A Roma la MIC Card diventa digitale

No comments

I fruitori dell’offerta culturale del Sistema Musei di Roma Capitale sono chiamati a confrontarsi con un’innovazione che prende ufficialmente il via da domani: la MIC Card, ossia la carta per accedere al sistema museale capitolino, diventa digitale dopo 4 anni di attività ossia dal 2018, anno del lancio da parte della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali insieme a Zètema Progetto Cultura.

Tramite il nuovo sito e l’applicazione dedicata, residenti e studenti di Roma e Città Metropolitana potranno acquistare l’accesso alle strutture e gestire online opzioni e sottoscrizioni legate al sistema museale: fra le funzioni previste vi sono la verifica dello storico di utilizzo, il controllo della scadenza oltre a poter consultare i luoghi dove accedere con tutte le informazioni utili quali indirizzo e orari comprensiva della segnalazione in tempo reale dei luoghi di cultura più vicini alla propria posizione.

La MIC Card digitale può essere acquistata direttamente online ma anche presso le biglietterie museali e nei Tourist Infopoint: fra i vantaggi più marcati vi è la possibilità di recarsi direttamente ai varchi di accesso senza dover transitare dalla biglietteria e, chiaramente, evitando le code.

Maggiori dettagli nel comunicato di Roma Capitale.

Smart NationA Roma la MIC Card diventa digitale
Vai all'articolo

Firenze è ancora la città più digitale d’Italia seguita da Milano

No comments

Aumenta il livello medio di digitalizzazione delle città e si riducono le distanze fra le città al vertice della classifica: questo è lo spaccato di ICity Rank 2022, l’analisi realizzata da FPA sulla digitalizzazione dei Comuni capoluogo presentata in occasione dell’evento ForumPA dedicato alle città.

Firenze e Milano bissano i successi delle precedenti edizioni e si classificano rispettivamente al primo e al secondo posto tallonate da Bergamo, Bologna, Cremona, Modena, Roma Capitale e Trento.

Le posizioni successive sono occupate da Cagliari e Genova, quindi Parma e Torino e poi Brescia, Venezia e Palermo.

Nel complesso c’è un primo gruppo di 26 città digitali, capaci di utilizzare in modo diffuso, organico e continuativo le tecnologie digitali, seguito da un secondo gruppo di 75 città ancora in una fase intermedia nel percorso di crescita digitale e 7 in fase del tutto acerba digitalmente parlando: queste raccolgono Rieti, Avellino, Benevento, Foggia, Agrigento, Enna e, infine, Isernia.

Le distanze rispetto agli anni precedenti, tuttavia, si sono ridotte grazie ad un’accelerazione virtuosa nel percorso di trasformazione digitale soprattutto nei Comuni come Messina, L’Aquila, Cuneo, Imperia e Trapani.

Maggiori informazioni nel comunicato di FPA e nel comunicato del Comune di Firenze.

Smart NationFirenze è ancora la città più digitale d’Italia seguita da Milano
Vai all'articolo

Ambizione Italia, Vodafone e Microsoft insieme per accelerare la trasformazione digitale

No comments

Vodafone è la prima compagnia di telecomunicazioni ad entrare nell’ecosistema di partner di Microsoft facente parte di Ambizione Italia in vista del lancio della prossima Microsoft Cloud Region Italiana.

Si tratta di una partnership strategica ideata per aiutare la crescita digitale delle imprese italiane ponendo al centro cloud e connettività come fattori abilitanti lo sviluppo sostenibile: nella pratica le due aziende prevederanno investimenti strategici congiunti in formazione, marketing e sviluppo con soluzioni integrate basate sui servizi cloud Microsoft Azure e di connettività avanzata.

Inoltre verranno sviluppate congiuntamente offerte in ambito voce e cybersecurity favorendo la diffusione di una cultura digitale improntata alla sicurezza e protezione dei dati.

Maggiori informazioni nel comunicato di Microsoft Italia.

Smart NationAmbizione Italia, Vodafone e Microsoft insieme per accelerare la trasformazione digitale
Vai all'articolo

Oplà, il Politecnico di Bari avvia uno spazio di co-learning

No comments

A Bari, grazie ad una collaborazione fra il Politecnico di Bari e Talent Garden, prende il via Oplà, uno spazio di co-learning con didattica in presenza.

La nuova struttura, supportata dall’esperienza dell’incubatore accademico Boosting Innovation in Poliba, nasce per coniugare innovatori, imprese, startup del territorio e studenti del Politecnico e consentire loro di accedere a programmi formativi studiati per acquisire competenze e conoscenze in ambito di trasformazione digitale, deep tech e open innovation.

