Università di Verona, Università Ca’ Foscari di Venezia, IUAV di Venezia, Università di Trento, Università di Bolzano, Università di Udine, Università di Trieste e SISSA di Trieste.

Fra i fondatori compaiono anche il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e l’Istituto Nazionale di oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS).

La struttura del consorzio è ramificata partendo da un hub, rappresentato dall’Università di Padova, che è il referente unico per l’attuazione del Programma di Ricerca dell’Ecosistema dell’Innovazione: all’hub sono agganciati diversi soggetti esecutori presso cui sono localizzate le attrezzature e sono svolte le attività di ricerca.

Tra le strutture coinvolte vi è un filo rosso digitale che lega i settori oggetto di innovazione.

Maggiori dettagli nel comunicato dell’Università di Padova.

Smart NationiNEST, l’Università di Padova avvia un ecosistema dell’innovazione per il Triveneto
Vai all'articolo

FollowMic, il Museo Internazionale della Ceramica in Faenza punta sul digitale

No comments

Il Museo Internazionale della Ceramica in Faenza punta sul digitale e per questo lancia FollowMic, una web app ideata per ospitare 4 percorsi culturali tramite i quali, attraverso l’uso della realtà aumentata, foto 3d, testi e immagini, far conoscere il museo e ciò che contiene.

Lo scopo della scelta di questa tecnologia è quello di arricchire l’esperienza dei visitatori facendo scoprire nuove forme di fruizione rispetto alla visita tradizionale: il ricorso al digitale permette di condividere informazioni supplementari difficili da cogliere con le visite ordinarie come per esempio particolari delle ceramiche o la storia dei restauri effettuati dal momento che le opere conservate non sono maneggiabili liberamente dai visitatori.

La scelta di realizzare una web app è stata supportata da Regione Emilia-Romagna che ha stanziato dei fondi a beneficio anche di altri due musei coinvolti nell’iniziativa.

L’applicazione affronterà un percorso prototipale di 3 mesi dopo i quali la tecnologia potrà essere riutilizzata anche da altre istituzioni.

Maggiori dettagli nel comunicato di Regione Emilia-Romagna.

Smart NationFollowMic, il Museo Internazionale della Ceramica in Faenza punta sul digitale
Vai all'articolo

La Casa delle Tecnologie Emergenti di Roma è operativa

No comments

A Roma è stata inaugurata la Casa delle Tecnologie Emergenti, uno spazio dove sviluppare e testare le soluzioni più innovative a servizio di cittadini e imprese.

Realizzata all’interno della Stazione Tiburtina grazie ad un co-investimento Mise-Roma Capitale da 6 milioni di euro, la Casa delle Tecnologie Emergenti di Roma è un living lab destinato a creare nuovi modelli di innovazione al servizio dei cittadini grazie alla contaminazione con le opportunità e le tecnologie fra cui spiccano sicuramente il 5G e le reti di nuova generazione.

La Casa delle Tecnologie Emergenti è inoltre un tassello fondamentale per supportare una visione strategica in chiave smart city, nella quale l’innovazione e le tecnologie siano i fattori trainanti di uno sviluppo economico sostenibile della città tramite i risultati che emergono dallo spazio polifunzionale appena costituito.

La Casa delle Tecnologie Emergenti di Roma ha una superficie di oltre 800 mq che contengono diverse tipologie di attività: dallo sviluppo d’impresa ad eventi di formazione con anche uno spazio di co-working.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa del Comune di Roma.

Smart NationLa Casa delle Tecnologie Emergenti di Roma è operativa
Vai all'articolo

L’Università Politecnica delle Marche costituisce un centro di ricerca dedicato all’intelligenza artificiale applicata all’ambito medico e biologico

No comments

L’Università Politecnica delle Marche investe nell’innovazione e lancia un centro di ricerca dedicato all’intelligenza artificiale applicata all’ambito medio e biologico.

Si chiama AIDH, acronimo per Artificial Intelligence & Digital Health In Medicine And Biology, ed è una struttura in grado di investigare le applicazioni dell’intelligenza artificiale, intesa come la capacità di un computer di simulare l’elaborazione che avviene da parte della mente umana ma con una potenza di calcolo significativamente superiore.

L’uso dell’intelligenza artificiale in ambito medico permette di processare una mole enorme di informazioni orientando scelte e aprendo opportunità analitiche funzionali all’elaborazione di percorsi diagnostici terapeutici di molte patologie che possono beneficiare di questa innovazione sia in termini di diagnosi precoce sia in termini di predizione e gestione terapeutica.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa dell’Università Politecnica delle Marche.

