Al via il progetto per migliorare i servizi digitali erogati nella Città metropolitana di Bari

No comments

Presentato oggi presso il Palazzo della Città metropolitana di Bari il progetto eGov destinato al miglioramento dei servizi digitali erogati dal Comune di Bari e dei 41 Comuni che costituiscono la città metropolitana quali Acquaviva delle Fonti, Adelfia, Alberobello, Altamura, Binetto, Bitetto, Bitonto, Bitritto, Capurso, Casamassima, Cassano delle Murge, Castellana Grotte, Cellamare, Conversano, Corato, Gioia del Colle, Giovinazzo, Gravina in Puglia, Grumo Appula, Locorotondo, Modugno, Mola di Bari, Molfetta, Monopoli, Noci, Noicattaro, Palo del Colle, Poggiorsini, Polignano a Mare, Putignano, Rutigliano, Ruvo di Puglia, Sammichele di Bari, Sannicandro di Bari, Santeramo in Colle, Terlizzi, Toritto, Triggiano, Turi e Valenzano.

Il progetto eGov intende soddisfare i bisogni interni all’organizzazione degli Enti coinvolti e dell’utenza che si rivolge agli stessi tramite l’identificazione digitale attraverso SPID: in piena aderenza all’Agenda digitale metropolitana 2030, l’iniziativa prevede la realizzazione di una porta unica di accesso per i servizi online dedicati a cittadini e imprese sviluppando omogeneamente i servizi digitali di e-government in tutti gli ambiti di interesse degli operatori economici, dei professionisti e delle amministrazioni locali territoriali.

Fra le piattaforme applicative coinvolte vi sono il SUE (front-end & back-end dello Sportello Unico Edilizia), il SUAP (front-end & back-end dello Sportello Unico Attività Produttive), il SIT (Sistema Informativo Territoriale) e le piattaforme di Protocollo, Gestione Atti e Albo Pretorio.

Il soggetto attuatore del progetto è la ripartizione Innovazione tecnologica, Sistemi informativi e Telecomunicazioni del Comune di Bari.

Smart NationAl via il progetto per migliorare i servizi digitali erogati nella Città metropolitana di Bari
Vai all'articolo

ISTAT, la transizione digitale delle PMI italiane procede lentamente

No comments

L’ISTAT ha rilasciato la propria indagine sul rapporto fra le imprese italiane e l’ICT sulla base dell’elaborazione dei dati raccolti fra maggio e luglio 2022: ne risulta un quadro chiaro, grazie ai dodici indicatori utilizzati per misurare lo stato della transizione digitale delle aziende italiane, che evidenzia una lenta progressione nella trasformazione digitale del campione delle PMI italiane analizzate.

Persistono infatti elevati divari fra le piccole e medie imprese rispetto alle grandi imprese con oltre 250 addetti per quanto attiene allo sviluppo nell’uso delle tecnologie digitali: il rilevamento dell’ISTAT contribuisce inoltre a popolare la base di dati che determina l’indice DESI, ossia l’indice europeo correlato alla digitalizzazione dell’economia e della società.

Dai dati dell’analisi dell’ISTAT si osservano alcuni miglioramenti nell’utilizzo delle risorse digitali soprattutto per quanto concerne la connettività, l’adozione del lavoro da remoto e le misure più basiche di cybersicurezza.

Delle imprese analizzate emerge che viene utilizzata prevalentemente una connettività basata su banda larga fissa di 30 Mb/s mentre la fibra ottica è ancora scarsamente diffusa attestandosi al 13,2% del campione.

Rimane carente però la presenza di personale tecnico specializzato, di piattaforme per la condivisione delle informazioni e per la collaborazione nonché il ricorso a formazione e sistemi di vendita online.

Maggiori informazioni nel comunicato dell’ISTAT.

Smart NationISTAT, la transizione digitale delle PMI italiane procede lentamente
Vai all'articolo

Online il portale di Regione Lazio dedicato alla transizione ecologica e digitale

No comments

Regione Lazio ha lanciato lazioecologicoedigitale.it, il nuovo portale dedicato alla transizione ecologica e digitale: si tratta di una piattaforma che raccoglie i provvedimenti, temi e progetti relativi al percorso di trasformazione che riguarda la sostenibilità e l’innovazione.

I documenti sono contenuti nelle rispettive sezioni come quelle dedicate all’energia, all’economia circolare o al piano energetico regionale: vi è inoltre uno spazio dedicato alle azioni e ai progetti in corso fra cui la Strategia Regionale per lo Sviluppo Sostenibile, il Progetto Ossigeno e la call Boost Your Ideas.

Oltre alla raccolta documentale, il nuovo portale mette a disposizione dei cittadini, delle imprese e degli enti locali informazioni, novità e le dirette streaming dei prossimi eventi sulla transizione ecologica e trasformazione digitale.