Il percorso formativo è ideato per promuovere la trasformazione digitale anche all’interno delle aziende più tradizionali e conservatrici in modo da ampliarne gli orizzonti.

Maggiori informazioni sul sito del Politecnico di Bari.

Smart NationOplà, il Politecnico di Bari avvia uno spazio di co-learning
Vai all'articolo

Il Comune di Sarzana fornisce supporto ai cittadini tramite videochiamata

No comments

Il Comune di Sarzana, onorando il costante impegno che prevede l’incremento dei servizi digitali a disposizione della popolazione, ha introdotto un’interessante novità in termini di assistenza al cittadino da remoto: è infatti possibile per i residenti contattare gli uffici dell’Amministrazione per ottenere informazioni relativamente ai servizi demografici tramite videochiamata.

Il cittadino che infatti volesse ricevere chiarimenti o indicazioni circa l’avvio di una pratica anagrafica o di stato civile direttamente online potrà prenotare un consulto in videochiamata con un operatore.

E’ sufficiente accedere al sito istituzionale del Comune di Sarzana e, nella sezione dedicata ai servizi online, compilare la richiesta tramite inserimento dei propri dati anagrafici indicando anche la tipologia di servizio che si necessita.

A prenotazione avvenuta il cittadino riceve una e-mail di conferma come promemoria contenente il link da utilizzare per partecipare alla videochiamata nel giorno e orario stabiliti.

Maggiori informazioni nel comunicato del Comune di Sarzana.

Smart NationIl Comune di Sarzana fornisce supporto ai cittadini tramite videochiamata
Vai all'articolo

Al via la convenzione per l’avvio del Polo Strategico Nazionale finalizzato ai servizi cloud per la PA

No comments

La società di progetto di nuova costituzione partecipata da TIM, Leonardo, Cassa Depositi e Prestiti e Sogei ha sottoscritto la convenzione con il Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri per l’affidamento in concessione della progettazione, realizzazione e gestione del Polo Strategico Nazionale finalizzato all’erogazione di servizi cloud destinati alla Pubblica Amministrazione.

La convenzione si basa sulla proposta presentata dalla stessa compagine nei mesi scorsi e dichiarata fattibile dal medesimo Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri in linea con le esigenze individuate nella Strategia Cloud Italia.

La convenzione prevede una concessione di 13 anni e i servizi saranno erogati a PA che intenderà aderire per 10 anni dalla data di perfezionamento della migrazione dei dati.

L’iniziativa è incardinata nella strategia di trasformazione digitale dell’Italia con il sostegno dei fondi del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza).

Maggiori informazioni nel comunicato del MITD.

Smart NationAl via la convenzione per l’avvio del Polo Strategico Nazionale finalizzato ai servizi cloud per la PA
Vai all'articolo

L’Autorità di Sistema Portuale digitalizza gli accessi al porto di Genova

No comments

L’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, responsabile fra gli altri del porto di Genova, ha avviato il percorso di digitalizzazione degli accessi al porto della capitale della Liguria.

Con la chiusura del Varco Molo Giano, per i prossimi 30 giorni si procederà alla completa transizione al digitale del sistema di accessi, sia per le riparazioni navali che per i passeggeri nel rispetto delle specifiche europee in materia di sicurezza portuale.

Tramite l’informatizzazione degli accessi e la separazione dei flussi tra mezzi e persone verranno rivoluzionati 14 varchi e 3 chilometri di recinzione con un sistema di videocamere, lettori di QR Code e altri dispositivi tecnologici pilotati da una piattaforma tecnologica collegata ad un database che permetterà, previa registrazione, un accesso più veloce allo scalo dei vari mezzi di trasporto, dai camion alle bici.

Il monitoraggio dei flussi inoltre permette anche un conto sistematico del traffico che gravita sull’infrastruttura portuale con una conseguente migliore pianificazione di flussi nel rispetto delle normative vigenti sulla privacy.

Maggiori dettagli nel comunicato dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale.

Smart NationL’Autorità di Sistema Portuale digitalizza gli accessi al porto di Genova
Vai all'articolo

Il Comune di Bari protagonista nel percorso di trasformazione digitale

No comments

Il Comune di Bari guida la rivoluzione digitale nel Sud Italia: oltre ad essersi distinto per aver ottenuto buoni risultati e posizionamenti in tutti gli indici settoriali dell rapporto iCity Rank 2021 di ForumPA, la città continua la propria evoluzione avvicinandosi ad essere una vera e propria smart city grazie ad un nuovo sistema informatico in grado di monitorare ambiente, energia, sicurezza e welfare.

