Il Comune di Aversa rende digitale lo Sportello Unico per l’Edilizia

No comments

Ad Aversa lo Sportello Unico per l’Edilizia (SUE) diventa digitale: il Comune infatti ha lanciato il proprio portale dedicato alla ricezione telematica delle istanze edilizie utilizzabile da privati e professionisti che vogliano depositare pratiche nel rispetto della normativa vigente e in armonia con il processo di trasformazione digitale che porta alla progressiva dematerializzazione degli archivi cartacei del Settore Urbanistica mediante il rilascio, in formato digitale, dei relativi provvedimenti.

Il servizio è stato fortemente voluto dall’Amministrazione nel rispetto del CAD, il Codice dell’Amministrazione Digitale, appaltandone la realizzazione a Publisys.

Tutta la piattaforma è stata presentata alla platea di cittadini e professionisti interessati e intervenuti con l’obiettivo anche di raccogliere feedback e osservazioni utili all’ulteriore miglioramento della soluzione.

Per maggiori informazioni sul SUED, così è chiamato il nuovo Sportello Unico per l’Edilizia Digitale, è sufficiente recarsi sul sito internet del Comune di Aversa.

Smart NationIl Comune di Aversa rende digitale lo Sportello Unico per l’Edilizia
Vai all'articolo

Progetto IO, i servizi di ACI approdano sull’app dedicata al cittadino

No comments

L’ACI è formalmente parte di Progetto IO, l’iniziativa del Governo che promuove la cittadinanza digitale tramite un’app, chiamata IO appunto, che mette al centro il cittadino nel rapporto con la PA.

Sviluppata attraverso il Team per la Trasformazione Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, la cui prima fase di sperimentazione ha interessato i Comuni di Milano, Torino e Ripalta Cremasca, l’app IO permette al cittadino di svolgere moltissime operazioni, che normalmente richiederebbero l’interfacciamento con gli sportelli della PA, direttamente dal proprio smartphone.

Infatti, in virtù dell’integrazione con le piattaforme pagoPA, ANPR e SPID, l’app IO consente ai cittadini di ottenere in modo semplice e veloce documenti, informazioni e scadenze relative ai propri adempimenti per poi provvedere, tramite l’app stessa, ad effettuare eventuali pagamenti ove dovuti.

In questo quadro di trasformazione digitale dei rapporti con la Pubblica Amministrazione, ACI ha deciso di implementare i propri servizi consentendo al cittadino di conoscere tramite l’app IO anche la posizione tributaria dei veicoli intestati, un avviso di scadenza del bollo auto, un eventuale avviso di bollo scaduto con contestuale possibilità di pagamento tramite PagoPA e la visualizzazione del Certificato di proprietà digitale del veicolo (CDPD).

Successivamente verrà integrato anche il servizio AvvisACI, un’importante opzione che permetterà agli automobilisti di essere avvisati tramite e-mail o SMS, ogni volta che viene trascritto al PRA un evento relativo ad un loro veicolo.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa.

Smart NationProgetto IO, i servizi di ACI approdano sull’app dedicata al cittadino
Vai all'articolo

ENEA affianca il Comune di Ravenna per promuovere la transizione digitale e la rigenerazione urbana della darsena

No comments

ENEA, insieme al Comune di Ravenna, è pronta a realizzare una grande piattaforma tecnologica per gestire dati su traffico, inquinamento ambientale e consumi energetici di lampioni, edifici e singole abitazioni dell’area portuale-industriale della città.

L’iniziativa è coerente con le specifiche del progetto DARE per cui è stato ottenuto un importante finanziamento europeo all’interno del bando Urban Innovative Action.

L’area obiettivo è abitata da circa 20mila persone ed è interessata da profondi processi di dismissione: per migliorare l’ambiente verranno eseguiti interventi di rigenerazione ambientale, abitativa e turistica tramite la creazione di un ambiente digitale che servirà a gestire i dati provenienti da una rete capillare di sensori sul territorio e la diffusione di una cultura digitale, sempre più connessa a turismo, lavoro, salute, sicurezza e vivibilità degli spazi locali.

I cittadini verranno coinvolti nel processo tramite vari strumenti, come il portale, le app, i totem informativi, le panchine interattive ma anche eventi e laboratori che consentiranno al cittadino di intervenire nella co-progettazione degli interventi condivisi di rigenerazione urbana. La darsena potrà quindi diventare sempre più attrattiva per residenti, turisti e investitori.

smartnationENEA affianca il Comune di Ravenna per promuovere la transizione digitale e la rigenerazione urbana della darsena
Vai all'articolo

SINNOVA, a Cagliari l’innovazione promuove il cambiamento

No comments

La settima edizione di SINNOVA, il salone dell’innovazione dedicato ai temi del futuro e delle nuove tecnologie promosso da Sardegna Ricerche in collaborazione con la Regione Sardegna, parte ed è già un successo: presso i locali di Sa Manifattura, la Manifattura Tabacchi di Cagliari, fino a venerdì ben 92 imprese espositrici che spaziano dall’ICT alle energie rinnovabili passando per la biomedicina e l’aerospazio raccolgono appassionati e professionisti dell’innovazione.