Maggiori informazioni sul sito del portale.

Smart NationOnline il portale di Regione Lazio dedicato alla transizione ecologica e digitale
Vai all'articolo

DESIER, Regione Emilia-Romagna lancia l’indice di digitalizzazione dei Comuni del territorio

No comments

Regione Emilia-Romagna lancia DESIER, l’indice di digitalizzazione dei Comuni del territorio: si tratta di uno strumento ideato per avvicinare i livelli di conoscenza e a valorizzare le eccellenze.

Grazie a DESIER è infatti possibile comprendere a che punto sia la transizione digitale in un Comune, quali siano i servizi pubblici online che vengono resi disponibili e quali opportunità formative in materie tecniche e scientifiche il dato Comune offra ai giovani.

Realizzato dalla collaborazione fra ART-ER Scpa e Lepida Scpa con l’idea di portare a livello comunale l’indice europeo DESI, DESIER è stato concepito per aumentare la consapevolezza degli amministratori locali e per supportarli nelle decisioni in tema di agenda digitale potendo avere un immediato spaccato dell’effettivo stato di digitalizzazione dei diversi territori regionali monitorati nel tempo.

Maggiori informazioni nel comunicato di Regione Emilia-Romagna.

Smart NationDESIER, Regione Emilia-Romagna lancia l’indice di digitalizzazione dei Comuni del territorio
Vai all'articolo

Trenord introduce la modifica online della data del biglietto digitale

No comments

Trenord, in armonia con il percorso di transizione digitale e semplificazione dei servizi degli utenti, introduce un’interessante novità per agevolare i viaggiatori: chiunque infatti abbia acquistato digitalmente un titolo di viaggio può modificare la data del proprio biglietto digitale in pochi clic.

Tramite l’app Trenord oppure direttamente sui siti trenord.it e malpensaexpress.it, chiunque abbia comperato sui canali online di Trenord un biglietto corsa semplice ferroviario, integrato IVOL o Malpensa Express può cambiare, fino a un massimo di tre volte, la data del viaggio pianificato purché la modifica venga effettuata entro la mezzanotte del giorno precedente.

La funzione, individuabile nella sezione biglietti della propria area personale, permette di scegliere contestualmente la nuova data per il viaggio e confermare i dati indicati: è sufficiente, sempre nell’area personale, selezionare il titolo di viaggio di cui si vuole cambiare la data, cliccare sui tre puntini rossi e inserire la nuova data scelta per il viaggio.

Maggiori informazioni sul sito di Trenord.

Smart NationTrenord introduce la modifica online della data del biglietto digitale
Vai all'articolo

Al via la convenzione per l’avvio del Polo Strategico Nazionale finalizzato ai servizi cloud per la PA

No comments

La società di progetto di nuova costituzione partecipata da TIM, Leonardo, Cassa Depositi e Prestiti e Sogei ha sottoscritto la convenzione con il Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri per l’affidamento in concessione della progettazione, realizzazione e gestione del Polo Strategico Nazionale finalizzato all’erogazione di servizi cloud destinati alla Pubblica Amministrazione.

La convenzione si basa sulla proposta presentata dalla stessa compagine nei mesi scorsi e dichiarata fattibile dal medesimo Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri in linea con le esigenze individuate nella Strategia Cloud Italia.

La convenzione prevede una concessione di 13 anni e i servizi saranno erogati a PA che intenderà aderire per 10 anni dalla data di perfezionamento della migrazione dei dati.

L’iniziativa è incardinata nella strategia di trasformazione digitale dell’Italia con il sostegno dei fondi del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza).

Maggiori informazioni nel comunicato del MITD.

Smart NationAl via la convenzione per l’avvio del Polo Strategico Nazionale finalizzato ai servizi cloud per la PA
Vai all'articolo

L’Autorità di Sistema Portuale digitalizza gli accessi al porto di Genova

No comments

L’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, responsabile fra gli altri del porto di Genova, ha avviato il percorso di digitalizzazione degli accessi al porto della capitale della Liguria.

Con la chiusura del Varco Molo Giano, per i prossimi 30 giorni si procederà alla completa transizione al digitale del sistema di accessi, sia per le riparazioni navali che per i passeggeri nel rispetto delle specifiche europee in materia di sicurezza portuale.

Tramite l’informatizzazione degli accessi e la separazione dei flussi tra mezzi e persone verranno rivoluzionati 14 varchi e 3 chilometri di recinzione con un sistema di videocamere, lettori di QR Code e altri dispositivi tecnologici pilotati da una piattaforma tecnologica collegata ad un database che permetterà, previa registrazione, un accesso più veloce allo scalo dei vari mezzi di trasporto, dai camion alle bici.