Il nuovo sistema informatizzato, realizzato con un gruppo di imprese fra cui Ibm e Tera, è capace di fornire un’immagine completa della città per semplificare le decisioni strategiche e operative dell’Ente.

I dati raccolti e immessi nel sistema informatico provengono da fonti interne al Comune fra cui la polizia locale e l’anagrafe ed esterne come l’Istat, l’Arpa e altre infrastrutture connesse come le videocamere di sicurezza o la sensoristica.

Inoltre il Comune di Bari fa parte del progetto European smart cities che premia le città europee di media grandezza più virtuose nel campo dell’innovazione e dello sviluppo sostenibile: l’impegno della città è vivo per affermarsi come polo creativo, dinamico, inclusivo e a basse emissioni di CO2 grazie alle sinergie tra enti locali, università e aziende innovatrici.

Smart NationIl Comune di Bari protagonista nel percorso di trasformazione digitale
Vai all'articolo

DESI 2022, l’Italia conquista posizioni

No comments

L’Italia compie un piccolo passo in avanti nella giusta direzione per quanto concerne lo stato di digitalizzazione: l’Indice di Digitalizzazione dell’Economia e della Società (DESI), giunto all’edizione 2022, certifica che il nostro Paese sale alla 18esima posizione nel ranking europeo.

L’Italia è ancora al di sotto della media UE e sensibilmente distaccata da importanti realtà europee ma gli sforzi profusi in questi mesi stanno portando a dei risultati: il nostro Paese è la terza economia UE per dimensione ma, dal punto di vista della digitalizzazione, è ancora molto lontana dal podio.

Questo dato è significativo perché la trasformazione digitale è un acceleratore di opportunità, anche dal punto di vista economico oltre che sociale, e quindi è prioritario cercare di colmare il gap.

Tra gli indicatori più importanti che hanno subito un rialzo vi è quello relativo alla diffusione delle competenze digitali di base ma, ancora oggi, oltre la metà dei cittadini italiani risulta sostanzialmente analfabeta digitale.

Anche lo sviluppo della connettività ha registrato progressi sia in termini di performance di rete sia in termini di diffusione: la copertura completa in fibra ottica risulta ancora lontana ma potrebbe essere un traguardo raggiungibile entro il 2030.

I servizi cloud, in un anno, hanno registrato un deciso balzo in avanti soprattutto per quanto riguarda quelli a beneficio delle imprese: allo stesso modo tecnologie chiave come big data e intelligenza artificiale stanno crescendo nonostante la loro adozione sia alquanto limitata.

Per maggiori dettagli è disponibile il report completo in lingua italiana sul sito dedicato dell’Unione Europea.

Smart NationDESI 2022, l’Italia conquista posizioni
Vai all'articolo

Acquevenete incentiva la bolletta digitale

No comments

Acquevenete, la società a capitale interamente pubblico di proprietà dei Comuni dell’Ambito Territoriale Ottimale “Bacchiglione” e “Polesine” che gestisce il servizio idrico integrato del territorio di riferimento, incentiva il ricorso al digitale e, in particolare, la bolletta digitale.

Per farlo, fino al 26 luglio è ancora possibile iscriversi allo Sportello OnLine (SOL) di Acquevenete s.p.a. partecipando automaticamente all’ultima estrazione di un buono sconto in bolletta del valore di 250 euro ciascuno.

Il ricorso a strumenti digitali è un aspetto cruciale per semplificare il rapporto con gli utenti oltre a rappresentare un passo importante verso una maggiore sostenibilità in virtù della riduzione delle emissioni di CO2, l’utilizzo di acqua o il consumo di carburanti.

L’incremento dell’utilizzo dei Servizi OnLine permette infatti di ridurre le emissioni di CO2, l’utilizzo di acqua, il consumo di carburanti e l’abbattimento degli alberi.

Una volta registrati sullo Sportello OnLine di Acquevenete l’utente può cliccare sulla procedura di partecipazione che comporterà l’attivazione della bolletta digitale dal ciclo di fatturazione successivo a quello di adesione.

La procedura può essere attivata anche scaricando l’app di Acquevenete disponibile su Android e iOS sincerandosi che sia installata l’ultima versione disponibile.

Smart NationAcquevenete incentiva la bolletta digitale
Vai all'articolo