L’edizione del 2019 è incentrata sul tema dell’innovazione come motore del cambiamento, ossia della trasformazione della società nella vita di tutti i giorni.

L’evento propone un programma che alterna conferenze, talk, workshop dedicati al mondo del futuro ma anche un’academy per approfondire focus specifici con gli esperti del settore e per confrontarsi sulle esperienze dei protagonisti di tanti progetti di ricerca, dove le imprese collaborano con università e centri di ricerca del territorio.

Il programma completo è disponibile sul sito ufficiale.

La manifestazione è promossa da Sardegna Ricerche con il patrocinio della Regione Sardegna.

Smart NationSINNOVA, a Cagliari l’innovazione promuove il cambiamento
Vai all'articolo

Nasce il Dipartimento per la Trasformazione Digitale

No comments

Nasce ufficialmente a partire dal 2020 il Dipartimento per la Trasformazione Digitale.

In forza del decreto del 19 giugno 2019, viene istituita una nuova struttura di supporto al Presidente per la promozione ed il coordinamento delle azioni del Governo finalizzate alla definizione di una strategia unitaria in materia di trasformazione digitale e di modernizzazione del Paese attraverso le tecnologie digitali.

In questo modo si intende assicurare il coordinamento e l’esecuzione dei programmi di trasformazione digitale che interessano il Paese e in particolare per tutti i processi di innovazione tecnologica attinenti all’agenda digitale nazionale ed europea.

La nuova struttura agisce in virtù della rilevanza strategica dell’innovazione tecnologica per il perseguimento del programma di Governo cercando di incentivare lo sviluppo e la crescita culturale, democratica ed economica del Paese.

Il Dipartimento per la Trasformazione Digitale viene articolato in non più di due uffici di livello dirigenziale generale e in non più di due servizi di livello dirigenziale non generale: esso impiegherà la squadra di esperti attualmente incardinata all’interno del Team per la Trasformazione Digitale.

Maggiori informazioni direttamente in Gazzetta Ufficiale.

Smart NationNasce il Dipartimento per la Trasformazione Digitale
Vai all'articolo

Regione Lombardia vara nuove misure a sostegno dell’innovazione tecnologica

No comments

La Giunta di Regione Lombardia ha approvato nuove misure a sostegno dell’innovazione tecnologica che permetteranno alle micro, piccole e medie imprese lombarde o i liberi professionisti di acquisire e sviluppare servizi avanzati di innovazione tecnologica.

Grazie all’impegno del Vicepresidente di Regione Lombardia e Assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione, Fabrizio Sala, sono stati infatti definiti gli elementi essenziali del bando Innodriver S3 2019 che finanzierà con 7 milioni di euro l’innovazione tecnologica di processo e di prodotto.

Il tessuto economico regionale è infatti fortemente rappresentato da imprese che spesso, pur avendo in cantiere progetti di qualità, non riescono ad ottenere supporto da strumenti di sostegno come il programma Horizon 2020.

Il tema dell’innovazione e del trasferimento tecnologico però è alquanto importante per poter mantenere la competitività del sistema produttivo del Paese e in particolare di Regione Lombardia che vuole mantenere il suo posto fra le regioni più competitive di tutta l’Europa.

Smart NationRegione Lombardia vara nuove misure a sostegno dell’innovazione tecnologica
Vai all'articolo

A Firenze il biglietto del bus è pagabile tramite modalità contactless

No comments

Firenze introduce un’innovazione nel pagamento del biglietto di trasporto: non si usa il contante né un biglietto cartaceo, è sufficiente avvicinare la carta di credito al dispositivo contactless presente a bordo.

La nuova modalità è stata implementata sulla base dei risultati della ricerca The Future of Transportation condotta da Visa in collaborazione con la Stanford University da cui emerge che l’uso medio dei mezzi pubblici aumenterebbe del 27% se fosse più semplice pagare il biglietto.

Proprio per questo motivo il Comune di Firenze ha voluto trovare una soluzione per consentire di spostarsi in città senza contanti e senza dover acquistare un tagliando cartaceo.

Il pagamento in modalità contactless è istantaneo e sicuro: è possibile tanto con la carta di credito quanto con i dispositivi abilitati come gateway di pagamento, fra cui smartphone e smartwatch.

La piattaforma utilizzata si basa sul circuito Visa ed è originata dalla collaborazione tra Busitalia (Gruppo FS Italiane) e ATAF (Azienda Trasporti dell’Area Fiorentina): il servizio è attivo sulla flotta di 355 bus in circolazione nelle strade del capoluogo toscano così come sui mezzi Volainbus e The Mall.