Il monitoraggio dei flussi inoltre permette anche un conto sistematico del traffico che gravita sull’infrastruttura portuale con una conseguente migliore pianificazione di flussi nel rispetto delle normative vigenti sulla privacy.

Maggiori dettagli nel comunicato dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale.

Smart NationL’Autorità di Sistema Portuale digitalizza gli accessi al porto di Genova
Vai all'articolo

Il Comune di Bari protagonista nel percorso di trasformazione digitale

No comments

Il Comune di Bari guida la rivoluzione digitale nel Sud Italia: oltre ad essersi distinto per aver ottenuto buoni risultati e posizionamenti in tutti gli indici settoriali dell rapporto iCity Rank 2021 di ForumPA, la città continua la propria evoluzione avvicinandosi ad essere una vera e propria smart city grazie ad un nuovo sistema informatico in grado di monitorare ambiente, energia, sicurezza e welfare.

Il nuovo sistema informatizzato, realizzato con un gruppo di imprese fra cui Ibm e Tera, è capace di fornire un’immagine completa della città per semplificare le decisioni strategiche e operative dell’Ente.

I dati raccolti e immessi nel sistema informatico provengono da fonti interne al Comune fra cui la polizia locale e l’anagrafe ed esterne come l’Istat, l’Arpa e altre infrastrutture connesse come le videocamere di sicurezza o la sensoristica.

Inoltre il Comune di Bari fa parte del progetto European smart cities che premia le città europee di media grandezza più virtuose nel campo dell’innovazione e dello sviluppo sostenibile: l’impegno della città è vivo per affermarsi come polo creativo, dinamico, inclusivo e a basse emissioni di CO2 grazie alle sinergie tra enti locali, università e aziende innovatrici.

Smart NationIl Comune di Bari protagonista nel percorso di trasformazione digitale
Vai all'articolo

Acquevenete incentiva la bolletta digitale

No comments

Acquevenete, la società a capitale interamente pubblico di proprietà dei Comuni dell’Ambito Territoriale Ottimale “Bacchiglione” e “Polesine” che gestisce il servizio idrico integrato del territorio di riferimento, incentiva il ricorso al digitale e, in particolare, la bolletta digitale.

Per farlo, fino al 26 luglio è ancora possibile iscriversi allo Sportello OnLine (SOL) di Acquevenete s.p.a. partecipando automaticamente all’ultima estrazione di un buono sconto in bolletta del valore di 250 euro ciascuno.

Il ricorso a strumenti digitali è un aspetto cruciale per semplificare il rapporto con gli utenti oltre a rappresentare un passo importante verso una maggiore sostenibilità in virtù della riduzione delle emissioni di CO2, l’utilizzo di acqua o il consumo di carburanti.

L’incremento dell’utilizzo dei Servizi OnLine permette infatti di ridurre le emissioni di CO2, l’utilizzo di acqua, il consumo di carburanti e l’abbattimento degli alberi.

Una volta registrati sullo Sportello OnLine di Acquevenete l’utente può cliccare sulla procedura di partecipazione che comporterà l’attivazione della bolletta digitale dal ciclo di fatturazione successivo a quello di adesione.

La procedura può essere attivata anche scaricando l’app di Acquevenete disponibile su Android e iOS sincerandosi che sia installata l’ultima versione disponibile.

Smart NationAcquevenete incentiva la bolletta digitale
Vai all'articolo

Toscana Digitale, Regione Toscana avvia una serie di incontri per stimolare l’innovazione sul territorio

No comments

Si chiama “Toscana digitale, istruzioni per l’uso” ed è il primo di una serie di incontri sul territorio destinati agli Enti pubblici come Comuni, Province, Unioni di Comuni, Agenzie e soggetti della PA locale ma anche a privati come associazioni e imprese che abbiano la capacità di individuare problematiche sul territorio proponendo soluzioni creative per risolverli.

Il tema dominante è ovviamente quello della transizione digitale dato che la serie di appuntamenti è coerente con l’Agenda Digitale della Toscana: l’obiettivo regionale è quello di agevolare la contaminazione fra portatori di interessi promotori o destinatari dell’azione di trasformazione digitale che inevitabilmente sta rivoluzionando la nostra società.

Il focus dell’evento che si terrà il giorno 11 luglio alle ore 9 presso il Teatro della Compagnia di Firenze in via Cavour n. 50/R è sulle competenze digitali come elemento chiave per l’accelerazione del processo di digitalizzazione in corso e quindi dello sviluppo della società.

Gli eventi sono gratuiti ma è prevista una registrazione obbligatoria su Eventbrite mentre il programma è accessibile qui.

Ulteriori approfondimenti direttamente nel comunicato di Regione Toscana: è disponibile la diretta streaming dell’evento.

Smart NationToscana Digitale, Regione Toscana avvia una serie di incontri per stimolare l’innovazione sul territorio
Vai all'articolo