Smart NationL’Università Politecnica delle Marche costituisce un centro di ricerca dedicato all’intelligenza artificiale applicata all’ambito medico e biologico
Vai all'articolo

Torna a Firenze la nuova edizione di Didacta, la fiera dedicata all’innovazione della scuola

No comments

Con oltre 250 eventi formativi calendarizzati e più di duecento aziende della filiera dell’istruzione torna a Firenze, di nuovo in presenza presso la Fortezza da Basso, Didacta, la fiera dedicata all’innovazione della scuola.

Tra le novità dell’anno vi è la presentazione di 6 dipartimenti per mostrare agli insegnanti ambienti speciali e innovativi della scuola del futuro: il dipartimento umanistico propone agli insegnanti la sperimentazione della costruzione di percorsi di apprendimento sui saperi del curriculum, il dipartimento scientifico prevede aree arredate in modo innovativo per affrontare la didattica in modo coerente con la visione educativa, il dipartimento artistico prevede un palcoscenico dove sono proposti workshop su danza, musica, teatro e arti visive, il dipartimento 0-6 prevede percorsi educativi e di crescita dedicati ai più piccoli, il dipartimento di scuola primaria elabora architetture scolastiche per orientarle all’apprendimento, il dipartimento biblioteche scolastiche innovative propone spazi di apprendimento innovativi rispetto a quelli tradizionali scolastici.

Durante la tre giorni, oltre alle attività formative che prevedono seminari, workshop immersivi e attività laboratoriali: l’edizione corrente è dedicata a Maria Montessori e al suo metodo educativo con un occhio verso tutte le opportunità tecnologiche per la scuola del domani.

Didacta è organizzata da Firenze Fiera con il coordinamento scientifico di Indire e il supporto del Ministero dell’Istruzione, della Regione Toscana, del Comune di Firenze, di Camera di Commercio di Firenze, di Unioncamere e ovviamente di Didacta International.

Smart NationTorna a Firenze la nuova edizione di Didacta, la fiera dedicata all’innovazione della scuola
Vai all'articolo

Trentino Digitale accelera la digitalizzazione del territorio

No comments

Trentino Digitale, la società di sistema pubblica che ha in gestione dalla Provincia il Sistema informativo elettronico provinciale (Sinet) e che è incaricata di accelerare il processo di digitalizzazione dei servizi pubblici erogati dai Comuni, sta accelerando il processo di digitalizzazione del territorio trentino.

Nell’ultimo anno, anche a seguito del rafforzamento della collaborazione con il Consorzio dei Comuni Trentini con la sottoscrizione del contratto di rete per la digitalizzazione e l’innovazione degli enti locali, Trentino Digitale ha svolto diverse attività tra cui il completamento della progettazione esecutiva per collegare 9 rifugi in quota con la banda larga e altri quattro tramite tecnologia satellitare.

Non solo, sono stati avviati anche lavori per la migrazione dei dati dai data center verso piattaforme idonee alla prossima migrazione dei dati in cloud.

Lo sforzo di tutte le politiche e attività svolte da Trentino Digitale è verso la costituzione di un territorio intelligente abilitato dalla tecnologia in modo che cittadini e imprese possano beneficiare, in modo diffuso, della rivoluzione digitale innescata negli ultimi anni e fortemente accelerata con la pandemia.

Tra le attività in corso di attuazione vi è inoltre la realizzazione di un wallet che consenta di qualificare digitalmente il cittadino, di attivare i servizi digitali gestiti dal sistema pubblico del territorio trentino garantendone e certificandone la validità a livello di processo e a livello documentale.

Un’apposita serie di cruscotti permetteranno di monitorare lo stato di erogazione e di soddisfazione della cittadinanza.

Maggiori dettagli nel comunicato della società.

Smart NationTrentino Digitale accelera la digitalizzazione del territorio
Vai all'articolo

Regione Emilia-Romagna supporta i musei del territorio per sperimentare nuove tecnologie digitali

No comments

Regione Emilia-Romagna introduce una nuova serie di sperimentazioni delle più recenti tecnologie digitali applicate ai musei del territorio: grazie al coordinamento fra il dipartimento regionale relativo all’esecuzione dell’Agenda Digitale, il Settore Patrimonio Culturale e Lepida Scpa, i musei del territorio possono beneficiare di tecnologie innovate per sviluppare nuove esperienze di valore per i visitatori.

In questo modo, per esempio, si potranno scoprire le meraviglie della fisica attraverso una visita interattiva nel tempo e nello spazio ma anche visionare opere d’arte molto delicate da vicino grazie a riproduzioni tridimensionali o vedere in azione, tramite animazioni evolute e realtà virtuale, antichissimi manufatti ricostruiti in modo molto preciso.