Smart NationA Firenze il biglietto del bus è pagabile tramite modalità contactless
Vai all'articolo

L’Agenzia Dogane e Monopoli avvia la digitalizzazione delle procedure doganali nei porti

No comments

L’Agenzia Dogane e Monopoli ha presentato un progetto ambizioso per avviare un processo di digitalizzazione delle procedure doganali nei porti italiani.

L’iniziativa ha il suo primo luogo di sperimentazione nel porto di Bari e prevede la dematerializzazione di tutte le procedure possibili sostituendo la carta con cellulari, schermi, tablet e app.

Supportata direttamente dall’Agenzia per l’Italia Digitale, l’Agenzia Dogane e Monopoli si prepara a realizzare a Bari un primo modello generale di scambio dati tra le varie autorità dello scalo per poi digitalizzare completamente le attività di imbarco e sbarco, di controllo logistico di stoccaggio, di pagamento delle tasse di ancoraggio e di quelle portuali.

L’obiettivo è creare un’unica catena logistica che vada dalle merci sdoganate in mare ai luoghi di consegna dando origine al corridoio unico di sdoganamento che permetta il dialogo tra le decine di autorità che partecipano alla burocrazia dello sdoganamento e quindi di liberare rapidamente le aree portuali, spesso congestionate.

Smart NationL’Agenzia Dogane e Monopoli avvia la digitalizzazione delle procedure doganali nei porti
Vai all'articolo

Lo scarso accesso ai fondi disponibili condanna l’Italia al ritardo digitale

No comments

Sul banco degli imputati per quanto riguarda il ritardo digitale dell’Italia rispetto agli altri Paesi della UE c’è la cattiva gestione dei fondi destinati dall’Unione a politiche ed interventi per promuovere la trasformazione digitale della Penisola.

Secondo l’ultimo studio di Confindustria Digitale, che ha sintetizzato le difficoltà riscontrate dal Dipartimento della Funzione pubblica, dall’Agenzia per la Coesione e dal Team per la Trasformazione Digitale della Presidenza del Consiglio, solo 686 milioni di euro sono stati spesi sugli oltre 3 miliardi di fondi comunitari a disposizione per il nostro Paese per il periodo 2014-2020 al fine di attuare l’agenda digitale.

Entro 18 mesi, qualora il processo non subisca una marcata inversione, questi stanziamenti sfumeranno: non bastano quindi le attuali richieste per il sostegno della spesa in acquisto di beni tecnologici legati al Piano Industria 4.0 o per la crescita di progetti di ricerca e innovazione.

Il mancato utilizzo dei fondi espone il Paese ad un doppio smacco: da una parte rappresentano una quota di investimenti non effettuati ma dall’altra anche una battuta di arresto degli effetti positivi che potrebbero generare se venissero messi in cantiere.

Si innesca così un loop in cui la crescita che potrebbe essere indotta dagli investimenti sul digitale non avviene e il mercato del lavoro subisce una conseguente stagnazione con maggiore precarietà diffusa o alimentando fughe di cervelli verso Paesi più reattivi e pronti alle opportunità offerte dalla digitalizzazione.

Di più, di oltre 16.000 progetti presentati per ottenere fondi Ue destinati all’Obiettivo 2, ossia Ict e Agenda digitale, solo il 14% è stato concluso mentre il 66% è ancora in corso: il 18% non è stato neppure avviato.

Smart NationLo scarso accesso ai fondi disponibili condanna l’Italia al ritardo digitale
Vai all'articolo

Poste Italiane e Microsoft insieme per accelerare la trasformazione digitale

No comments

Poste Italiane ha siglato un accordo con Microsoft per accelerare i processi di trasformazione digitale che riguardano il gruppo ma anche il Paese: nell’intesa infatti compaiono iniziative congiunte per migliorare la competitività dell’Italia nel settore digitale con particolare interesse a progetti che riguardano il programma Ambizione Italia di Microsoft.

Nello specifico queste attività sono rivolte a PMI e PA che possono trovare nella diffusione capillare di Poste Italiane sul territorio un partner affidabile che abbina la capacità di Microsoft nell’erogare soluzioni di vario genere comprese quelle legate alla cybersecurity.

Gli effetti dell’accordo coinvolgerà trasversalmente i 134mila dipendenti di Poste Italiane che avranno a disposizione nuovi strumenti informatici e canali di comunicazione con annesse attività di formazione su misura: uno degli obiettivi è transitare verso la figura del postino intelligente per migliorare l’organizzazione interna del lavoro e rendere il cliente finale più soddisfatto del servizio.

La collaborazione si inserisce nel piano strategico di Poste Italiane incentrato su un percorso di cambiamento approfondito a sostegno dello sviluppo della PA e dell’imprenditoria nazionale per avvicinare i cittadini alle nuove tecnologie in modo facile e sicuro.

Smart NationPoste Italiane e Microsoft insieme per accelerare la trasformazione digitale
Vai all'articolo