Google lancia Fabricius, il primo strumento digitale di decodifica dei geroglifici

No comments

Google lancia un nuovo strumento digitale che arricchisce il proprio sistema di soluzioni innovative: si tratta di Fabricius, una rivoluzionaria invenzione in grado, tramite ampio ricorso al machine learning, di decodificare i geroglifici degli antichi Egizi.

Il tool utilizza la tecnologia AutoML di Google Cloud e AutoML Vision, per creare un modello di machine learning capace di dare un senso a ogni geroglifico: la tecnologia AutoML Vision in particolare garantisce agli sviluppatori di addestrare l’AI in modo da riconoscere tutte le tipologie dell’oggetto da decodificare.

Il sistema, inoltre, in virtù delle proprie caratteristiche intrinseche, permette di comporre e inviare i messaggi utilizzando questa antica forma di scrittura.

Fabricius, disponibile in inglese e arabo, è stato creato da Google in collaborazione con il Centro di Egittologia australiano della Macquarie University, Psycle Interactive, Ubisoft e egittologi di tutto il mondo.

La piattaforma si appoggia a Google Arts & Culture con cui si possono esplorare storie sulle meraviglie dell’antico Egitto, incluso il famoso Re Tutankhamun, la Piramide di Giza e il Libro dei Morti.

Smart NationGoogle lancia Fabricius, il primo strumento digitale di decodifica dei geroglifici
Vai all'articolo

Google estende agli smartphone l’interprete in tempo reale

No comments

Fino ad ora solo gli smart speaker di Google erano in grado di fornire assistenza in tempo reale all’utente nella comprensione di idiomi sconosciuti ma adesso questa eccezionale funzionalità è stata estesa da Google anche agli smartphone con sistema operativo Android e iOS.

Ad inizio dell’anno Google aveva introdotto per gli altoparlanti intelligenti della serie Home e Nest la funzione di traduzione in tempo reale delle conversazioni fra persone di lingue differenti: dal momento del lancio però era apparso chiaro che l’utilizzo certamente più efficace sarebbe stato correlato all’impiego tramite smartphone.

La funzione interprete è quindi ora disponibile anche su tutti i telefoni Android in modo nativo e iOS tramite l’app Google da installare: la capacità del sistema è quella di tradurre una conversazione audio in 44 lingue diverse.

Per attivare la funzione è necessario aggiornare il sistema operativo o l’applicazione Google e richiamare l’assistente vocale chiedendogli un aiuto nel parlare una data lingua oppure richiedendo all’assistente di essere l’interprete per una data lingua.

L’elenco completo dei comandi vocali utilizzabili è presente sulla pagina dedicata alla piattaforma anche perché non tutti i comandi vocali disponibili sembrano avere la medesima efficacia.

Smart NationGoogle estende agli smartphone l’interprete in tempo reale
Vai all'articolo

Google Maps integra le funzioni di Google Translate

No comments

Google rende sempre più integrate le proprie tecnologie: è la volta di Google Maps che si integra con il servizio Google Translate.

Big G ha infatti annunciato che è in corso di distribuzione la nuova funzionalità di traduzione che consente agli smartphone di recepire i nomi dei luoghi, e quindi degli indirizzi, nella lingua locale per poi eseguire le attività di ricerca ed elaborazione del percorso.

Con un semplice tocco sul pulsante dell’altoparlante accanto al nome o all’indirizzo del luogo, Google Maps è in grado di scandire il nome del luogo in lingua locale e, qualora l’utente avrà necessità di una conversazione più completa, il sistema può collegare l’utente direttamente al servizio Google Translate.

La tecnologia rileva automaticamente la lingua impostata nel telefono per determinare quali luoghi potrebbero richiedere un aiuto per la traduzione: se lo smartphone è impostato sull’inglese e occorre cercare un luogo di interesse in Francia, accanto al nome e all’indirizzo della località desiderata appare un’icona a forma di altoparlante che effettuerà la traduzione in tempo reale.

Il rilascio è in corso per i sistemi Android e iOS con il supporto a 50 lingue per iniziare ipotizzando di estendere il pacchetto lingue nel prossimo futuro.

Smart NationGoogle Maps integra le funzioni di Google Translate
Vai all'articolo