A partire da oggi, la prima sperimentazione viene avviata a San Giovanni in Persiceto con il Museo del Cielo e della Terra mentre a seguire verranno implementati test al Museo Internazionale della Ceramica di Faenza e nei Musei Civici di Palazzo Farnese.

Le sperimentazioni hanno lo scopo di valutare la maturità digitale su un campione di istituzioni culturali del territorio regionale per poi estenderle ad altre strutture museali regionali.

Maggiori dettagli nel comunicato stampa di Regione Emilia-Romagna.

Smart NationRegione Emilia-Romagna supporta i musei del territorio per sperimentare nuove tecnologie digitali
Vai all'articolo

Il Comune di Modena lancia un questionario per conoscere il rapporto fra cittadinanza e digitale

No comments

Il Comune di Modena ha rilasciato un questionario per conoscere il rapporto fra cittadinanza e digitale: con l’aumentare della centralità dei servizi tecnologici infatti, soprattutto in relazione all’accelerazione impressa dalla pandemia, i cittadini sono chiamati a partecipare sempre più attivamente alla vita del Comune per il tramite del digitale esprimendo in questo modo i propri diritti.

La piena cittadinanza digitale è strettamente correlata all’inclusione sociale: un cittadino che non è in grado di utilizzare al meglio i servizi digitali messi a disposizione dal Comune sarà infatti progressivamente impossibilitato a partecipare alla vita della comunità e fruire delle opportunità messe a disposizione dal territorio.

Per questo motivo il Comune di Modena intende recepire l’opinione dei cittadini e le modalità di accesso e di utilizzo dei servizi digitali con il preciso obiettivo di migliorarne efficacia ed efficienza tramite una collaborazione attiva finalizzata alla creazione di valore e all’avvio di politiche innovative che siano a misura della comunità.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Modena.

Smart NationIl Comune di Modena lancia un questionario per conoscere il rapporto fra cittadinanza e digitale
Vai all'articolo

Lepida e Fondazione Collegio San Carlo lanciano un ciclo di incontri sull’impatto del digitale sulla società

No comments

Lepida e Fondazione Collegio San Carlo lanciano il progetto culturale denominato “Futuro prossimo. Per un lessico del domani”: un format che prevede un ciclo di 6 incontri dedicati alla lettura dei cambiamenti contemporanei che la società odierna attraversa in funzione del progresso indotto dal digitale che si interseca con il lavoro, la formazione e la cura dei cittadini.

Il format è itinerante e propone, nelle città di Modena, Parma, Bologna e Cesena, la possibilità di accedere gratuitamente alle conferenze che intendono fornire gli strumenti per interpretare il presente e immaginare scenari più inclusivi e sostenibili per il futuro anche in funzione di quanto accaduto con l’emergenza sanitaria da COVID-19.

Al centro del programma, che vede il primo appuntamento per il giorno 11 febbraio, vi sono i nuovi modelli di mobilità, cultura e geopolitica della società tecnologica contemporanea.

Tutti gli incontri sono gratuiti e richiedono la registrazione online sulla pagina dedicata.

Maggiori informazioni nel comunicato di Lepida e nel comunicato di Fondazione Collegio San Carlo.

Smart NationLepida e Fondazione Collegio San Carlo lanciano un ciclo di incontri sull’impatto del digitale sulla società
Vai all'articolo

Google Maps, arrivano in Italia le mappe dettagliate

No comments

Roma è la prima città italiana a ricevere l’aggiornamento delle nuove mappe dettagliate di Google Maps, la celebre applicazione di Google.

Le nuove mappe sono frutto di una tecnologia evoluta che consente di visualizzare a schermo una serie di particolari come gli angoli arrotondati della strada o le strisce e isole pedonali come avevamo già affrontato.

La possibilità di visualizzare questi dettagli aiuta coloro che frequentano le città o che devono pianificare percorsi per evitare situazioni spiacevoli: si pensi alle barriere architettoniche e alle esigenze delle persone affette da disabilità che potrebbero trovarsi bloccate o in difficoltà ma anche alle particolari esigenze delle madri che spingono un passeggino.

Le mappe forniscono la possibilità di evidenziare la larghezza effettiva dei percorsi e dei passaggi offrendo anche le scale in contrasto e le pendenze.

La funzionalità delle mappe stradali dettagliate è stata introdotta nella scorsa estate in diverse città del mondo e approda finalmente anche in Italia.

Smart NationGoogle Maps, arrivano in Italia le mappe dettagliate
Vai all'articolo